• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Una porta sull'Arte] L'editoriale di Gianna Gambini: da Kandinsky a Pollock, la collezione Guggenheim in mostra a Firenze


Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim a Firenze, Palazzo Strozzi, fino al 24 luglio.

Negli ultimi tempi la città di Firenze ha avuto un merito importante in ambito artistico: saper mischiare l’arte rinascimentale di cui è notoriamente la culla, con l’arte contemporanea. Palazzo Strozzi, uno dei palazzi rinascimentali più affascinanti della città, situato tra Piazza della Repubblica con i suoi caffè storici e via dei Tornabuoni, nota per ospitare i negozi delle migliori firme italiane di moda, si è mosso verso questa commistione di epoche e di stili, attirando migliaia di visitatori. 
Forte del precedente successo dell’esposizione La divina bellezza, Palazzo Strozzi ha aperto le sue porte all’arte collezionata da Peggy e Solomon Guggenheim a Venezia e a New York. A dir la verità prima di questo incontro a “distanza”, c’era già stata un’occasione in cui Peggy Guggenheim aveva varcato la soglia del palazzo, nel 1949: aveva esposto proprio lì la sua collezione, prima di renderla stabile a Palazzo dei Leoni di Venezia. Il merito di Luca Massimo Barbero, curatore della mostra, è stato principalmente quello di aver creato un ponte immaginario tra l’America e l’Europa tramite l’arte promossa dai fratelli Guggenheim, riunendo alcune delle opere di maggior rilevanza nelle sale del palazzo.


la pastorella delle sfingi
Le opere sono esposte nelle rispettive sale seguendo un ordine cronologico, partendo dagli artisti operanti negli anni Venti, fino a giungere alle opere realizzate negli anni Sessanta
Nelle prime sale sono presenti coloro che sono considerati i grandi esponenti dell’arte moderna come Max Ernst, Salvador Dalì, Marcel Duchamp, seguiti dai surrealisti, tra i quali ho apprezzato l’opera di Leonor Fini, La pastorella delle sfingi, sunto della sua abilità nel mescolare la realtà con l’altrove per mezzo dei suoi personaggi metamorfici, Oink di Leonora Carrington e L’aurora di Paul Delvaux
Nelle sale a seguire compaiono i lavori degli informali europei come Burri, Vedova, Fontana. Interessanti le opere di Kandinsky ricreate in tridimensionale dalla preziosa arte plastica di Calder, particolarmente amate da Peggy Guggenheim. 
Nelle ultime due sale si avvicendano le grandi opere, sia per valore artistico che per dimensione, dell’action painting di Pollock e le figure geometriche riproposte nelle varie sfumature di colore dall’artista russo Rothko, fino a giungere con Roy Lichtestein agli albori della Pop Art. 
A metà del percorso sorprende piacevolmente una ricostruzione della casa veneziana di Peggy Guggenheim, che ospita alcune ricostruzioni di stampe realmente presenti nell’abitazione, affiancate da idoli e suppellettili realmente provenienti dalla dimora della collezionista.
Il visitatore si trova ad affrontare un intenso viaggio all’interno dei maggiori esponenti dell’arte contemporanea, guidati dal gusto, dall’intuizione e dalla caparbietà di Peggy e Solomon Guggenheim che hanno avuto un peso preponderante nell’arte del Ventesimo secolo. Anche coloro che non conoscono approfonditamente le opere esposte e le vicende biografiche spesso sorprendenti che hanno permesso che le strade degli artisti si incontrassero con quelle dei due collezionisti, possono seguire il percorso dell’esposizione, grazie ad ampi pannelli descrittivi ed a supporti multimediali estremamente curati e utili.




La mostra appare interessante ed istruttiva anche per i bambini che hanno più opportunità per avvicinarsi all’arte tramite il gioco e l’interazione con le opere esposte. Se è vero che si apprende meglio con attività ludiche, perché ciò che osserviamo diventa nostro manipolandolo, è utilissimo il kit per famiglie: una valigetta in cui ci sono alcuni materiali (matite, gomme, appunta lapis, carta carbone, forme in feltro, ecc.) necessari a realizzare in ogni sala alcune riproduzioni di opere d’arte, oppure a proporre una propria versione di lavori suggeriti dalle varie correnti artistiche, in una proficua e divertente collaborazione tra bambini e adulti. Per i bambini sono noleggiabili anche delle cuffie che spiegano con un linguaggio a loro comprensibile alcune delle opere presenti nelle varie sale (non ho ascoltato cosa proponesse l’audio guida per bambini, ma vi assicuro che chi l’ha indossata non si è annoiato, anzi sorrideva, apprendendo nozioni fondamentali!).


ORARIO
Tutti i giorni inclusi i festivi 10.00-20.00
Giovedì 10.00-23.00

BIGLIETTI
Intero € 12,00
Ridotto e gruppi € 9,50 e € 4,00
Costo prevendita a biglietto (escluso scuole) € 1,00
Maggiori informazioni




Gianna Gambini
Laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze. Dopo aver conseguito alcuni master e il diploma di specializzazione presso la SISS di Pisa, lavora come insegnante, presso la Scuola Secondaria di Primo grado. Sposata con una figlia vive nel comune di Terranuova Bracciolini.
Tartarughe marine, 0111Edizioni.
Equilibrio precario, 0111Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO