• Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Storie inventate in un giorno di pioggia: pagina 69

Storie inventate in un giorno di pioggia: pagina 69

Pagina 69 #126 | Storie inventate in un giorno di pioggia, AAVV, Gli Scrittori della Porta Accanto, 2017. Una raccolta di racconti, storie di guerra, amore, nascita, paura, mistero, fantasy e viaggio.

Il babbo è andato a comperare il platano. Il platano è come una banana, ha la stessa forma e anche lo stesso colore. Se è acerbo è verde, se è maturo la buccia è gialla con striature nere, proprio come la banana. Ma va cucinato. La prima volta che l’ho assaggiato qualche anno fa non me ne sono nemmeno accorto che era platano, pensavo fossero patatine. Sì, perché il platano qua lo fanno fritto oppure lesso. Lesso a me non piace niente, nemmeno l’uovo, ma fritto mangerei anche una scarpa e il platano è squisito. La nonna Marysol lo taglia a rondelle e lo frigge in un litro d’olio bollente, così quando lo tira fuori gocciola che è una meraviglia. Ecco, alla mamma era venuta voglia di platano poco fa e in casa non ce n’era. Qua da nonna non c’è mai niente a dir la verità, ma ormai mi sono abituato e non ci faccio più nemmeno caso. Quando la mamma ha nominato il platano la nonna è sbiancata, o meglio è diventata un po’ più chiara del solito visto che lei non è bianca ma è marroncina. Era preoccupata perché non avendo il platano non sapeva come soddisfare la voglia di mamma. Mi hanno detto che quando le viene il desiderio di mangiare qualcosa bisogna farglielo mangiare per forza, anche se è notte, anche se siamo in macchina, perché sennò poi il bambino nasce con una voglia spiaccicata sul viso, magari.
La mamma è incinta, di pochi mesi, me lo ha detto dopo poco che siamo arrivati a Santo Domingo. Eravamo in spiaggia e stavamo giocando a schizzarci nell’acqua e io ho visto che la sua pancia era più grande del solito. Aveva come un melone sotto l’ombelico, bello tondo e tirato, e io le ho chiesto se avesse mangiato un cocomero e le fosse rimasto indigesto. Allora lei si è seduta sul bagnasciuga, mi ha preso la mano e mi ha fatto avvicinare a lei. Mi ha fatto sedere tra le sue gambe, come piace sempre a me quando siamo sul letto prima di addormentarci, e lei mi fa i grattini sulla schiena. Mi ha abbracciato e mi ha detto:
«Ricordi che abbiamo parlato delle cicogne e dei bambini qualche tempo fa?».
«Sì, mamma, ma che c’incastrano le cicogne con la tua pancia ora… mica avrai mangiato una cicogna?!».
«No, Samu, che dici? Volevo dirti che qua nella mia pancia c’è il tuo fratellino… o la tua sorellina… ecco, tutto qua».
«Tutto qua??? Mamma, e quanto tempo è che è lì dentro? E chi ce lo ha messo, papà? Come mi hai spiegato tu? … No, no… quando? Io non ho visto niente, mai niente. Non vi siete mai baciati a letto nudi di notte, io passo sempre davanti camera vostra per andare in bagno e non ho mai visto niente. Ma sei sicura che sia lì dentro?».


Quarta di copertina
"Storie inventate in un giorno di pioggia" AAVV, Gli Scrittori della Porta Accanto.

Un nonno solo alle prese con tre nipoti maldestri e una giornata piovosa. Che fare per tenerli tranquilli, evitando tablet e cellulari? Sedersi per terra e raccontare delle storie inventate. È così che Nonno Claudio inizia a narrare di amicizia, viaggi e pure di Babbo Natale. Piano piano i più piccoli si addormentano e i racconti si evolvono, diventando adatti a un pubblico di adolescenti e adulti: storie di guerra, amore, nascita, paura, mistero.
Storie inventate in un giorno di pioggia è la raccolta di tutti i racconti pubblicati fino a marzo 2017 nella sezione L'angolo degli inediti sul sito Gli scrittori della porta accanto, con una trama che fa da legante alle narrazioni.


Leggi le altre pagine 69:


About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram