Mwende. Ricordi di due anni in Africa

Mwende. Ricordi di due anni in Africa

Emozioni intense, natura prepotente di indescrivibile bellezza, persone straordinarie, vita quotidiana in un ospedale missionario, viaggi on the road tra Kenya, Tanzania, Zanzibar e Sudan.
A 35 anni, malgrado una carriera avviata come ingegnere clinico, Stefania sente il bisogno di cambiare rotta. Decide di mollare tutto, un lavoro sicuro e gli affetti, e riparte con la sua valigia gialla per trasferirsi nell’arido villaggio di Matiri, in Kenya, come Direttore generale dell'ospedale St. Orsola. Lì conoscerà altri volontari, troverà amici tra i residenti, si scontrerà con una realtà a volte affascinante altre difficile da accettare, spesso combattuta tra ciò che le bisbiglia la testa e quello che le grida il cuore, sperimentando indimenticabili e logoranti montagne russe emozionali. E inaspettatamente, Stefania troverà anche l’amore.
In questo memoir, sequel del suo romanzo d’esordio “Con la mia valigia gialla”, l’autrice ripercorre la sua vita durante quei due anni, raccontando a volte fedelmente, a volte romanzandole per esigenze narrative, le storie che si è trovata a vivere. Per dare una sbirciatina alla sua Africa, una delle tante facce del seducente continente.
SCRIVI UNA RECENSIONEALTRI LIBRI DI STEFANIA BERGO


Mwende
Ricordi di due anni in Africa

Editore: StreetLib
Collana: Gli scrittori della porta accanto
Genere: Diario di viaggio | Memoir | Volontariato
ISBN: 9788827558690

Ebook: 2,99 €
Amazon Bookrepubblic Google Play Ibs

Cartaceo: 12,99 €
Amazon Ibs


Hai già letto il libro? Ti è piaciuto e vuoi consigliarlo a qualcuno? Allora lascia un commento qui sotto o sugli store online o condividi questa pagina, per favore. È un modo per aiutare gli autori indipendenti a farsi conoscere e per far scoprire ad altri lettori piacevoli romanzi, piccole perle che altrimenti passerebbero inosservate. Grazie!



La colonna sonora del romanzo




Rassegna stampa

Amazon, recensioni clienti
Le sfumature segrete delle parole, recensione di Luca Paganucci
Cultura al femminile, recensione di Elisabetta Corti

ESTRATTI E RECENSIONI




    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

Pubblicità
Promozione laFeltrinelli