Gli scrittori della porta accanto

L'Incontro, un saggio di Emma Fenu

L'Incontro, un saggio di Emma Fenu

Libri Comunicato stampa. L'Incontro. E se la storia di Cappuccetto Rosso ne nascondesse altre? un saggio di Emma Fenu (Literary Romance Edizioni). La celebre fiaba e le sue molteplici varianti. Una "storia di sangue": dall'adolescente protagonista, alla madre, matura e fertile, alla nonna in menopausa.

Nella raccolta di proverbi di Egbert von Luttich, comparsa in Belgio attorno al 1020, ci sono già i topoi che tratteremo in questo saggio:
  • una ragazzina vestita di rosso simbolo del sangue mestruale ma anche allusivo all’abbigliamento delle prostitute;
  • un lupo;
  • il passaggio dall’età infantile a quella fertile;
  • lo scontro generazionale per cui la nonna deve “morire”, ossia lasciar spazio alle nuove generazioni;
  • il tabù del cannibalismo: il rito iniziatico di alcune versioni prevede che Cappuccetto Rosso si cibi del cadavere dell’ava.
La versione più affine a quella narrata dai Fratelli Grimm fu trascritta da Charles Perrault, con il titolo Le petite chaperon rouge, nel 1697, per intrattenere la corte di Versailles ai tempi di Luigi XIV, il re Sole.
Vi sono delle differenze fra le due fiabe: l’epilogo di Perrault non è felice: la nonna e Cappuccetto vengono mangiate dal lupo e nessun cacciatore interviene per salvarle come nella versione dei Grimm.
Diversa, è, infatti, l’intentio: Perrault vuole insegnare alle ragazzine ingenue a preservare la propria verginità; i Grimm, invece, insistono sull’importanza dell’obbedire all’autorità e imparare dai propri sbagli e non introducono l’invito ad entrare nel letto che il lupo, camuffato da nonna, rivolge alla fanciulla. La prima, infatti, non è una fiaba destinata a un pubblico di bambini, mentre l’altra è infantilizzata nella divisione fra buoni e cattivi.
Tuttavia, in tutte le varianti, qualcosa non torna.
Cappuccetto Rosso è descritta come una bambina. Ma chi affiderebbe un compito come attraversare il bosco a una bambina? E, se la nonna è malata è bisognosa di assistenza, perché vive sola in una casetta lontana da tutti?
Forse perché l’eroina è una ragazzina in fiore, una piccola donna?
Forse perché l’eroina deve compiere questa esperienza quale rito di iniziazione post pubertà e rinascere alla vita adulta, dopo la “morte” simbolica dell’infanzia? Emma Fenu, L'Incontro: E se la storia di Cappuccetto Rosso ne nascondesse altre?

L'Incontro
E se la storia di Cappuccetto Rosso ne nascondesse altre?

di Emma Fenu
illustrazioni di Francesca Fiorentino
Literary Romance Edizioni
Saggio | Fiaba per adulti
ISBN 979-1281186293
cartaceo cover rigida 22,88€

Quarta

La storia di Cappuccetto risale alla notte dei tempi. La protagonista dalla mantellina vermiglia rappresenta, infatti, la fanciulla dopo il menarca; la madre la donna matura e ancora fertile; la nonna, la vecchia in menopausa e, se aggiungiamo il tema dell’amplesso, la perdita della verginità, la rottura dell’imene, il concepimento - nonché il parto -, allora possiamo dire che questa è una “storia di sangue”. Rappresenta il progressivo affermarsi del patriarcato, la “legittima” violenza maschile sulle sprovvedute, la ribellione e l’affermazione del sano istinto selvaggio, il conflitto generazionale e la scoperta del sesso. E soprattutto, l’incontro con L’Altro sé e da sé, che non è solo il maschile, ma tutto ciò che nel bosco della vita supera la comfort zone fino a portarci a conoscere in primis noi stessi, specchiandoci negli occhi del Lupo che ci abita dentro.
Insomma, una storia di sangue che non smette di affascinarci e sedurci, ancora oggi, anche da adulti.

Emma Fenu


E tutto questo mondo in cui vi accompagno lo ho costruito giorno per giorno, durante quindi anni di ricerca accademica e bibliografica, ma non solo: nove tentativi, purtroppo senza successo, di Fecondazione Assistita per avere un figlio. Ho pianto, mi sono rialzata, sono ricascata in mille pozzi e ho trovato meraviglie: basta tenere gli occhi aperti e trasformare i sogni in altri sogni per farne progetti. E sognare ancora.




Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla NEWSLETTER SETTIMANALE per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti offrirci UN CAFFÈ o sostenerci acquistando i GADGET ispirati ai nostri libri. Te ne saremmo davvero grati!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo, il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Tuttavia, verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Parole chiave


Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Repubblica Dominicana




Libri in evidenza