Gli scrittori della porta accanto

[Caffè letterario] Le interviste di Silvia Pattarini: un caffè con Linda Bertasi

Oggi il nostro caffè letterario è lieto di ospitare un’autrice ormai nota al pubblico di lettori. È con noi Linda Bertasi che ci svelerà i segreti del suo ultimo libro.

Ciao Linda, bentornata nel nostro blog.
Com’è nata l’idea di “Il silenzio del peccato”?
Ciao Silvia e un saluto a tutti i lettori del vostro bellissimo blog. L’idea per questo romanzo è sempre albergata in me, sono un’appassionata di epoca Tudor da sempre, avevo dodici anni quando lessi la prima biografia di Anna Bolena e ho sempre desiderato utilizzarne l’ambientazione in un mio romanzo. Finalmente ho potuto realizzare questo sogno.

Ci racconti di che cosa parla? A quale genere appartiene?
Il silenzio del peccato” è un romance storico erotico.
Racconta la storia di Jane Rivers, una serva che in un mattino d’estate incontra il duca di Suffolk e tra loro si accenderà una passione che non potrà essere vissuta alla luce del sole.
Dopo lo scandalo, la famiglia della ragazza tenterà di salvarle l’onore con un matrimonio riparatore e per Jane si prospetterà una nuova vita e una nuova casa dove viverla, ma sono tanti i segreti nascosti dalla cortina del silenzio. Segreti che non potranno più essere taciuti.
Il mio è un romanzo che contiene un’ambientazione storica accurata, i protagonisti si muoveranno assieme ai monarca che ne hanno caratterizzato l’epoca. Figure come Enrico VIII, Anna Bolena e Charles Brandon non saranno solo figure sullo sfondo.
Ma non voglio svelare troppo.

Qual è il target a cui ti rivolgi? 
Questo, forse, è un romanzo amato più dalla donne, ma anche gli uomini possono leggerlo e, magari, lo troveranno piacevole. Ci tengo a precisare che il mio è un erotismo che profuma di storia, all’interno vi sono molti accadimenti che hanno segnato l’Inghilterra e una passione delicata e struggente. Sicuramente è per gli amanti dell’epoca Tudor, della storia inglese, del romance con una punta di eros e per i romantici che non sanno rinunciare a un pizzico di mistero.

Quanto ti ha coinvolto intimamente la stesura di questo romanzo? C’è qualcosa di autobiografico?
La mia grandissima passione per quest’epoca è quanto di più autobiografico troverete, la figura di Charles Brandon l’ho sempre apprezzata e come non parlare di Anna Bolena? Prima o poi le dedicherò un romanzo corposo, lo prometto. Scrivere erotico è stato divertente, diverso, pensavo di non riuscirci e invece, man mano che procedevo nella stesura, veniva tutto naturale. 

Per scrivere questo libro hai dovuto svolgere delle ricerche?
Amo le ricerche forse più della scrittura. Avevo già molto materiale su cui lavorare vista la mia predilezione per l’epoca. Ho svolto approfondimenti sull’Hertfordshire e sull’Essex per trovare la giusta locazione alle dimore che compaiono nel testo e ho studiato la campagna e le foreste per trovare quella più consona dove Enrico andasse effettivamente a cacciare.

C’è qualche messaggio particolare che speri di comunicare attraverso questo romanzo? 
Punto l’attenzione sul tradimento e sull’omertà, sulla figura della donna costretta a vestire i panni della moglie sottomessa e mansueta, ma soprattutto metto sotto la lente d’ingrandimento la facilità con cui siamo soliti accusare le persone e soprattutto giudicarle senza porci mai le domande giuste, senza tentare di capire perché si siano comportate in un certo modo, cosa le ha spinte a farlo e se meritino il nostro perdono.

Il finale chi l’ha deciso? Tu o i tuoi personaggi?
Il finale lo decidono sempre e comunque i miei personaggi. Posso tentare di progettare una trama, ma tutto viene sistematicamente messo in discussione durante la stesura. All’inizio questa doveva essere una storia d’amore, di passione e tradimento, ma poi il mistero si è insinuato nell’inchiostro della mia penna e ne è uscita una vicenda completamente diversa.

Dove possiamo trovare il libro? 
Lascio per chi fosse interessato i link di acquisto del romanzo: Amazon, Delos Store, Google Play, Kobo, Ibs, InMondadori e Rizzoli.
Vi lascio anche i miei contatti, mi fa sempre piacere chiacchierare con i lettori: bertasilinda @ gmail.comTwitter.






Linda, ti ringrazio tantissimo per averci svelato i segreti del tuo ultimo romanzo, ti auguriamo Buone feste e uno splendido successo per il tuo libro!
È stato un immenso piacere per me tornare a trovarvi, ci risentiremo presto è una promessa. Uno speciale augurio a tutti voi e ai lettori del blog.



Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Potresti anche iscriverti all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati o semplicemente offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
1 commenti

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità