Recensione: In viaggio con i Diari ucraini, di Andrei Kurkov

Recensione: In viaggio con i Diari ucraini, di Andrei Kurkov

Libri Recensione di Alessandra Nitti. Diari ucraini di Andrei Kurkov (Keller). La Rivoluzione di Maidan del 2014 in Ucraina, uno spaccato di storia contemporanea intrecciata alla vita dell'autore.

La scorsa estate passeggiavo tra le calli di Venezia con un paio di amici appassionati di libri come me. Le misure anti-covid si erano allentate e non solo ero riuscita a rimpatriare, ma potevo anche andare a zonzo per la città con chi volevo. I negozi erano di nuovo tutti aperti, quindi siamo entrati in libreria: su uno scaffale in bella vista c’era un piccolo volume che proprio non potevo perdere, Diari ucraini di Andrei Kurkov, edizioni Keller.
Ho scorso la trama solo brevemente, perché sapevo che lo avrei preso comunque. L’ho messo nel mio zaino verde e l’ho portato fino a dove è stato scritto: a Kiev, capitale dell’Ucraina. 

In questo libro sono raccolte le pagine del diario personale dell’autore da novembre 2013 ad aprile 2014 e coprono gli avvenimenti più importanti della Rivoluzione di Maidan – altrimenti conosciuta come Euromaidan – narrati in prima persona e alternati a passaggi sulla vita privata di Kurkov stesso.

Lo stile è davvero molto leggero, tipico del diario, tuttavia pone grande attenzione alla situazione politica. È comprensibile anche a chi se ne intende poco e nelle ultime pagine c’è una mappa di orientamento ben approfondita che spiega chi sono i vari personaggi, i luoghi, le aziende e gli eventi menzionati nel libro, accompagnati da una cartina del Paese.
Ho adorato leggerlo e ripercorrere le vie dell’autore: il viale Kreshchatik, la piazza Maidan Nezalezhnosti – piazza dell’Indipendenza, fulcro delle proteste – la piazza Europa con il vicino e antico complesso religioso di Lavra, il bellissimo Palazzo Marinski, simile al Palazzo d’inverno di San Pietroburgo, che si affaccia sul Dnipro e sui suoi isolotti disabitati.

Ho compreso ancora meglio la tragedia del 2014, l’Euromaidan, la presa della Crimea da parte della Russia, i combattimenti ancora attuali nel bacino del Donbass. 

Ho scoperto perché metà del Paese parla una lingua e una metà ne parla un’altra, perché alcuni abitanti sono nazionalisti e altri aperti alla loro parte russa, perché Putin vuole riprendersi i territori dell’ex Unione Sovietica e il suo modo di sobillare rivolte interne in Ucraina. Ho dato una storia alle foto dei “Cento beati” installate in ogni piazza e in ogni chiesa delle città ucraine, coloro che si sono immolati per la libertà del loro paese nel febbraio del 2014.
Un libro consigliato a chi vuole saperne di più di storia contemporanea, a chi è interessato alle vicende del proprio vicino e a chi vuole scoprire questa magnifica capitale europea – Kiev – con i palazzi zaristi e gli obbrobri comunisti, i viali di ippocastani, le decine di cupole dorate e gli immensi parchi.

Diari ucraini

Diari ucraini

di Andrei Kurkov
Keller
Saggio storico | Reportage
ISBN 978-8889767672
Cartaceo 15,20 €

Sinossi 

La crisi in Ucraina si sta trascinando da quasi un anno, restando lontana e pressoché incomprensibile agli occhi di noi occidentali. Andrei Kurkov, uno dei più importanti scrittori ucraini di lingua russa, ha sentito il bisogno di scrivere "un libro che raccontasse l'Ucraina agli stranieri e li aiutasse a liberarsi dei cliché che spesso giornalisti e politici hanno contribuito a creare sul Paese". Da questa urgenza sono nati i Diari ucraini, una narrazione in presa diretta di quanto è successo nella piazza principale di Kiev dal 21 novembre 2013 alla fine dell'aprile di quest'anno.


Alessandra Nitti
Sinologa, viaggiatrice, appassionata lettrice, yogini e scrittrice. Trascorro le giornate nel mio mondo di poesia inventando trame di racconti, progettando viaggi intorno al mondo o in posizioni yoga a testa in giù. Laureata in lingue e letteratura straniere solo per il gusto di conoscere lingue difficili. Vivo a Canton, nel sud-est della Cina, per insegnare italiano a giovani cinesi.
 Tra una lezione e l’altra gestisco Durga – Servizi editoriali.
L’amuleto di giada, Arpeggio Libero Editore.
Faust – Cenere alla cenere, Arpeggio Libero Editore.
Esilio, Arpeggio Libero Editore.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità
Promozione laFeltrinelli