Recensioni: L'unica storia, di Barns, e Crooner, di Ishiguro

Recensioni: L'unica storia, di Barns, e Crooner, di Ishiguro

Libri Mini recensioni di Beatrice Rurini. L'unica storia di Julian Barns e Crooner di Kazuo Ishiguro. Due nuove storie d'amore Einaudi.


L'unica storia di Julian Barns, dopo 50 anni, il ricordo di una travolgente storia d'amore, l'euforia dell'anticonformismo, l'ebbrezza del sesso, la fuga, il nuovo inizio, tra il diciannovenne Paul e la quarantottenne Susan, madre di famiglia.

Una storia d'amore non è semplice da spiegare, ha sempre qualche vissuto ed ha sempre un suo motivo di andare avanti. Se lo chiede, e ce lo propone, Barnes con questo romanzo del tutto plausibile e non scontato, con una storia tra due persone di ceto sociale abbastanza differente e di età piuttosto distante.
Lui un giovane "da costruirsi", studente e figlio di benestanti che accede ad un club solo per noia. Lei madre di famiglia, ormai arrivata al termine del suo matrimonio, con due figlie che guardano male la relazione extraconiugale abbastanza palese. Il romanzo si presenta su tre piani: il primo, una parafrasi lunga che presenta i personaggi e l'antefatto, così da avere un profilo ben delineato e costruito di tutti i coinvolti. Presentato dall'io narrante, non si addentra sotto le lenzuola e non si attarda in descrizioni di amorosi sensi.
Il secondo propone una prosecuzione della storia con una deviazione plausibile di uno dei due. Si svolge in gran parte con un tu quasi accusatorio, ma è lo stesso protagonista ad accusarsi e a cercare motivazioni per defilarsi.
La terza parte è una reminiscenza in terza persona che racconta com'è terminata, con frasi ad effetto su cosa può essere amore e quanto incide nell'uomo.
Forse quest'ultima parte risulta prolissa, ma rende l'idea di come anche l'uomo possa infilarsi in digressioni sul tema. Ogni lettore potrà trarre vantaggio dalla lettura di questo romanzo che, oltre che facile e scorrevole, offre spunti di riflessione ad ampio spettro.

L'unica storia

di Julian Barns
Einaudi
Narrativa
ISBN 978-8806237509
Ebook 9,99€
Cartaceo 16,15€

Sinossi
Un'estate dei primi anni Sessanta, rientrato per le vacanze nei sobborghi londinesi dove vive con i genitori e afflitto dalla noia placida e solitaria dei suoi diciannove anni, Paul Roberts accoglie il suggerimento materno di iscriversi al circolo del tennis. Ma al suo primo torneo di doppio, anziché con uno dei vari indistinguibili Hugo, con una delle brune coetanee Caroline che avrebbero fatto la felicità della signora Roberts, il sorteggio lo accoppia con Susan Macleod. Alta e scanzonata, sicura in campo e affascinante, Susan ha un marito, due figlie e grossomodo l'età di sua madre. Con lei Paul inizia una relazione scandalosa che lo traghetta nella vita adulta e lo cambia per sempre.


Crooner di Kazuo Ishiguro è ambientato a Venezia: esiste scenario più romantico e crudele per una serenata all'amore che fu?

Un breve, brevissimo racconto, una perla sul rapporto di coppia e cosa può diventare quando le parti hanno più interesse che amore a disposizione.
Estrapolato da un blocco di 5 romanzi brevi, si rivolge al pubblico con una scrittura morbida e scorrevole, impastata e suadente come la voce di un cantante jazz.
La vicenda si svolge a Venezia, dove un cantante americano vuole salutare sua moglie lasciandole il ricordo più bello che abbia mai caratterizzato la loro vita sentimentale. Complici la laguna, un chitarrista e una serata magica.
Illustrato magistralmente, sembra voglia precedere un eventuale produzione cinematografica.
Peccato finisca presto.

Crooner

di Kazuo Ishiguro
Einaudi
Romanzo breve
ISBN 978-8806239381
Ebook 7,99€
Cartaceo 12,75€

Sinossi
Venezia, una gondola al chiaro di luna, la voce calda del vecchio crooner Tony Gardner, che un tempo ammaliava le folle. Esiste scenario più romantico per una serenata all'amore che fu? Esiste scenario più crudele? Illustrato da Bianca Bagnarelli.


Beatrice-rurini

Beatrice Rurini
Sono appassionata di lettura e musica sin da piccola. Ho conseguito la maturità magistrale (senza insegnare), studiato pianoforte e violoncello. Lavoro come restauratrice d'arte. Sono sposata con prole e, soffrendo d'insonnia, mi appoggio alla lettura per evitare di stare con le mani in mano.
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità