• Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Corpo di vento
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L età dell erba
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lettera alle parole
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Sogniamo più forte della paura, di Saverio Tommasi

Recensione: Sogniamo più forte della paura, di Saverio Tommasi

Libri Recensione di Claudia Gerini. Sogniamo più forte della paura di Saverio Tommasi (Sperling & Kupfer). Una favola moderna, la storia di un’adolescente e della sua strampalata famiglia.

Aspettavo di leggere questo libro dal giorno della sua uscita nelle librerie. L'opportunità di acquistarlo è arrivata il giorno in cui Saverio Tommasi lo ha presentato al Museo Piaggio di Pontedera, a due passi da casa mia. Così ho avuto modo di conoscere in anteprima la storia e i personaggi da lui raccontati in Sogniamo più forte della paura, edito da Sperling & Kupfer, e quando ho iniziato a leggerlo mi sembrava già di conoscerli tutti come dei vecchi amici.
Saverio Tommasi lo ha definito una favola moderna e in effetti gli elementi che rimandano al genere letterario della favola ci sono tutti.

In Sogniamo più forte della paura si racconta la storia di un’adolescente e della sua strampalata famiglia. 

Filadelfia è una ragazzina che come tante si ritrova a dover affrontare situazioni e a vivere emozioni tipiche di una ragazza di sedici anni. Timida e introversa cerca di non farsi notare dagli altri per paura di confrontarsi con loro. A volte si sente inadeguata, inopportuna. Ma in realtà è il mondo intorno a lei che molte volte è sbagliato. Filadelfia ha una famiglia come se ce ne sono tante: una mamma, un babbo assente troppo preso dalla sua nuova vita per accorgersi della figlia, un nonno, vero pilastro della famiglia, al quale la ragazzina si rapporta per affrontare le prove della vita, e una gatta parlante. Quello che manca a Filadelfia sono degli amici. La scuola non è di certo l’ambiente ideale per intrecciare rapporti, la società in cui vive tende anzi a voler dividere gli individui e a isolare chi appare più debole o diverso dallo standard che la società stessa ha deciso sia la normalità.
Nonostante tutto, Filadelfia conosce Mario con il quale riuscirà a instaurare un’amicizia prima e un tenero amore poi.

Filadelfia vive in un mondo grottesco dove a farla da padrone c’è una fabbrica che dà lavoro a tanta gente ma che allo stesso tempo inquina e rovina la natura intorno a lei. 

Tutti vivono una vita standardizzata, schematizzata e chi osa alzare un po’ la voce o semplicemente dire la sua viene emarginato o addirittura fatto sparire. 
Il nonno è il personaggio che preferisco in questa storia. Forte, determinato, qualche volta risulta essere strampalato ma è assolutamente positivo e rivoluzionario, quel tanto che basta per cercare di ribaltare un destino ormai scritto. Il nonno è il miglior amico di Filadelfia, colui al quale la ragazzina chiede consigli e il solo a cui dia ascolto. Il loro rapporto è amore puro. 
E il nonno aspettò senza una spiegazione, senza un motivo se non il fatto che glielo aveva chiesto la nipote [….] E in quei sessanta secondi Filadelfia pensò che quella, forse, sarebbe stata l’ultima volta in cui il nonno l’avrebbe tenuta in collo, perché lei aveva sedici anni e il nonno già tante rughe.
Come in tutte le favole che si rispettino ci sono i buoni e i cattivi. I cattivi sembrano avere il sopravvento ma… alle volte con i sogni e con un pizzico di fortuna le cose possono anche cambiare.


Sogniamo più forte della paura di Saverio Tommasi è un libro che a prima vista può sembrare semplice ma che, andando avanti con la lettura, diventa complesso e articolato sia per gli argomenti trattati che per gli spunti di riflessione che cela dentro di sé. 

Durante la lettura sono diventata Filadelfia, il nonno, Mario a seconda dei sentimenti che riusciva a trasmettermi. Decisamente consigliato a chi non ha paura di sognare e di combattere, a chi sogna un mondo migliore e a chi pensa, come il nonno, che prima di giudicare qualcuno bisogna cambiare prospettiva almeno quattro volte.


Sogniamo più forte della paura

di Saverio Tommasi
Sperling & Kupfer
Young Adult
ISBN 978-8820066260
Cartaceo 14,36€
Ebook 9,99€

Sinossi
Capita di rado di rendersi conto dell'ultima volta in cui si fa qualcosa. L'ultimo gelato dell'estate, l'ultimo abbraccio a un amico che poi muore o parte, l'ultima canzone che poi la serata finisce. Quando ancora vedeva le rondini volare in cielo a primavera, Filadelfia non sapeva che sarebbero state le ultime. Poi più niente. E neanche libellule, lumache, pesci nel fiume. Perché il mondo si era fatto grigio e sporco. Filadelfia ha sedici anni. Altissima, magra, cento soprannomi che le hanno rifilato i bulli della scuola, si è appena trasferita in una nuova città, in cerca di altri colori e di giorni meno difficili. Perché, nonostante tutto, ci prova a sognare più forte. È così che le ha insegnato suo nonno, che sa tante cose e sembra venuto, più che da un'altra epoca, da un altro pianeta. Lui, questo mondo in cui non ci si saluta più per risparmiare sulle parole e si ringhia davanti a una tastiera, non lo riconosce più. E non si dà pace per quegli alberi spogli e quel fiume logoro per gli scarichi della fabbrica di Ilvo, il principale imprenditore della zona. Il giorno in cui il nonno sparisce, tocca a Filadelfia mettersi alla sua ricerca. E si troverà a fare molto più di questo. Si batterà per salvare tutto ciò in cui crede, senza sapere se ce la farà, ma non avendo altra scelta che provarci. Una favola moderna che con ironia, dolcezza e un tocco di magia ci invita a non perdere la speranza di poter cambiare questo mondo malconcio.



Claudia Gerini
Claudia Gerini nasce a Pontedera negli anni ’70. Completa il liceo linguistico e collabora saltuariamente con un’importante testata giornalistica. Poi abbandona gli studi e le passioni per un impiego fisso. Da più di 15 anni infatti lavora nel reparto gastronomia di un supermercato. Adora la sua famiglia ed è ciò a cui si è ispirata per scrivere il suo primo romanzo, uscito in prima edizione per Lettere Animate.
Il sogno di Giulia, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).

About Davide Dotto

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram