[The week] 20-26 novembre: eventi culturali e di costume per immagini, di Stefania Bergo

Un reportage fotografico di alcuni eventi culturali accaduti questa settimana nel mondo, dal 20 al 26 novembre.

Le immagini, con il loro impatto visivo, sono in grado di raccontare un evento molto più efficacemente delle parole. E hanno il privilegio di poter catturare un attimo, un ricordo, e chiuderlo in pochi pixel. 
Anche oggi, la nostra rubrica riassume alcuni eventi, non certo tutti, accaduti durante la settimana. Piccoli, grandi eventi dal mondo: cultura, spettacolo, attualità, scienza e lifestyle, una carrellata di ciò che i reporter professionisti hanno immortalato.

22 novembre: alla galleria Atlas di Londra, si inaugura The psychic lens, la mostra dedicata al surrealismo nella fotografia 

The-psychic-lens

Il surrealismo nasce negli anni venti come evoluzione del movimento dadaista, ispirato dall’opera di Sigmund Freud L’interpretazione dei sogni (1899), in cui il sogno diventa il mezzo ideale per accedere all’inconscio e liberarsi delle censure della ragione. In fotografia, si possono individuare due filoni: quello legato all’immaginario onirico e quello più legato alla creazione automatica, necessaria per liberarsi dai pensieri razionali.
Nell'ambito della mostra The psychic lens, viene dedicato uno spazio particolare all’artista che più di tutti ha sperimentato con il surrealismo: Man Ray.
Foto di Man Ray

24 novembre: apre la mostra della fotografa Letizia Battaglia, a Roma fino al 17 aprile

Letizia-Battaglia-mostra-fotografia

Al Maxxi, di Roma, vent’anni di reportage realizzati a Palermo tra storie di mafia, miseria e solitudine. Oltre 200 scatti, provini e vintage print inediti provenienti dall’archivio storico della grande fotografa, insieme a riviste, pubblicazioni, film e interviste. Una grande mostra monografica, dalle proteste di piazza a Milano negli anni Settanta a Pier Paolo Pasolini, dai tanti morti per mafia, all'eleganza delle bambine del quartiere della Cala di Palermo.
Foto Letizia Battaglia

24 novembre: esce al cinema Il cittadino illustre

Il-cittadino-illustre

Presentato in concorso al Festival di Venezia 2016, è la storia di uno scrittore argentino, Daniel Mantovani, premio Nobel accettato con polemica, che torna nel paese natale 40 anni dopo averlo abbandonato, per ricevere una onoreficenza. In un viaggio nel cuore della letteratura stessa, Daniel parla del rapporto tra etica e arte, tra cultura e politica, tra quello che c'è di vero e di reale in un romanzo o quando invece sia unicamente frutto di fantasia e ispirazione. I personaggi dei suoi libri provengono da quel paese, Salas, e si ribellano al loro stesso autore per quello che ha descritto con forse eccessiva sincerità.
È un film basato su coppie di opposizioni: la realtà e la finzione; l’Europa e l’Argentina; la metropoli e la provincia; la cultura e l’ignoranza; il passato e il presente; l’arte e la vita; l’amore e l’odio; la commedia e il dramma.

26 novembre: Roma, #Nonunadimeno, la manifestazione contro il femminicidio

#Nonunadimeno

Il comitato “Non Una di Meno”, promosso dalla “Rete Dire” (di cui fanno parte 77 centri antiviolenza in tutta Italia), dall'Udi, l’Unione donne italiane, e dalla rete “Io Decido” (che riunisce i gruppi del femminismo romano), ha organizzato la manifestazione nazionale #NonUnadiMeno (#NonUnadiMeno, le donne in corteo per le vie di Roma contro la violenza di genere).
La violenza maschile sulle donne può essere affrontata solo con un cambiamento culturale radicale, come ci hanno insegnato l’esperienza e la pratica del movimento delle donne e dei Centri Antiviolenza, che da trent’anni resistono a ogni tentativo delle istituzioni di trasformarli in servizi di accoglienza neutri, negando la loro natura politica e di cambiamento.

gli-scrittori-della-porta-accanto

Stefania Bergo
Non ho mai avuto i piedi per terra e non sono mai stata cauta. Sono istintiva, impulsiva, passionale, testarda, sensibile. Scrivo libri, insegno, progetto ospedali e creo siti web. Mia figlia è tutto il mio mondo. Adoro viaggiare, ne ho bisogno. Potrei definirmi una zingara felice. Il mio secondo amore è l'Africa, quella che ho avuto la fortuna di conoscere e di cui racconto nel mio libro.
Con la mia valigia gialla, 0111Edizioni.
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità