Gli scrittori della porta accanto

Silloge di Natale, una poesia di Renata Morbidelli

Tra le Tue braccia

Tienimi in braccio,
Madre,
come hai fatto
con tuo Figlio.
Fammi sentire il calore
del tuo dolce respiro.
Culla il mio dolore
come solo Tu sai fare.
Qui tra le tue braccia
il buio non fa più paura.
Lascia che ascolti un poco
il battito del tuo cuore,
perché nel mio risuoni,
giorno dopo giorno,
anche solo un'eco
del tuo smisurato amore.


Un'antica profezia

Quando la ruota dell'anno starà per girare
qualcosa di grande ci sarà da celebrare!
Il tempo del buio ormai ha fine
tutto è pronto per la Luce che viene!
Ecco, partorirà la fanciulla!
Il Dio bambino avrà paia per culla.
Non un Re, come avevano predetto,
ma un'umile grotta avrà per tetto.
Non otterrà con la spada la vittoria,
né sederà su un trono di Gloria
Non fini broccati, né morbide sete,
ma semplice tela sarà la sua veste.
A trovarlo verranno i pastori
non i potenti, i grandi ed i signori.
Verrà a condividere con le umane genti
i sentieri, la vita ed i patimenti.

L'albero ... della Vita

Dal travaglio
della Terra,
dalle lacrime
del Cielo e
dal più piccolo
dei semi
nasce un Albero
di rara bellezza:
grandi e robusti,
come braccia,
ha i rami,
verdi come smeraldo
ha le foglie
folta e frondosa
è la sua chioma
per dare
ombra e riparo
a coloro
che cercano ristoro,
rossi e polposi
sono i suoi frutti
per sfamare
chi ne mangerà
ed infine
dalla sua linfa
si ricava
un potente Balsamo
che guarisce ogni ferita
e rigenera alla Vita.

Ti sei fatto piccolo…

Sei Nato di Notte
perché il Buio
facesse meno paura
Ti sei fatto Vicino,
Amico, Fratello
per tenderci la Mano
nel nostro Peregrinare
ed i nostri Passi
ritrovassero la Via
e … ti sei fatto piccolo
perché ogni uomo
potesse accoglierti
nel proprio Cuore
e Ti riconoscesse
in ogni Creatura

Un piccolo Sì

Quando l’Angelo ti disse:
“Sarai dimora
del Creatore,
darai alla luce
il Re delle Genti”
dimmi, Maria,
cos’hai provato?
E t’immagino seduta
su un angolo buio
della tua casa,
tremante e turbata,
tra timore e gioia,
a domandarti
per quale motivo
il Mistero avesse scelto Te,
semplice creatura,
per lasciare che Dio
diventasse Uomo
tra gli uomini,
che l’Eterno
entrasse nel Tempo,
che l’Amore
donasse Se stesso
e fosse Pane
da condividere
con il Mondo.
Senza parlare
m’hai guardata negli occhi
e nel tuo Sguardo
ho visto il tuo Cuore:
Egli era già lì, perché
TUTTO
accedesse
bastava un solo
Tuo piccolo “sì”.
Solo questo Tu ora, Dio,
chiedi a me,
che ripeta quel “sì”,
giorno dopo giorno,
e Tu farai tutto il resto.






Renata Morbidelli
Fin da giovanissima, mi sono cimenta, solo come diletto personale, nella composizione di poesie. L'incontro con i poemi epici di Omero, le leggende del circuito arturiano e di altri personaggi della letteratura britannica suscitano in me un crescente interesse.


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla NEWSLETTER SETTIMANALE per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti offrirci UN CAFFÈ o sostenerci acquistando i GADGET ispirati ai nostri libri. Te ne saremmo davvero grati!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo, il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Tuttavia, verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Parole chiave


Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Repubblica Dominicana




Libri in evidenza