• Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Corpo di vento
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L età dell erba
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lettera alle parole
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Lascia andare!, di Marina Panatero e Tea Pecunia

Recensione: Lascia andare!, di Marina Panatero e Tea Pecunia

Libri Recensione di Lara Zavatteri. Lascia andare! di Marina Panatero, Tea Pecunia (Fabbri Editore). Da leggere se volete liberarvi delle zavorre di stress che vi portate dietro, una volta per tutte.

Lascia andare! di Marina Panatero e Tea Pecunia è un libro che viene in soccorso di tutti coloro che vorrebbero tanto lasciar perdere situazioni e persone che ci creano quotidianamente dello stress, ma non ci riescono.
Sarebbe troppo facile dirsi “non m'importa” per lasciarsi davvero il malumore, la rabbia o lo sconforto alle spalle, perché di fatto anche con quest'affermazione di solito tendiamo a pensare e ripensare a ciò che ci ha fatto stare male e che continua a farci star male. Come fare allora?
Lascia andare! propone esercizi pratici e approfondimenti per iniziare appunto a lasciare andare situazioni che ci provocano ansia, problemi e persone nocive. Il primo passo è pensare che è possibile lasciare andare, non è facile ma con un po' di buona volontà ci si può arrivare, allenandosi costantemente, fino a che “lasciare andare” sarà diventata un'abitudine.

Vivere nel presente.

Come spiega il libro di Marina Panatero e Tea Pecunia, con la mente tendiamo a vivere nel passato o in un futuro, manco a dirlo, straripante di angosce per cose che probabilmente non accadranno mai. Insomma, non viviamo nel presente. Per focalizzarsi sul “qui ed ora” basta fermarsi, sentire un rumore, il canto di un uccello, giocare con il proprio cane, insomma vivere nel presente con i nostri sensi. Così s'inizia a “lasciare andare”.

Essere grati.

Lascia andare! spiega come sia importante ricordarsi di essere grati. Praticamente sempre ci soffermiamo sulle cose negative della nostra giornata/settimana/vita e dimentichiamo le cose per cui essere grati. Essere grati non significa vedere il mondo con gli occhiali rosa o illudersi che tutto vada bene, ma spostare il focus su quanto di bello e buono già c'è nella nostra vita.
Per questo, Marina Panatero e Tea Pecunia suggeriscono di scrivere delle liste con le cose per cui essere grati. All'inizio potrà sembrare difficile e un po' stupido, ma non lo è. Si può essere grati per molte cose, perché si è in salute, per il rapporto con una persona, per il nostro amico a quattro zampe, per un caffè, per quel progetto andato in porto, per un buon libro che abbiamo letto, per una passeggiata. Possono essere piccole e a volte grandi cose, ma ricordarsele è essenziale.

Mandateli a quel paese e poi dite grazie.

Parlando delle persone che con il loro comportamento possono provocarci fastidio, dolore, rabbia, nel libro si suggerisce di prendere fiato e poi, convinti (questa è la parte facile!) mandare costoro a quel paese, ovviamente all'interno di un esercizio e non direttamente! Poi, dopo una pausa dire grazie, proprio per lasciare andare, perché altrimenti ci dimentichiamo un'altra verità: siamo noi a stare male, non chi ce lo procura. Siamo noi a passare notti insonni, ad avere bruciori di stomaco, a convivere con ansie e delusioni che si ripercuotono sul nostro fisico. Siccome siamo noi a stare male, questo meccanismo ci aiuta a lasciare andare e stare meglio.
Questi, insieme a consigli sulla meditazione, sono alcuni suggerimenti del libro Lascia andare! di Marina Panatero e Tea Pecunia. Da leggere se volete liberarvi delle zavorre di stress che vi portate dietro, una volta per tutte.


Lascia andare!

di Marina Panatero, Tea Pecunia
Fabbri Editore
Saggio
ISBN 978-8891580795
Cartaceo 13,60€
Ebook 8,99€

Sinossi
"Spesso superare indenni le sfide della quotidianità si rivela più difficile che attraversare periodi di effettiva crisi, perché è la continua reiterazione di momenti di stress a logorarci e sfinirci, a riempire 'il vaso' finché trabocca." Se l'aria che tira in ufficio è diventata soffocante, se il tempo non ti sembra mai abbastanza per fare tutto, se hai paura di situazioni che prima non ti facevano né caldo né freddo, se ti senti sempre sotto giudizio e vorresti piacere a tutti (prima che a te stesso), e se questo mix di stress, ansia e preoccupazioni è diventato costante, è arrivato il momento di prendere in mano la situazione. Perché ti meriti di tornare a vivere con leggerezza, di stare meglio con te stesso e con gli altri, di affrontare con lucidità e pacatezza le sfide di ogni giorno e di ricominciare a goderti a pieno le piccole e grandi gioie quotidiane! In questo libro le autrici tracciano un percorso che, partendo dall'accettazione e passando dalla gratitudine, dalla fiducia e dal perdono, ti insegnerà l'arte preziosissima di "Lasciare andare". Con brevi (e potenti) esercizi quotidiani imparerai a entrare profondamente in comunicazione con te stesso e a ritrovare la tua centratura, il tuo equilibrio. Arriverai "a capire che sei tu il regista del tuo lungometraggio, che sei libero, di una libertà meravigliosa, interiore, profonda, immensa. E che puoi stare bene".

Lara Zavatteri

Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle,Un cane di nome GiulianoRisparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.
Agata. Come un funerale ti salva la vita, Youcanprint.

About Davide Dotto

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità
Amazon Prime




Pubblicità
Booking.com


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram