Gli scrittori della porta accanto

[Detti&Proverbi] Li soldi re lu carrucchiano se le fotte lo sciampagnone, illustrazione di Simona Bulla


Detti e proverbi illustrati, da un'idea di Elia Spinelli, illustrazione di Simona Bulla: "Li soldi re lu carrucchiano se le fotte lo sciampagnone".

I soldi dell'avaro se li godrà lo scialacquone
Rimarca il controsenso nel condurre una vita di privazioni al mero scopo di accantonare denaro. I soldi che hai risparmiato non ti accompagneranno nella tomba, per cui farnno la gioia di qualche spendaccione che li erediterà. 

★★★★★

E voi, quale proverbio usate più spesso? Vi piacerebbe vederlo illustrato dai nostri bravissimi collaboratori Bruno di Marco e Simona Bulla? Lasciate un commento a questo post e lo pubblicheremo nei prossimi appuntamenti della rubrica.

Altri curiosi detti e proverbi illustrati:





Simona Bulla
Da piccola, una delle sue passioni era "impiastricciare" i muri di casa con i colori, per la gioia di babbo e mamma. Quando i suoi occhi si posano sugli attrezzi del babbo, è amore a prima vista. Da quel momento, inizia a dare forma ai suoi amici immaginari, utilizzando vari tipi di materiale, come ferro, pietra, legno e creta. Ma la sua prima e vera passione rimane comunque l'illustrazione.

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Anonimo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità