Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Le attrici, di Elena Stancanelli

Recensione: Le attrici, di Elena Stancanelli

Libri Recensione di Tamara Marcelli. Le attrici di Elena Stancanelli (Einaudi). Un libro psichedelico, veloce, contorto, fatto di immagini che si rincorrono, di storie che si intrecciano e che ritornano.

Il Teatro come sfondo, come una tela bianca che accoglie le anime perse. E si colora, magicamente. Perché il Teatro è magia, è quel che non si può mai spiegare a parole. E gli attori sono esseri un po’ strani, sempre con la testa altrove, sempre con un personaggio addosso, anche quando dormono. Che mentre parlano ascoltano il suono, le melodie di quel che dicono. L’Arte delle parole ma più delle pause, del nulla pieno di tutto.
La Stella marina. Un quadro, l’Arte, la Vita. I sogni che sono più duri della realtà. Onde fluttuanti che si infrangono continuamente, senza riposo. E ti viene voglia di buttartici dentro. Lasciarti portar via. Facile scappare, difficile restare. Ripercorrere i propri passi a ritroso e raggiungere l’origine. Perché la fine può essere l’inizio.


La forza delle emozioni, qualsiasi esse siano. Belle e ripugnanti. Fanno parte del gioco. E il gioco può essere un pretesto, un ponte per arrivare dall’altra parte.
L’Arte è la Vita vista in modo più semplice. Più vero.
La Vita è Arte quando ascoltiamo la voce della nostra anima.
Quando assecondiamo ciò che siamo. Quando non ci imponiamo scelte fatte per noi da altri. Quando possiamo sederci in riva al mare e respirare. Liberi. Sotto la pioggia che lava via il superfluo, quello che ti si appiccica addosso e ti appesantisce. Ti blocca e ti scolora.
È Arte quando torniamo ad essere una tela bianca.
Io vendo rose appassite. Ma questo è il mio destino. Perché il talento è un destino.
È la mia Vita.

Le attrici

Le attrici

di Elena Stancanelli
Einaudi
Narrativa
ISBN 978-8806158637
Cartaceo 7,02€

Sinossi
Il teatro, un provino decisivo in un'isola che nasconde un mistero, un maestro un po' sciamano, un po' imbroglione e un po' distrutto, due ragazze in gioco. La seduzione della sapienza che ha divelto il cancello che divide il bene dal male. Personaggi inventati e rubati dalla realtà si abbracciano e si lasciano, in uno strano tango buffonesco.



Tamara Marcelli
Artista poliedrica, eccentrica, amante dell'arte in tutte le sue forme. Una sognatrice folle. Ha studiato Lettere e Tecniche dello Spettacolo, canto e recitazione per oltre dieci anni e ha lavorato come attrice in alcuni importanti Teatri del Lazio. Scrive poesie, romanzi, testi teatrali, articoli e saggi.
Il blu che non è un colore, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).
Evoluzione storico culturale del crimine organizzato in Sardegna, Albatros.
Il sogno dell'isola, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità