• Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Il respiro dei ricordi, di Linda Bertasi

Recensione: Il respiro dei ricordi, di Linda Bertasi

Libri Recensione di Elena Genero Santoro. Il respiro dei ricordi di Linda Bertasi. Un libro sorprendente: dalle evocative atmosfere Regency a un giallo dai risvolti inquietanti.

Mi sono approcciata a questo romanzo già pregustando quello che immaginavo di trovare: gli abiti del primo Ottocento e le lande del nord dal clima selvaggio. Attendevo una storia tra nobili e borghesi, un amore appassionato, qualche intrigo.
E in effetti è così che inizia  Il respiro dei ricordi di Linda Bertasi.
Cornovaglia, 1812. Kirstin è una giovane di diciannove anni che, rimasta orfana, vive con la sorella Gwen e il cognato Liam, un reverendo.
Un giorno, su una scogliera, Kirstin salva la vita a una ragazzina di nome Elise che sta per precipitare nel dirupo. Thomas Percy, il vedovo padre della ragazza, giunge alla dimora di Kirstin per riportare a casa la figlia. L’incontro tra Kirstin e Thomas appare fin da subito intrigante, l’attrazione tra i due è palpabile. Di lì a poco Thomas offre a Kirstin un impiego come istitutrice per Elise e la giovane va ad abitare nella dimora dei Percy, nonostante il parere negativo di Gwen. Kirstin, peraltro, si diletta con la scrittura, come altre donne durante quel periodo.

Nella prima parte de Il respiro dei ricordi, Linda Bertasi ci fa immergere completamente nell’atmosfera Regency. 

Descrive con penna precisa e minuziosa tutti gli abiti, tutti i paesaggi, le luci, gli ambienti. Ci parla delle cene tra ricchi, ci mostra le convenzioni sociali in auge all’epoca e ci espone i pudori di una giovane casta che prova una attrazione assoluta per un uomo più grande ma che teme di vedere macchiata la propria reputazione.
Ma se il lettore per un po’ si illude che il libro si limiti a questo, si sbaglia di gran lunga.
I segnali che qualcosa non torna iniziano molto presto.
Al castello dei Percy, infatti, accadono cose strane. Kirstin ode voci e prova sensazioni che la turbano. Qualcuno vuole farle del male? C’è qualcosa che dovrebbe scoprire, ma non ne viene a capo. Qualcuno la aiuta, qualcuno la ostacola. E cos'è accaduto alla defunta baronessa Percy?

A un certo punto Il respiro dei ricordi di Linda Bertasi diventa talmente appassionante che smettere di leggere è difficile. Quella che poteva essere una mera storia d’amore convergc quasi in un giallo dai risvolti inquietanti. 

Se Kirstin sente delle voci non è né per via dei fantasmi né a causa della pazzia latente. C’è una spiegazione concreta e sconcertante, c’è un episodio del passato da portare alla luce.
Una delle chiavi che aiuteranno Kirstin a venire a capo del suo mistero sarà proprio la scrittura e l’incontro con Jane Austen, la quale era davvero presente nel giorno e nel luogo in cui si svolgono i fatti del libro. Jane Austen, anche lei credibile, con la sua ironia, darà a Kirstin la giusta prospettiva per riconsiderare l’intera vicenda.
Sovrana in questo senso è la scrittura come potente mezzo di comprensione, di introspezione. La scrittura aiuta a ragionare, a dipanare, ad allineare i pensieri. In questo caso servirà a Kirstin a ritrovare se stessa e il proprio respiro.

Il finale è sorprendente. Ancora una volta Linda Bertasi ci incanta con la sua bravura. 

La sua scrittura descrittiva ed evocativa permette al lettore di visualizzare le vicende come se fossero davanti agli occhi. L’autrice è accuratissima, entra nel dettaglio di ogni scena, dimostrando come sempre una robusta documentazione storica.
Ma anche l’intreccio è valevole di note di merito. La verità che emerge sul finale mi ha riportato alla mente le pellicole di Hitchcock: Marnie, o La donna che visse due volte. Il retrogusto è quello, con il debito salto temporale.
Quindi, un libro da non perdere.

Il respiro dei ricordi

di Linda Bertasi
Romanzo storico | Giallo
ASIN B07JDM9K9Z
ebook 1,99€

Sinossi
CORNOVAGLIA 1812 – È l’alba di un giorno di settembre, quando Kirstin salva Elise da una drammatica caduta oltre la scogliera. Preoccupata per le condizioni della ragazza, la donna la conduce nella sua dimora. Poco dopo, bussa alla porta il barone Thomas Percy, accorso per avere notizie della figlia. Il primo incontro con l’aristocratico è intenso e struggente, e innescherà nel cuore di Kirstin un sentimento che non è destinato a smorzarsi.
Quando il barone propone alla donna di seguirlo nel suo castello a Lizard Point, per diventare l’insegnante di Elise, si prospetta una nuova vita per Kirstin, lontana dal cicaleccio del paese e dall’estenuante controllo di sua sorella.
Sembra l’inizio di un sogno: spumeggianti onde che sfidano l’ululato del vento e scogliere ricoperte di erica. Ma il castello nasconde segreti dietro porte sigillate e, durante la notte, un sussurro si propaga nei corridoi deserti.
Cosa si cela nel maniero e dietro la morte della baronessa Percy?
Tra gli affascinanti scenari della Cornovaglia e gli sconvolgimenti politici di un’Inghilterra governata dagli Hannover, una storia misteriosa sul potere di un sentimento più forte del tempo e sulla magia dei dettagli che possono condurre alla soluzione dell’enigma.
Elena Genero Santoro

Elena Genero Santoro
Ama viaggiare e conoscere persone che vivono in altri Paesi. Lettrice feroce e onnivora, scrive da quando aveva quattordici anni.
Perché ne sono innamorata, Montag.
L’occasione di una vita, Lettere Animate.
Un errore di gioventù, 0111 Edizioni.
Gli Angeli del Bar di Fronte, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).
Il tesoro dentro, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).
Immagina di aver sognato, PubGold.
Diventa realtà, PubGold.

About Elena Genero Santoro

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
1 commenti

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram