Gli scrittori della porta accanto - Non solo libri

Pag. 69 "Musica" di Yukio Mishima | #40

MUSICA
Acquista
di Yukio Mishima
Feltrinelli |  186 pagine

La frigidità di Reiko non si può considerare allo stesso modo delle perversioni sessuali, ma poiché è chiaro che lei, consciamente e inconsciamente, affronti i problemi della vita usando la sua frigidità come arma, non è sufficiente considerare questo disturbo solo e semplicemente dal lato negativo, cioè dal lato del “rifiuto”. Forse dobbiamo considerare anche il lato positivo, il lato per il quale nel fondo del suo cuore lei tenta sempre di raggiungere con quell’arma, o per meglio dire con quell’armatura, l’“amore nella sua totalità”.
Ma allora per lei il raggiungimento dell’“amore nella sua totalità” significa semplicemente reincontrare il fratello scomparso?… Non credo che si tratti solo di questo. Gli esseri umani sono esseri complessi che, davanti all’obiettivo per cui combattono, creano, in prima persona e di proposito, degli ostacoli. Se consideriamo la frigidità di Reiko come un ostacolo che si è creata da sé, il suo fine ultimo potrebbe essere il giardino fiorito della perfetta gioia sessuale che il novantanove per cento delle donne non conosce, il paradiso del piacere totale. Se così fosse, la sua frigidità non sarebbe altro che la prova del suo esasperato idealismo.
Pensando di continuo a tutto ciò, di notte leggevo e rileggevo gli appunti sull’analisi di Reiko, controllando se non ci fossero punti importanti che potevano essermi sfuggiti. Così mi accorsi che la figura del giovane cugino di secondo grado, il fidanzato “da odiare”, il responsabile della sua verginità rubata nell’infanzia e della sua prolungata permanenza a Tokyo, non era stata ancora esaminata. Immaginai varie cose riguardo a questa persona, ma non riuscii affatto a formarmene un’immagine concreta. Pensai che nella prossima seduta sarebbe stato necessario esaminare un pò più a fondo la relazione tra l’odio verso quest’individuo e l’immagine del fratello scomparso.
Lo capii solo più tardi, ma questa mia intuizione aveva incredibilmente centrato il bersaglio.

~ 69 ~

Sinossi. Un giorno d'autunno, alla porta del dottor Shiomi Kazunori, uno psicananlista che da cinque anni ha aperto uno studio a Hibiya, si presenta un'affascinante ragazza di nome Reiko, che lo informa di non riusire a sentire la musica. Da qui si sviluppa un'intricata vicenda in cui i molteplici tentativi di risalire alla causa del problema (la musica è una metafora dell'orgasmo) vengono descritti con una suspence da romanzo giallo.


Tutte le pagine69 del nostro sito:



Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità