• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Emma Fenu: "Catturando nuvole e sogni" di Marina Litrico

Catturando nuvole e sogni” è una silloge di Marina Litrico, da lei stessa edita nel 2014.
Preparatevi a varcare la soglia di un mondo che conoscete, alcuni bene, altri benissimo, altri appena.
Sembra un luogo immobile, dove le lancette sono solo baffi di orologi antropomorfi e dove tutto si arresta ad una fine imperitura, senza possibilità di evoluzione.
Sembra, ma non è: si tratta del mondo della letteratura dove l’imprevisto fa capolino d’improvviso; dove immaginazione e realtà si intrecciano come bisce in amore; dove il lettore e lo scrittore sono complici e si strizzano l’occhio, come vecchi compagni d’avventure.
Marina Litrico, con la sua silloge di racconti e poesie, cerca di ingannarci con il titolo: “Catturando nuvole e sogni”. Vuole portarci in cieli sconfinati? No, ci vuole catturare: le vittime siamo noi, avidi di parole, di storie e di infinito. E il progetto le riesce, con doti di ottima scrittrice, edotta di libri classici che, nelle righe e fra le righe e sopra le righe, giocano il proprio ruolo.
I racconti della Litrico sono permeati sui temi dell’incomunicabilità e sul tentativo di una fuga, almeno per vedere come avrebbe potuto essere se fosse stato, se nel pozzo di Alice ci fossimo caduti anche noi, prede di Conigli, Cappellai e Regine che non offrono risposte, ma pongono domande.
Ogni finale dei racconti, infatti, è straniante e accattivante, l’epilogo c’è, ma i “eh se…” non si negano a nessuno.
Paradossalmente, in “Catturando nuvole e sogni”, le poesie, sia quelle composte dell’autrice, sia quelle della di lei nonna, doni preziosi perché dedicate con amore alla nipote, gli animi si svelano di più, restando nudi e fragili davanti ai nostri occhi, nel narrarci non solo come si cattura, ma anche come si viene catturati dalla vita, che si fonde nella letteratura, per dar vita ad un’unica storia di cui perfino i propri parenti fanno parte, senza soluzione di continuità.
Il libro vi lascerà liberi, infine, ma vorrete tornare in quella magnifica prigione di parole, metafore, capovolgimenti.
In esso compare una sola fiaba: credo che al collo del semino di limone, che ne è protagonista, troverete una chiave: usatela per tutte le altre composizioni.
Un finale è sempre un finale, una fuga è sempre un ritorno, una vita è sempre una storia: eppure vale la pena avventurarsi in meandri sconosciuti, prima di ritornare a casa e riconoscersi, nel proprio specchio, e crescere ancora, saldi nelle proprie radici.
Grazie Marina Litrico, per avermi donato un albero,su cui arrampicarmi a caccia di nuvole e sogni.







Portare sulla pagina queste mie fantasticherie è stato veramente come catturare nuvole e sogni. 
Questi scritti nascono tutti dalle sensazioni impalpabili del primo mattino, quelle appunto che hanno la consistenza del nembo e del sogno, difficili da stabilizzare persino nel ricordo. 
Sono otto racconti brevi, una fiaba e otto poesie, seguono tre poesie di mia nonna dedicate a me.









di Marina Litrico | Youcanprint  | Racconti brevi, Fantastico, Poesia  
ISBN 978-88-98440-37-5 | cartaceo 10,00€ Acquista



di Emma Fenu
Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Laureata in Lettere e Filosofia, ha, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrive per lavoro e per passione.
Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena, Abel Books.
Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità, Echos Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...