• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Cinema] 10 intramontabili film di Natale, di Stefania Bergo

film-Natale

Dieci intramontabili film di Natale, nel bene e nel male. Dal classico per bambini e adulti "Canto di Natale di Topolino", al romantico "Love Actually", fino al dissacrante "Parenti Serpenti".

Ogni Natale il palinsesto televisivo ripropone gli stessi film, quasi fossero un must per festeggiare, come se non fosse Natale altrimenti. Sono film ispirati alle feste, narrano vicende che accadono durante quel periodo, carichi di strenne e luci intermittenti, di mille peripezie ed eventi nefasti che poi, grazie alla magia dorata della notte di Natale, si ridimensionano, perchè l'amore, la famiglia e la bontà vincono sempre.
Almeno nei film.
E a noi piace pensare che sia così.
Buona visione!





CANTO DI NATALE DI TOPOLINO

È un cortometraggio animato diretto da Burny Mattinson, prodotto dalla Walt Disney Productions e uscito nel Regno Unito il 20 ottobre 1983, distribuito dalla Buena Vista Distribution Company. 
È tratto dal racconto di Charles Dickens Canto di Natale (1843), con Topolino nel ruolo di Bob Cratchit e Paperon de' Paperoni in quello del suo omonimo Ebenezer Scrooge ("Scrooge McDuck" è infatti il suo nome originale). 








LA VITA È MERAVIGLIOSA

Tratto dal racconto The Greatest Gift, scritto nel 1939 da Philip Van Doren Stern,  è un film del 1946 diretto da Frank Capra. La trama è incentrata su George Bailey, un uomo nato e cresciuto in una piccola cittadina rurale che, dopo aver rinunciato per tutta la vita a sogni e aspirazioni pur di aiutare il prossimo, colto dalla disperazione, è sul punto di suicidarsi la sera della vigilia di Natale. In suo soccorso, arriverà un angelo custode mandato da Dio. Il film, che vede James Stewart e Donna Reed tra i protagonisti, ottenne cinque candidature ai premi Oscar. Nel 1998 l'American Film Institute lo inserì nella lista dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.







MAMMA HO PERSO L'AEREO

È un film del 1990 diretto da Chris Columbus.
Chicago. I coniugi Peter e Kate McCallister sono in partenza per una vacanza natalizia a Parigi con la numerosa prole, gli zii e i cugini. Ma la sveglia non suona a causa di un blackout avvenuto durante la notte, e così nella fretta di partire si dimenticano a casa Kevin, il più piccolo dei loro figli che era in castigo in soffitta.
Rimasto solo a casa, il bambino non si perde d'animo e se la spassa, approfittando dell'assenza degli adulti per saltare sui letti, mangiare schifezze e guardare film violenti alla televisione. Se la deve però vedere con Harry e Marv, due scassinatori maldestri e crudeli, intenzionati a svaligiare la casa dei McCallister.






UNA POLTRONA PER DUE

La commedia, una rivisitazione moderna della fiaba del ricco (l’uomo d’affari Dan Aykroyd) e il povero (il senzatetto Eddie Murphy) ambientata a Philadelphia, è un appuntamento fisso di tutte le vigilie. È un film del 1983, diretto da John Landis ed interpretato da Dan Aykroyd, Eddie Murphy e Jamie Lee Curtis.
Louis Winthorpe III è un esponente della Filadelfia "bene". Il lavoro di broker presso la società Duke & Duke gli permette di vivere in una splendida casa e di godere di privilegi. Billie Ray Valentine è uno straccione che mendica elemosina per strada simulando di aver perso gambe e vista durante la guerra del Vietnam. Le vite dei due si incrociano quando i proprietari della società finanziaria decidono di fare un esperimento: scambiare completamente le loro vite.





MIRACOLO SULLA 34° STRADA

È un film diretto da Les Mayfield e vede Richard Attenborough nei panni di Babbo Natale. È uno dei remake del celeberrimo film Il miracolo della 34ª strada del 1947 diretto da George Seaton.
Dato il suo aspetto molto somigliante a Babbo Natale, 
Kris Kringle viene assunto ai Grandi Magazzini Cole. Kris si immedesima nei panni di Babbo Natale e sostiene di esserlo veramente. Tutti i bambini credono che lui sia il vero Babbo Natale, tranne Susan, la figlia di Dorey. Alla fine anche Susan inizia ad affezionarsi a Kris e una sera gli confessa cosa vorrebbe per Natale: un papà, una casa e un fratellino. Kris convince la piccola che se inizierà a credere in Babbo Natale, avrebbe ottenuto quelle cose e Susan inizia a credere.






