• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Renata Morbidelli: "Voce" di Elisabetta Bagli

Leggere il libro di Elisabetta Bagli è stato sorprendente! 
Anche se spesso mi sono trovata in sintonia con lei, non mi sarei mai immaginata di potermi ritrovare nei suoi versi. Ascoltare la Voce della sua anima, anche "solo" attraverso delle parole, mi ha sorpresa e commossa.
La Bagli assomiglia alle onde del mare: sempre in movimento, come lo sono i suoi versi sciolti, che mi hanno accompagnata nella danza, malinconica e gioiosa al contempo, di uno spirito in continua evoluzione, in continua crescita, sempre in viaggio e alla ricerca di risposte alle sue infinite domande. Il suo modo di porsi e di scrivere, apparentemente semplice, porta chi legge a scoprire una donna vera e coraggiosa che non teme lo sguardo di chi s'addentra nei meandri della sua anima messa a nudo
L'autrice non ha maschere né veli. Nei suoi versi emergono anche le sue fragilità, il suo dolore, le sue paure, i mille interrogativi che riecheggiano, di tanto in tanto, nelle sue liriche. 
Personalmente mi sono sorpresa nello scoprire l'anima di una donna sensuale e passionale, quando descrive la bellezza di certi incontri, quanto tenera e materna, nei versi scritti per i suoi due piccoli gioielli. Ho sentito lo strappo della perdita e dell'abbandono per chi se n'è andato per sempre o per un amore finito. Ho passeggiato con lei tra i sampietrini di Roma, immersa nella meravigliosa semplicità del quartiere di Trastevere durante la festa de noantri; mi è sembrato di starle accanto mentre salutava con amore ogni angolo della sua Garbatella per poi ritrovarmi per le strade di Madrid. 
Ho sorriso, ho pianto, ho gridato ed ho anche cantato di gioia insieme a questa dolce, forte e coraggiosa poetessa che ci ha raccontato tanto di sé, ma che ha ancora tanto altro da raccontare. Scrivi ancora, Elisabetta Bagli, non fermare la tua penna!
 

Con la seconda edizione della sua silloge Voce, Elisabetta Bagli riprende alcuni dei temi che le sono più cari e allarga ulteriormente il suo sguardo, tornando anche a osservare, con il suo modo di sentire viscerale, il mondo che le sta attorno. Affronta temi quali le radici, anche se la terra, in cui esse affondano, assume sapori diversi; le donne e la femminilità, raccordandosi a uno degli argomenti a lei più cari; la vita nelle sue molteplici sfumature e, immancabile, l'Amore. Un amore che coglie tutte le accezioni possibili: vissuto, negato, frustrato, passionale, finito e sognato.
Una raccolta poetica completa e intensa, che ripropone i versi raccolti in un periodo fresco nella poetica dell'autrice, arricchiti oggi da una sapiente dose di maturità stilistica e di maggiore introspezione personale.
Le poesie presentate, in versi liberi, sono tutte caratterizzate da uno stile ricercato e raffinato, ma senza mai diventare pesanti o nebulose. La vita è vita e se ne parla, per quanto in veste poetica, in modo diretto, toccando, come solo pochi autori sanno fare, l'anima del lettore. Conducendolo nei meandri dell'intimo, anche in anfratti mai visitati prima, attraverso la parola che scorre a volte placida, altre volte impetuosa.
Voce presenta una panoramica a 360° sull'esistenza e sulle situazioni quotidiane, viste, interpretate e descritte dall'occhio sensibile e dalla mano unica di una poetessa che è un astro nascente nel panorama poetico italiano e internazionale.

  di Elisabetta Bagli  | Edizioni Esordienti E-book | Poesia
ISBN 978-8866902393 | cartaceo 12,00€  Amazon | ebook 5,77€ Amazon




Renata Morbidelli
Fin da giovanissima, mi sono cimenta, solo come diletto personale, nella composizione di poesie. L'incontro con i poemi epici di Omero, le leggende del circuito arturiano e di altri personaggi della letteratura britannica suscitano in me un crescente interesse.
Il cavaliere di fuoco, Narcissus Selfpublished.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...