Gli scrittori della porta accanto

[La ricompensa è il viaggio] In Trentino tra castelli e leggende, di Lara Zavatteri


Castelli d'estate, perché ci piacciono tanto?

I castelli durante la bella stagione diventano un'attrattiva per molti, ma perché ci piacciono? Anzitutto, fin da quando iniziamo a leggere, nei libri troviamo i castelli. Nelle fiabe che abbiamo letto da bambini c'erano dei castelli come cornice, o delle torri, o delle rocche. Una, per fare un esempio, è Raperonzolo, sola sulla torre con la sua lunga chioma d'oro.
I castelli ci riportano ad un periodo storico, quello del Medioevo, popolato da un lato da cavalieri, re, regine, dall'altro da tutta una serie di leggende, creature magiche e fatate che ancora una volta i libri raccontano. Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda, il castello di Nottingham in Robin Hood, solo per fare qualche altro esempio. I castelli evocano quel qualcosa di incantato e insieme maestoso, sopravvissuto allo scorrere dei secoli, che piacciono a tutti e sono ancora più apprezzati da chi legge e da chi scrive, anche come fonte d'ispirazione.
I castelli in estate sono luoghi da scoprire, anche in Trentino.
Sono di parte (abito in una valle del Trentino, la Val di Sole) ma voglio raccontarvi di un castello e di una leggenda. Da secoli si tramanda la leggenda d'amore di castel Caldes, posto nel paese omonimo appunto in Val di Sole. Protagonisti sono Olinda e Arunte, nomi fittizi che nascondevano probabilmente l'identità della nobile Marianna Elisabetta Thun e di un menestrello di corte. I due, nonostante le differenze di rango, s'innamorarono, ma il padre della ragazza intervenne per soffocare quel sentimento e la imprigionò nel castello. Lì Olinda, si racconta, morì di crepacuore per il suo amore spezzato.
Realtà, solo leggenda? Sta di fatto che nel castello si trovano anche dei cuori intrecciati dipinti su una parete… oltre a quella che pare fosse stata la prigione della povera Olinda.
Il castello, dopo lavori di restauro, è stato riaperto al pubblico. Per chi ama le leggende (ma sarà poi stata tale?) un luogo da non perdere, anche a livello architettonico e pittorico. Se passate per la valle, potete visitarlo da martedì a domenica con orario 10-18.
Sempre in valle potete visitare il castello di San Michele nel paese di Ossana, tutti i giorni con orario 10-12.30 e 14-18.30, da non perdere neanche in inverno, quando il maniero fa parte dell'itinerario dei presepi che da anni si organizza nel borgo.
Se volete saperne di più, ecco un libro da leggere per conoscere i castelli in Trentino Alto Adige (in Alto Adige da vedere castel Roncolo per gli affreschi stupendi).

GUIDA AI CASTELLI E ROCCHE MEDIEVALI
DEL TRENTINO ALTO ADIGE
di Gabriella Chmet
Editoriale Programma
ISBN 9788866433545
cartaceo 6,63€  Acquista

Buona lettura e buone visite nei castelli del Trentino (e in tutti gli altri in Italia, uno dei più belli è quello di Fenis in val d'Aosta, pare uscito davvero da un libro di fiabe).



Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle, Un cane di nome Giuliano, Risparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità