• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Recensione autori emergenti "Misteri di una notte d’estate"


Un'antologia costruita su storie immerse in un mondo di assurdità e contraddizioni, in cui gli stereotipi vengono scardinati e i segreti rivelati. 
C'è una vecchia solitaria che si imbatte in un gallo magico. 
Uno Spiderman che va a ballare quando la moglie è in vacanza. 
Oppure un cane che non capisce gli uomini e che rivoluziona un tranquillo pomeriggio d'autunno. 
E poi c'è Elise, la giovane che non ne può più di essere un giocattolo sessuale e che è pronta a tutto pur di liberarsi di chi l'ha usata. 
Un gruppo di personaggi fiabeschi, reali, unici... E che prendono vita fra le pagine accompagnando il lettore nella propria, indimenticabile storia.



di Giulia Mastrantoni | Montag | Racconti
ISBN 9788868920661 cartaceo 10,20€ Ibs



RECENSIONE


Misteri di una notte d’estate è un’antologia di racconti firmata da un’autrice giovane ma già dalla penna sicura.
Leggendolo incontrerete personaggi insoliti, eppure ben delineati e credibili nella loro improbabilità. Uno Spiderman che si trova, più nolente che volente, a salvare uno spicchio di mondo, un cane che pensa a come aiutare il suo giovane padrone, condizionandone il futuro, un gallo magico che permetterà alla sua diversamente giovane padrona di trovare un fidanzato (perché l’amore non ha età) e la mente perversa di una giovane serial killer.
I racconti sono tutti slegati e non c’è tra loro un filo conduttore, se non un continuo oscillare tra realismo e surrealismo, tra descrizione e introspezione.
Analitico e improbabile quanto basta, è un libro breve e fruibile, scritto molto bene, che consiglio con piacere a tutti.


"La ragazza che stava facendo colazione in cucina era alta, mora, non bellissima, ma carina. Avrebbe potuto avere diciassette anni, come pure ventiquattro. A quell'età, nessuna ragazza dimostra mai realmente gli anni che ha, complici il trucco, i tacchi, gli abiti, ma anche un viso che si ostinava a rimanere innocentemente infantile. Elise aveva ventiquattro anni, diversi amanti, nessun accenno di rimorso nel cuore."

dal racconto "Elise"


di Elena Genero Santoro
Ama viaggiare e conoscere persone che vivono in altri Paesi. Lettrice feroce e onnivora, scrive da quando aveva quattordici anni.
Perché ne sono innamorata, Montag
L’occasione di una vita, ebook Lettere Animate
Un errore di gioventù, 0111 Edizioni
Gli Angeli del Bar di Fronte, 0111 Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...