PARENTI SERPENTI

Un classico di Natale tutto all'italiana, è un film del 1992 diretto da Mario Monicelli.
Si sta per festeggiare il Natale e tutti i parenti si riuniscono per le feste nella città di Sulmona, in Abruzzo. Tutto sembra andare per il meglio (cenone, messa di mezzanotte e scambio di regali), finché il giorno del pranzo di Natale, nonna Trieste decide di fare un discorso ai figli: i due anziani genitori non se la sentono più di vivere soli e vorrebbero essere ospitati da uno dei figli, ma questi ultimi sono ben lungi dal desiderarlo. La soluzione al problema sarà trovata dai figli e si esternerà in un piano velenoso e criminoso. Non sapendo a chi affidare i 2 anziani, li fanno saltare in aria dando la colpa ad una fuga di gas. 






IL GRINCH

È un film del 2000 diretto da Ron Howard tratto dall'omonimo libro del Dr. Seuss. Tra i numerosi riconoscimenti, ha vinto un Oscar al miglior trucco.
Il paese di Chinonsò, che si trova all'interno di un fiocco di neve, è abitato da esseri di differente altezza, sesso ed età, i "Nonsochi". A Chinonsò ci si prepara da sempre al Natale. Tutti sono indaffarati a comprare e spedire regali e solo in questo sembra risiedere il senso del Natale. La piccola Cindy Lou ha però il dubbio che questo non basti. Cerca allora di cambiare le cose convincendo il potente e viscido sindaco ad invitare alla festa il Grinch, un essere verde e peloso che vive sulla cima del monte Briciolaio con gli oggetti prelevati dalla discarica e che detesta a morte il Natale. 






NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS

Un film d'animazione del 1993 diretto da Henry Selick e ideato e prodotto da Tim Burton. Il film è realizzato in stop-motion, cioè usando dei pupazzi mossi a mano dagli animatori di fotogramma in fotogramma.
Tra gli Alberi delle Feste più Liete, c'è una porta che ha la forma di una Zucca e varcando questa porta si può accedere ad un mondo dedicato alla Festa di Halloween. Mentre vagabonda nel bosco accompagnato dal suo cane Zero, il re della festa Jack scopre un circolo di alberi che non ha mai visto prima. Ogni tronco ha una porta con una forma diversa, ma lui è subito attratto da quello con su disegnato un albero di Natale. 







LOVE ACTUALLY

È è un film corale del 2003 scritto e diretto da Richard Curtis, con un ricco cast che vede Hugh Grant, Colin Firth, Emma Thompson, Sienna Guillory, Liam Neeson, Alan Rickman, Bill Nighy, Keira Knightley, Martin Freeman, Andrew Lincoln, Laura Linney, Rowan Atkinson e Thomas Sangster.
La trama è un intreccio di relazioni e di amori: dieci storie, con protagonisti inglesi molto diversi tra loro, accumunate dal fatto di svolgersi contemporaneamente e di iniziare cinque settimane prima di Natale.










SANTA CLAUSE

Un film del 1994 diretto da John Pasquin.
È una pellicola di Natale, distribuita da Walt Disney Pictures e Hollywood Pictures, interpretata da Tim Allen. Scott Calvin è un padre che si trova contrattualmente vincolato a diventare il Babbo Natale quando butta giù dal tetto involontariamente Babbo Natale, e viene convinto da suo figlio a indossare il suo vestito.






gli-scrittori-della-porta-accanto

Stefania Bergo
Non ho mai avuto i piedi per terra e non sono mai stata cauta. Sono istintiva, impulsiva, passionale, testarda, sensibile. Scrivo libri, insegno, progetto ospedali e creo siti web. Mia figlia è tutto il mio mondo. Adoro viaggiare, ne ho bisogno. Potrei definirmi una zingara felice. Il mio secondo amore è l'Africa, quella che ho avuto la fortuna di conoscere e di cui racconto nel mio libro.
Con la mia valigia gialla, 0111Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...