• Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Liliana Sghettini: "Mi sa che fuori è primavera" di Concita De Gregorio

Il titolo di questo bellissimo romanzo e la sua immagine di copertina dai colori tenui, quanto mai evocativi, suggeriscono in modo timido e discreto qualcosa che alla fine della lettura apparirà con estrema chiarezza.
Concita De Gregorio narra una storia vera, la tragica vicenda di Irina Lucidi mamma di due gemelle drammaticamente scomparse per mano del loro padre poi suicida.
È Irina in prima persona a raccontare quello che è accaduto e non lo fa attraverso una descrizione cronologica degli eventi, bensì grazie alle sue intime e profonde riflessioni. Lo fa instaurando un dialogo con se stessa e con il lettore, oltre che con una serie di interlocutori che ha ritenuto di dover contattare cercando di ricondurre l'assurdità della vicenda a qualcosa che possa almeno lontanamente avere una logica.
Ci lascia entrare nella sua vita familiare che, benché ricca di amore per le gemelle, è anche purtroppo segnata da una violenza psicologica strisciante che suo marito le infligge quotidianamente.
Una violenza che, lei stessa, donna equilibrata e fiduciosa nel prossimo, sottovaluta con le tragiche conseguenze che purtroppo si conoscono dalla cronaca.
Una donna che non può prevedere quanto “lui” avrebbe progettato poiché, malgrado tutto, offre una immagine di padre premuroso e quasi impeccabile e le sue bambine lo adorano.
Irina pensa al benessere delle sue figlie prima che a se stessa, riuscendo a scindere, le problematiche del rapporto coniugale, oramai giunto al capolinea, da quello genitoriale ed è per questo che continua a fidarsi di lui, affidandogli le bambine fino a quell'ultima tragica volta nella quale le rapisce per portandogliele via per sempre.
La vicenda, che non ha ancora trovato un suo epilogo, se non con l'unica certezza del suicidio dell'ingegnere svizzero, ha visto come altri protagonisti i poliziotti in carica delle indagini, la maestra delle bimbe e due terapeuti interpellati a vario titolo che, benché dapprima appaiano come figure di sfondo, in conclusione si mostreranno come determinanti nella storia.
Questo romanzo trasuda sentimenti ed emozioni e assume un significato ancor più importante se la chiave di lettura è quella di pensare ad Irina Lucidi come donna, dolorosamente privata del ruolo di mamma, che riesce ad innescare un percorso salvifico di rinascita che noi le auguriamo di poter concludere con successo.


MI SA CHE FUORI È PRIMAVERA  
di Concita De Gregorio 
Narratori Feltrinelli  
Romanzo di formazione | Narrativa non fiction 
ISBN  9788807031588 
cartaceo 11,05€ | Amazon 
ebook 9,99€ | Amazon

Questa è la storia di Irina, che ha combattuto una battaglia e l’ha vinta. Una donna che non dimentica il passato, al contrario: lo ricorda, lo porta al petto come un fiore.
Irina ha una vita serena, ordinata. Un marito, due figlie gemelle. È italiana, vive in Svizzera, lavora come avvocato. Un giorno qualcosa si incrina. Il matrimonio finisce, senza traumi apparenti. In un fine settimana qualsiasi Mathias, il padre delle bambine, porta via Alessia e Livia. Spariscono. Qualche giorno dopo l’uomo si uccide. Delle bambine non c’è più nessuna traccia.
Pagina dopo pagina, rivelazione dopo rivelazione, in un ritmo che fa di questo libro un autentico thriller psicologico e insieme un superbo ritratto di donna, coraggiosa e fragile, Irina conquista brandelli sempre più luminosi di verità e ricuce la sua vita. Da quel fondo oscuro, doloroso, arriva una luce nuova. La possibilità di amare ancora, l’amore che salda e che resta.




Lilliana Sghettini
Dottore Commercialista. Appassionata lettrice, si avvicina alla scrittura con alcune pubblicazioni di racconti brevi e scritti epistolari.
Impegnata nella scuola come rappresentante dei genitori, si interessa di pedagogia, didattica e psicologia.
Scrive recensioni, racconti, poesie e favole in compagnia di sua figlia, fonte inesauribile di ispirazione oltre che compagna di lettura.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO