• Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ad ali spiegate, Ornella Nalon - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Le nemiche, di Russo, e La nemica, di Schisa

Le nemiche, di Russo, e La nemica, di Schisa

Libri | Mini recensioni di Beatrice Rurini. Le nemiche, di Carla Maria Russo, e La nemica, di Brunella Schisa. Due romanzi storici che parlano di donne rivali.


Le nemiche, di Carla Maria Russo, Piemme, 2017. Isabella e Lucrezia: quando due nemiche pensano a come meglio mettersi i bastoni tra l ruote. Meglio di una telenovela dei nostri giorni, meglio di una sceneggiata napoletana.

1501, nel pieno delle Signorie si svolge l'inaspettato quanto tormentato convivere di due donne belle che mirano al potere, sia territoriale che di letto.
Isabella d'Este, di casata pura, marchesa di Mantova che cerca di tenere a freno due dei suoi più giovani e scapestrati fratelli, sposa di un uomo intraprendente quanto belloccio e che non si fa scrupoli ad accedere ai letti delle altre donne.
Lucrezia Borgia, figlia illegittima e spesso per questo denigrata, usata dal padre e dai fratelli come merce di scambio, accetta un matrimonio lontano da Roma per poter vivere un po' in pace e serenamente, ma si invaghisce del consorte di Isabella e con lui inizia una relazione clandestina. Alla fine Isabella intercetta le prove di questo tradimento e colpirà Lucrezia là dove il suo punto debole ha un varco: le amicizie infantili e migliori.
Scritto con dovizia di particolari, personaggi ben delineati, non banale ma neppure semplicistico, narra le vicende di otto anni di coesistenza delle due donne tra le più influenti e potenti d'Italia, tra Emilia e Lombardia, coi loro segreti e le loro liti, le lettere inviate e i piccoli sgarbi che possono regalarsi.

di Carla Maria Russo
Piemme
Narrativa storica
ISBN 978-8856660517
ebook 9,99€
cartaceo 15,73€

Mantova, corte dei Gonzaga, giugno 1501. Quando Isabella d'Este scopre che suo padre, il duca di Ferrara Ercole I, ha scelto come moglie per l'erede al trono la donna più discussa della penisola, Lucrezia Borgia, figlia bastarda del papa, già sposa di due mariti, il primo ripudiato, il secondo ucciso in circostanze ambigue, il suo animo ne resta completamente sconvolto. La figlia di una tenutaria di bordello, come amava definirla, non può mischiare il suo sangue con quello purissimo e regale degli Este. Accolta con freddezza e disprezzo da tutti, Lucrezia, donna di fascino e di straordinaria bellezza, amante del lusso e del divertimento, riesce tuttavia a guadagnarsi i favori di almeno una parte della corte ferrarese. Intorno a queste due donne indimenticabili, gli intrighi, i tradimenti, le congiure che dilaniano due fra le più potenti corti del Rinascimento, ma anche gli amori travolgenti e impossibili, forieri di stragi e tragedie familiari. 


La nemica, di Brunella Schisa, Neri Pozza, 2017. Parigi 1786, il furto di un favoloso collier di diamanti spianerà la strada alla Rivoluzione dell’89 e alla fine dell’Ancien Régime.

Parigi, la storia inizia con una condanna esemplare e chi passa per caso dalla piazza ne viene subito colpito  per l'aggressività. Un inizio rocambolesco per un romanzo storico basato su fatti realmente accaduti, puntigliosamente ricostruiti e sviscerati sin nel profondo. Sicché anche Dumas ne aveva tratto spunto per scrivere un ottimo romanzo. La storia è una delle più ambigue truffe che la mente umana femminile possa aver concepito: il furto del secolo XVIII di una collana preziosissima di cui poi viene accusata ingiustamente la vituperata regina Maria Antonietta di Francia, e ciò, poi, porterà inevitabilmente alla rivoluzione.
Dicevo, la storia è realmente accaduta e i documenti sono stati ampiamente seguiti, i personaggi sono reali e ben delineati psicologicamente, le date perfettamente collocate anche se si tratta di un romanzo: all'uopo sono stati inseriti un paio di figure per rendere fluida la narrazione. Ottimo approccio sin dal prologo, che attanaglia il lettore e lo avviluppa nelle spire della trama fino al termine della stessa in un susseguirsi di informazioni, date, lettere autografe e racconto che si susseguono in brevi capitoli senza appesantire la scrittura

di Brunella Schisa
Neri Pozza
Narrativa storica
ISBN 978-8854511095
ebook 9,99€
cartaceo 15,30€

Parigi, giugno 1786. Il giovane Marcel de la Tache, giornalista alle prime armi, si trova dinnanzi a uno spettacolo senza precedenti: migliaia di persone circondano il patibolo sopra cui si dibatte una donna che tiene testa a quattro uomini. Chi è quella tigre inferocita? E quale delitto orrendo ha commesso per essere condannata alla pubblica fustigazione e marchiata a fuoco come una ladra? Impressionato e affascinato dalla sua bellezza, si interessa al caso. Scopre che la condannata è Jeanne de la Motte, un'avventuriera, contessa de la Motte, macchiata di tre gravi reati: furto, falso e lesa maestà. La donna, fingendo di agire per conto di Maria Antonietta, ha convinto il cardinale Rohan, a comprare e consegnarle un favoloso collier di diamanti con oltre seicento pietre tra le più belle d'Europa. Ammaliato dalla donna che ha infangato il nome della regina, frodato il cardinale Rohan e l'intera Francia, Marcel decide di farle visita in carcere. Una scelta destinata a condurlo su strade pericolose quando Jeanne gli chiederà di aiutarla a evadere. 



Beatrice-rurini

Beatrice Rurini
Sono appassionata di lettura e musica sin da piccola. Ho conseguito la maturità magistrale (senza insegnare), studiato pianoforte e violoncello. Lavoro come restauratrice d'arte. Sono sposata con prole e, soffrendo d'insonnia, mi appoggio alla lettura per evitare di stare con le mani in mano.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram