• Storie di una assistente turistica 2
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Un racconto per capello, del collettivo Gli Scrittori della Porta Accanto: pagina 69

Un racconto per capello, del collettivo Gli Scrittori della Porta Accanto: pagina 69

Pagina 69 #139 Un racconto per capello, del collettivo Gli Scrittori della Porta Accanto, GSdPA Edizioni, 2016. Tra i racconti, L'estate di Elisa, di Elena Genero Santoro. 

Ora il contatto con la sua pelle non mi è più estraneo e man mano che passeggiamo siamo sempre più vicini, sempre più in confidenza. Finché non arriviamo su un belvedere, su un punto da cui si domina tutta la campagna toscana. Ed è in questo frangente che lui mi sorride, mi prende la testa tra le mani, gioca per un momento con i miei riccioli neri, nel vano tentativo di stirarli, e poi mi dà un bacio dolcissimo che mi fa sussultare il cuore.
E quando pronuncia il mio nome, Elisa, sento un piacevole brivido lungo la schiena.
Chi ha detto che i tedeschi sono freddi? Beh, lui non lo è per niente. È molto tenero con me, mi accarezza le braccia con due dita mentre ci godiamo il panorama splendido nella giornata luminosa.
Mark non è freddo, ma è pur sempre tedesco, ed è lui che mi fa notare l’ora che passa e mi ricorda che dobbiamo tornare. Strada facendo ci fermiamo in un negozietto di cianfrusaglie e lui mi regala un braccialettino di stoffa. Allora io ne acquisto uno per lui, a ricordo di questa giornata. Poi, a pochi metri dalla piazza, lui lascia la mia mano e io improvvisamente mi sento triste, ho la percezione delle cose che finiscono, della vacanza che volge al termine e inizio a pensare che tra me e lui non sarà sempre così, che adesso siamo insieme a tutte le ore del giorno e tutto è perfetto e meraviglioso, ma presto lui ripartirà, tornerà a casa sua e dei suoi baci e della sua tenerezza mi resterà soltanto la memoria. Allora mi prende il magone, la tristezza mi invade il petto all’improvviso. Mi placo solo quando Mark, in auto, come all’andata, intreccia le sue dita con le mie.
E poi viene la sera, io che dormo nella mia stanzetta da sola e penso che lui è di là, dietro una parete sottile, solo a pochi metri di distanza, e vorrei stringerlo forte, vorrei addormentarmi con lui vicino, vorrei il suo abbraccio e le sue mani su di me, invece non posso, perché sono solo una ragazzina e mi sto prendendo una cotta per quello che i miei genitori chiamano cugino. Una lacrima mi riga improvvisamente il viso.
Me la asciugo pensando che basta aspettare domani per avere di nuovo i suoi baci rubati di nascosto, quando andremo ad appartarci sotto un pino con la scusa di leggere i nostri libri e magari ci divideremo le cuffie dell’iPod e ascolteremo la stessa musica.





Quarta di copertina
"Un racconto per capello" del collettivo Gli Scrittori della Porta Accanto

Le gag e i personaggi di un supermercato la vigilia di Natale, una famiglia di pidocchi, gli incubi di Alice e i sogni di Emma, Kariuki e l'Africa rurale, una romantica storia d'amore estiva, un'avventura alla indiana Jones, in viaggio tra culture diverse o nella mente dei protagonisti, la macabra ironia di un defunto appena giunto nell'aldilà.
Una raccolta di racconti, brevi storie che fanno viaggiare da un luogo all'altro del globo o, addirittura, da un'epoca all'altra, attraversando generi letterari diversi. Mainstream, horror, romance, fantasy, noir, narrativa di viaggio, visioni oniriche o profonde analisi introspettive, per bambini e adulti, meravigliosamente illustrati da Giorgia Catelan, Bruno Di Marco e Simona Bulla che hanno creato la copertina di ogni singolo racconto, per deliziare anche la vista del lettore e regalare colore e immagini durante la lettura.


Leggi le altre pagine 69:


About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO