Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Furtivo come un ninja, di Marina Panatero e Tea Pecunia

Recensione: Furtivo come un ninja, di Marina Panatero e Tea Pecunia

Libri Recensione di Andrea Pistoia. Furtivo come un ninja. L'arte di rendersi invisibili per eccellere, di Marina Panatero e Tea Pecunia (Feltrinelli). Cultura giapponese e meditazione: un originale e interessante escamotage per difendere la propria privacy.

È innegabile come negli ultimi anni siamo stati sempre più travolti dai social e sedotti dalla superficiale necessità di metterci in mostra, cadendo inevitabilmente vittime dei giudizi e critiche altrui.

Di fronte a tutto questo, qual è l’unica via per riconquistare il nostro equilibrio interiore? Renderci invisibili, specialmente da chi vuole umiliarci per un proprio sadico tornaconto.

Ecco perché Marina Panatero e Tea Pecunia hanno fornito in questo libro molteplici soluzioni per “sparire dai radar”, per affrontare le insidie di trovarsi sempre sotto i riflettori, per godersi nuovamente il piacere di un'intimità lontana dai social, per valorizzare di più l’essere invece dell’apparire ma soprattutto per renderci visibili alla società solo all’occorrenza o per necessità. Traggono ispirazione dalla cultura orientale attingendo per lo più da due libri: Shonin-ki e Bansenshukai. Queste antiche opere insegnano ad avere la meglio sul proprio ego, ovvero su colui che brama sempre più attenzione mediatica, e a tramutare gli ostacoli in opportunità.

Ma Marina Panatero e Tea Pecunia si spingono oltre. Ci mostrano ciò che è nocivo per la nostra vita, ovvero: l’errata convinzione di dover essere sempre all’altezza delle aspettative altrui.

La pericolosità del rendere di dominio pubblico la propria vita personale, specialmente quella di coppia, l’enorme dispendio di energia causato dall’essere sempre proiettati nel futuro o nel passato trascurando inevitabilmente il presente e il programmare nei minimi particolari ogni singola azione chiudendo di conseguenza le porte agli imprevisti che potrebbero migliorare la propria vita o renderla più eccitante.
Ovviamente l’intento delle autrici è di focalizzare l’attenzione del lettore sull’importanza di essere centrati, sull’osservare la vita e il mondo al di fuori delle mode e del condizionamento sociale del momento ma soprattutto sulla necessità di ascoltare se stessi, le proprie vere priorità e ciò di cui abbiamo veramente bisogno per sentirci sereni.

Furtivo come un ninja non si limita alla sola teoria ma abbraccia naturalmente anche la pratica.

Infatti ogni capitolo è costellato di esercizi utili per scoprire lati nuovi di noi stessi o per superare quei blocchi che hanno reso la nostra vita più complessa e grigia. Tali esercizi ci guidano verso la consapevolezza di aspetti negativi onnipresenti nella nostra vita: dal bisogno di accumulare denaro ai legami tossici che ci limitano, dal deleterio modo di approcciarci al mondo alla pressante ricerca di approvazione, dalle autolesionistiche abitudini quotidiane a ciò che ci causa più stress e ansia.

Ma per affrontare e sconfiggere tutte queste zone d’ombra, per conoscere se stessi e vivere più intensamente il “qui e ora”, Marina Panatero e Tea Pecunia consigliano un’unica via: la meditazione.

Lo sottolineano più e più volte fornendo prove “sul campo” ma soprattutto esercizi da applicare seduta stante. Ecco perché l'appendice è dedicata ad alcune meditazioni guidate, utili per approcciarsi a questa affascinante disciplina, per muovere i primi passi ma soprattutto per riportare equilibrio e chiarezza nella propria vita. Sono esercizi semplici ma al tempo stesso completi che permettono anche ai novizi di ottenere risultati strabilianti.

Furtivo come un ninja è anche arricchito da alcuni racconti delle tradizioni giapponesi, citazioni di uomini che hanno fatto la storia quali, ad esempio, Nietzsche, Shakespeare, Buddha e David Foster Wallace.

E non possono mancare saltuariamente aneddoti di vita vissuta dalle due autrici, i quali chiariscono ulteriormente certi concetti o punti di vista.
Tirando le somme, che dire di questo libro?
Personalmente ritengo che i continui rimandi alla cultura giapponese e ai ninja siano in fondo un originale e interessante escamotage per fissare l'attenzione del lettore su quanto sia importante rendersi invisibili, difendere la propria privacy e meditare per riportare la pace nella propria mente e cuore.
Marina Panatero e Tea Pecunia riescono a trasmettere concetti e pensieri in modo chiaro, profondo e d’impatto ma al tempo stesso elaborandoli in modo approfondito ed esaustivo.
Un libro quindi che affascina per le tematiche inerenti ai ninja e al loro misterioso mondo ma che, al tempo stesso, si integrano e adattano perfettamente con quelle attuali, senza però trascurare esercizi pratici che potrebbero veramente cambiare la nostra vita in meglio, per sempre.


Furtivo come un ninja
L'arte di rendersi invisibili per eccellere

di Marina Panatero e Tea Pecunia
Feltrinelli
Saggio | Autoaiuto
ISBN 978-8807091681
Cartaceo 12,35€
Ebook 8,99€

Sinossi 

Per mantenere la propria libertà, autonomia, indipendenza e raggiungere i propri obiettivi, oggi è necessario tenere un profilo basso e sapersi muovere furtivi, agili, senza dare troppo nell’occhio o mettersi sul palcoscenico. Ti sembra controcorrente? Addirittura un controsenso? Dipende cosa desideri nella vita per te stesso. Dipende qual è il valore massimo cui miri, l’aspirazione che ti anima. Se la libertà ti dà gioia, se arrivare dove vuoi ti esalta, se ciò che conta è la “sostanza” e non l’“apparenza”, allora l’arte di rendersi invisibili è il tuo mezzo per riuscirci. In questo, i più grandi maestri sono stati i ninja, che non padroneggiavano solo tecniche adatte alla guerriglia, ma avevano sviluppato una costante vigilanza e l’abilità di trovare vie d’uscita e di sfruttarle. Resilienza, perseveranza, autodisciplina, flessibilità, capacità di introspezione e attenzione, forza: ecco i loro insegnamenti per muoversi nel mondo e nell’esistenza. Impara la Via dei ninja: agire nell’ombra, senza clamore, ma con efficacia e perfetto tempismo. Non è affatto vero che per eccellere nella propria realizzazione sia necessario splendere come la stella più luminosa del firmamento. Che per essere soddisfatti sia imprescindibile stare sotto i riflettori. Anzi. Per fare centro al momento giusto, per restare liberi senza subire il controllo e il giudizio, dall’insegnamento dei ninja emergono le strategie vincenti per la vita di oggi.

Andrea Pistoia
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Potresti anche iscriverti all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati o semplicemente offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità