• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Serie TV] "Elisa di Rivombrosa", un amore senza tempo tra fiction e libri, di Lara Zavatteri

Elisa-di-Rivombrosa

Elisa di Rivombrosa, la fiction italiana tratta da un libro del '700, un amore senza tempo.

Elisa di Rivombrosa è stata una fiction di successo trasmessa diversi anni fa, con due seguiti. La prima stagione, in replica, sta terminando su Mediaset Extra, si tratta di una serie nata basandosi su un libro e che a sua volta è divenuta un libro.
Per chi non avesse mai visto la fiction, siamo in Piemonte nel Settecento ed Elisa Scalzi è la dama di compagnia della contessa Agnese Ristori, della tenuta di Rivombrosa. Ad inizio stagione Fabrizio, il figlio della contessa, per anni a servizio nell'esercito francese, decide di far ritorno a casa, dove lo attendono anche la sorella Anna, la nipotina Emilia e tutta la servitù tra cui Amelia, che lo conosce fin da bambino. Giunto a casa nota subito Elisa e la scambia per una nobildonna, inizia a corteggiarla fino a quando non scopre che si tratta sì di una dama di compagnia ma pur sempre di una serva.
Fabrizio la imprigiona ma proprio in quei momenti la contessa Agnese si sente male, chiede di Elisa e poco dopo muore. Fabrizio inizia a comprendere la nobiltà d'animo, se non di sangue, di Elisa e se ne innamora nonostante la differenza di ceto che vede la coppia osteggiata dai nobili locali. Fabrizio ha un incarico importante da portare a termine, ovvero consegnare una lista di congiurati contro il re a Sua Maestà in persona, ma trova sul suo cammino tutta una serie di ostacoli.
Uno è la marchesa Lucrezia, amore giovanile di Fabrizio, implicata nel complotto, che raggira il conte in vari modi, con la complicità di Ottavio Ranieri, governatore, pure lui congiurato, che tenta in tutti i modi di mettere mano alla lista.
Il nobile Giulio Drago è amico intimo di Fabrizio, ama Margherita Maffei, che poi si farà suora per la disperazione, ma purtroppo anche il suo nome è sulla lista da portare al re. Pur essendo amico di Fabrizio, cerca di impossessarsene e il duello fra i due vede morire Giulio sotto gli occhi di Elisa, Fabrizio e Margherita.
Elisa e Fabrizio nel frattempo fanno coppia fissa. Si scopre che Fabrizio ha un figlio, Martino, di cui non conosceva l'esistenza.
Anna s'innamora del medico Antonio Ceppi.
Se avete visto la fiction sapete cosa succede, per gli altri, chissà come andrà a finire...

Elisa di Rivombrosa. Il dolore e la gioia, Mondadori.

Alla prima serie ne seguì una seconda e un'altra con protagonista la figlia di Elisa, Agnese (chiamata così in onore della contessa Ristori) ambientata vent'anni dopo la prima stagione, con la tenuta di Rivombrosa amministrata da un Martino adulto, innamorato segretamente della cugina Emilia. Una bellissima serie che, tra l'altro, ha anche un altro riferimento ai libri. La lista dei congiurati, infatti, è nascosta sotto la copertina di un libro, quello preferito dalla contesa Agnese.

ELISA DI RIVOMBROSA
IL DOLORE E LA GIOIA
di  AA. VV.
Mondadori
ISBN 978-8804552857
cartaceo 6,70€  Acquista

La fiction, per la regia di Cinzia Th Torrini, vede nei panni di Elisa l'attrice Vittoria Puccini e in quelli di Fabrizio l'attore Alessandro Preziosi. La serie è tratta dal libro scritto nel Settecento “Pamela, anche se nomi e ambientazioni sono stati cambiati. Inoltre, dalla serie è stato tratto un romanzo che riassume questa prima parte della storia ovvero “Elisa di Rivombrosa. L'amore impossibile” (ormai fuori catalogo), e un secondo che riguarda invece gli eventi successivi, “Elisa di Rivombrosa. Il dolore e la gioia”.



Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle, Un cane di nome Giuliano, Risparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

Breaking News

Dal nostro archivio

La Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, per dire basta alle spose bambine, una rivoluzione (arancione) necessaria, di Stefania Bergo

Oggi si celebra in tutto il mondo la V Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze . Una giornata di sensibilizzazione, per il d...