Gli scrittori della porta accanto

Canzoni come poesie: «New Year's Day» degli U2

Canzoni come poesie: «New Year's Day» degli U2

Musica Di Stefania Bergo. Dai versi alle note, quando le canzoni sono poesie: New Year's Day, dall'album War degli U2, un'ode all'ottimismo e al rinnovamento. Quando la musica è messaggio di speranza anche nei periodi più bui della storia.

Gli U2 hanno lasciato un'impronta indelebile nella storia della musica rock, e una delle loro canzoni più iconiche è senza dubbio New Year's Day, il singolo U2 che ha ancitipato l'uscita del loro terzo album, War, del 1983, il primo a mostrare l'impegno socio-politico della band irlandese.
La canzone, scritta durante un periodo critico della storia mondiale, quando le tensioni della Guerra Fredda si riflettevano sia nelle relazioni personali sia nei conflitti globali, inizialmente pare avesse un significato diverso, fosse una "semplice" canzone d'amore scritta da Bono Vox, il frontman del gruppo, per la moglie Ali, conosciuta i tempi del liceo. Ma durante le prove del brano, improvvisando, ne modificò il testo in un messaggio più ampio, finendo per parlare della rivolta popolare polacca guidata dal movimento del sindacato indipendente dei lavoratori Solidarność, fondato in Polonia nel settembre 1980 in seguito agli scioperi nei cantieri navali di Danzica e guidato inizialmente da Lech Wałęsa, premio Nobel per la pace nel 1983, arrestato insieme ad altri membri del sindacato dopo l'introduzione della legge marziale e in seguito divenuto presidente della Polonia tra il 1990 e il 1995.

New Year's Day racconta una relazione amorosa tomentata, metafora per rappresentare i conflitti politici tra Est e Ovest durante la Guerra Fredda.

Il testo della canzone è intriso di metafore e simbolismi. Bono ha mantenuto l'immagine della relazione amorosa per rappresentare le tensioni politiche tra l'Est e l'Ovest. Il brano risulta così un inno alla speranza, con la convinzione che anche nelle situazioni più difficili, ci sia spazio per il rinnovamento e la rinascita, per stare di nuovo insieme – tra amanti, tra popoli.
Il «nuovo anno» cantato dagli U2 è quindi un anno senza repressione, pieno di speranza per un futuro di unità e libertà. L'amore e la protesta si legano tra i versi della canzone, combinano il sentimento alla denuncia delle tensioni politiche e sociali di cui è intriso tutto l'album – basta pensare a brani iconici come Sunday Bloody Sunday.

Nonostante il tono malinconico e la rappresentazione di una rottura, la canzone trasmette un senso di speranza e possibilità di rinascita.

Il verso «I will be with you again» suggerisce che, nonostante le difficoltà, c'è sempre un nuovo inizio, un nuovo anno.
Nel videoclip, girato in una fattoria nella campagna francese circondata dalla neve, gli U2 sventolano delle bandiere bianche, un gesto potente che simboleggia la richiesta di pace. La stessa che anche oggi chiediamo a gran voce e che rende New Year's Day – purtroppo – senza tempo.
La melodia è resa indimenticabile dal tratto distintivo del suono di The Edge alla chitarra e alla tastiera, oltre che dalla voce inconfondibile di Bono. La combinazione di questi elementi ha creato un brano che si distingue per la sua intensità emotiva e la capacità di trasmettere un senso di urgenza e speranza. Un'ode all'ottimismo e al rinnovamento che ben interpreta la forza della musica di trasmettere messaggi di speranza anche nei periodi più bui della storia. Un capolavoro intramontabile che continua a toccare il cuore di chiunque l'ascolti.

War: il terzo album degli U2 (1983)

  1. Sunday Bloody Sunday
  2. Seconds
  3. New Year's Day
  4. Like a Song...
  5. Drowning Man
  6. The Refugee
  7. Two Hearts Beat as One
  8. Red Light
  9. Surrender
  10. 40



New Year's Day degli U2

Compositore: Adam Clayton, Dave Evans, Larry Mullen e Paul Hewson
Testo: © Universal Music Publishing Group
All is quiet on New Year's Day.
A world in white gets underway.
I want to be with you
Be with you night and day.
Nothing changes on New Year's Day.
On New Year's Day.

I... will be with you again.
I... will be with you again.

Under a blood-red sky
A crowd has gathered in black and white
Arms entwined, the chosen few
The newspaper says, says
Say it's true, it's true...
And we can break through
Though torn in two
We can be one.

I... I will begin again
I... I will begin again.

Oh, oh. Oh, oh. Oh, oh.
Oh, maybe the time is right.
Oh, maybe tonight.
I will be with you again.
I will be with you again.

And so we are told this is the golden age
And gold is the reason for the wars we wage
Though I want to be with you
Be with you night and day
Nothing changes
On New Year's Day
On New Year's Day
On New Year's Day

Tutto è tranquillo a Capodanno.
Un mondo in bianco si mette in moto.
Io voglio essere con te
Essere con te giorno e notte.
Nulla cambia a Capodanno.
A Capodanno.

Io... sarò di nuovo con te.
Io... sarò di nuovo con te.

Sotto un cielo rosso sangue
Una folla si è radunata in bianco e nero
A braccia conserte, i pochi eletti
Il giornale dice, dice
Dice che è vero, è vero ...
E noi possiamo fare breccia
Anche se rotti in due
Noi possiamo essere tutt'uno.

Io... io ricomincerò
Io... io ricomincerò.

Oh, oh. Oh, oh. Oh, oh.
Oh, forse è il momento giusto.
Oh, forse questa notte.
Io sarò di nuovo con te.
Io sarò di nuovo con te.

E così ci hanno detto che questa è l'età dell'oro
E l'oro è la ragione delle guerre che facciamo
Comunque io voglio stare con te
Stare con te notte e giorno
Nulla cambia
A Capodanno
A Capodanno
A Capodanno




Lyrics powered by www.antiwarsongs.org.
Immagine di copertina: screenshot del video Swedish Radio documentary on the making of U2's New Year's Day Video in Sweden 1982.


Stefania Bergo


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla NEWSLETTER SETTIMANALE per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti offrirci UN CAFFÈ o sostenerci acquistando i GADGET ispirati ai nostri libri. Te ne saremmo davvero grati!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo, il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Tuttavia, verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Parole chiave


Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Repubblica Dominicana




Libri in evidenza