• Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Valentina Gerini: "Attimi di noi. Storie di adolescenti con tumore."

Un libro forte, che toglie l'appetito, che toglie il respiro, che ferma il cuore.
"Attimi di noi" è un libro che tutti, malati e non, dovrebbero leggere perché fa riflettere molto. Non si gira intorno alle cose, in questo libro, non si usano parafrasi né altri nomi. Il cancro si chiama cancro e i protagonisti ne parlano spogliandosi di ogni vergogna, di ogni paura.
Storie vere raccontate da chi il cancro l'ha vissuto o lo sta vivendo, in tenera età. Quei ragazzi, costretti a crescere troppo in fretta e ad affrontare una realtà difficile per colpa di una malattia che non hanno scelto, sono la rappresentazione vivente della forza. Li vediamo combattere, abbattersi, rialzarsi e combattere di nuovo. Perché di tutti questi ragazzi, che vanno dagli otto ai ventiquattro anni, non ce n'è uno che si sia dato per vinto, nemmeno quando la malattia ha avuto la meglio.
In tutte le storie, raccontate in prima persona dai ragazzi stessi, con le loro parole, semplici e dirette, ricorre il pensiero comune che il cancro sia una maledizione ma anche una grande fortuna. Tutti in qualche modo sono contenti di averlo avuto, non per il male che ha loro provocato, ma per l'esperienza che hanno vissuto che li ha fatti crescere d'improvviso e apprezzare le cose importanti della vita, ha fatto loro riconoscere i veri valori e permesso di costruire solidi rapporti con le loro famiglie e con persone conosciute durante i trattamenti.
'Come si può ringraziare di avere avuto un cancro?', mi chiedevo all'inizio, leggendo le prime pagine. Andando avanti nella lettura poi ho capito: sfiorando la morte, il dolore, l'insicurezza di esserci domani qua su questa terra, si capisce molto di più, si dà il giusto peso alle cose e si scopre dentro di sé una grande volontà, mettendo a nudo la persona che siamo, quella vera, che spesso si nasconde. Ecco, questi ragazzi tentano di insegnarci proprio questo. Essi lottano per sopravvivere e raccontano di una realtà che, se non ci tocca, spesso non riusciamo nemmeno ad immaginare che esista.
Si spezza il cuore nel leggere che bambini di quattro anni non hanno vinto la loro battaglia, che ragazzi di venti anni, pur avendo lottato con tenacia, non sono riusciti a raggiungere la vetta di questa lunga scalata. Poi però, per fortuna, si gioisce leggendo di tutti quelli che la vetta l'hanno raggiunta e si sono finalmente seduti su di una panchina a godersi il panorama e a fare progetti sul futuro.
Una frase è ricorrente in quasi tutti i racconti di questi ragazzi: io ho il cancro, non sono il cancro. Ed è proprio così: chi ha il cancro non è il cancro, non è un essere differente da noi, da guardare con sospetto o pietà. È un soldato chiamato a combattere una battaglia con questo brutto male e in quanto tale è una persona degna del nostro rispetto, della nostra più rande ammirazione.
Una lettura toccante, cruda e, a tratti, difficile da digerire. Lo stile semplice, naturale e fluido con il quale i ragazzi si raccontano fa sembrare il tutto come una chiacchierata tra il lettore e questi ragazzi.
L'idea della gratuità per renderlo accessibile a chiunque abbia desiderio di leggerlo fa capire lo scopo primario di questa raccolta di racconti: far conoscere le storie e le situazioni degli adolescenti con cancro, far sapere che ci sono e che possono aiutare chi è nella loro stessa situazione ma anche chi non lo è, perché le loro parole sono parole che arricchiscono l'anima e fanno trovare la forza anche a chi pensa di non averla.
Nel ricordo di chi non ce l'ha fatta, questo libro celebra la vita parlando del cancro. Una lettura assolutamente necessaria.


ATTIMI DI NOI. 
Storie di adolescenti con tumore. 
di AA. VV. 
disponibile gratuitamente da 1/2/2016

Gli adolescenti e i giovani adulti con tumore sono pazienti con bisogni e caratteristiche particolari. In sospeso fra il mondo dell’oncologia pediatrica e quello dell’oncologia per l’adulto, questi ragazzi raramente hanno delle opportunità per raccontarsi.
Questa raccolta, fortemente voluta dall’associazione di volontariato "Adolescenti e cancro", che ne è curatrice, nasce proprio per dare voce a un gruppo di adolescenti e giovani adulti che stanno affrontando o hanno affrontato la malattia oncologica.
Ricevere una diagnosi di cancro durante l’adolescenza è particolarmente complesso, perché il tumore mette in pausa tutto ciò, trasforma la quotidianità, l’aspetto fisico, le relazioni con gli altri, la sicurezza in se stessi e spesso il ragazzo si ritrova a porsi domande come: “Perché è successo proprio a me?” e “Guarirò?”.
Per la realizzazione di questa raccolta abbiamo fornito ai ragazzi una traccia, ma per il resto ognuno ha potuto esprimersi come meglio voleva, focalizzandosi sui punti della sua storia che sentiva il bisogno di condividere di più. Abbiamo lasciato piena libertà ai ragazzi sulla lunghezza delle loro storie: ci sono ragazzi che hanno scritto mezza pagina e altri che ne hanno riempito diverse. E così ci ritroviamo con storie che ci parlano di diagnosi di tumore, spaesamento, sorpresa, paura; di famiglie intere che si armano per lottare contro il nemico, di forza, coraggio, sorrisi, d’incontri in un corridoio d’ospedale, di lacrime, di chemioterapia, radioterapia, operazioni chirurgiche, di paura di non farcela e voglia di godersi questa vita. Sono anche storie che parlano di crescita, quella crescita che avviene troppo in fretta e quella maturità acquisita durante il “viaggio” che permette ai ragazzi di vedere la vita con occhi diversi.
Lo scopo principale di questa raccolta è dare voce agli adolescenti e ai giovani adulti – una categoria un po’ dimenticata quando si parla di oncologia – perché siano loro stessi a raccontarsi. Un altro scopo importante è sensibilizzare le persone perché nella nostra società non parliamo a sufficienza del cancro nell’adolescenza.
Questa raccolta è frutto di un lavoro di squadra nel quale i ragazzi autori delle storie sono al centro di tutto: loro che, con coraggio, semplicità e sincerità, ci hanno aperto le porte delle loro anime e che, attraverso queste storie, danno voce a tanti ragazzi e ragazze che, in tutta Italia ma non solo, combattono ogni giorno per la vita. Ed è a loro che va il nostro grazie più sentito.



Valentina Gerini
Dopo la maturità scientifica e uno studio approfondito della lingua inglese inizia a lavorare all’estero. Le sue più grandi passioni sono i viaggi e la scrittura. Dei viaggi ne ha fatto la sua professione, diventando accompagnatrice turistica; della scrittura il suo hobby, occupandosi degli articoli di copertina per un mensile dedicato alle storie di paese.
Volevo un marito nero, 0111Edizioni.
La notte delle stelle cadenti, Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO