• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Arte] Libri e cortei mascherati: cultura e divertimento in Toscana, di Gianna Gambini

viareggio

In Toscana a febbraio: tanti eventi da non perdere, tra festival letterari e corsi in maschera, dalla I edizione di Firenze Libro Aperto alle sfilate allegoriche del Carnevale  di Viareggio.

Il mese di febbraio si apre con un evento ricco di interesse per chi si occupa di libri: editori, scrittori e aspiranti tali, lettori grandi e piccoli. Febbraio è anche il mese del Carnevale, per questo ho pensato di parlare proprio dei corsi mascherati più noti della Toscana, per rivivere una tradizione che ha attraversato varie epoche e si mantiene viva ancora oggi.
Già Lorenzo De’ Medici partecipava alle sfilate che in pieno Rinascimento imperversavano per le vie centrali di Firenze, tanto che in onore di due delle maschere più ambite scrisse la Canzone di Bacco e Arianna, ricordando che lo scopo di questa festa è godersi il presente
Chi vuol esser lieto, sia: / di doman non v’è certezza.

Il Carnevale di Viareggio: il 12 febbraio iniziano i cortei mascherati per i viali del lungomare.


Uno tra i corsi mascherati più rinomati dell’intera penisola è il Carnevale di Viareggio dove sui Viali a Mare si susseguono enormi carri di cartapesta dal carattere ironico, sprezzante e satirico che da sempre li contraddistingue. Politica e attualità sono gli spunti da cui i realizzatori traggono ispirazione, ma fino al prossimo 12 febbraio, data in cui il triplice colpo di cannone darà avvio al Primo Corso Mascherato, non sarà possibile sapere quali saranno i soggetti degli imponenti carri. Ogni realizzazione di carta pesta ospiterà circa duecento figuranti che tra canti, balli e musiche sfrenate contribuiranno a scaldare l’atmosfera già di per sé frizzante del Carnevale Viareggino. (viareggio.ilcarnevale.com)


Il Carnevale dei Figli di Bocco, il 12 e il 19 febbraio.


Secondo alcuni documenti storici risalirebbe, invece, al XII secolo il Carnevale dei Figli di Bocco, manifestazione che torna ogni anno nella sua edizione moderna dal 1997. Tra i vicoli del centro storico di Castiglion Fibocchi (AR) si muovono maestosi circa duecento figuranti, con il volto coperto da sontuose maschere realizzate in cartapesta e abbigliati con abiti realizzati con tessuti preziosi e dal gusto elegante e antico. L’edizione del 2017, che avrà luogo il 12 e il 19 febbraio, si concluderà con un riconoscimento per la maschera più bella e anche con la premiazione per le più belle foto scattate alle maschere durante le due domeniche di Carnevale. (www.carnevaledeifiglidibocco.it)

Il 12 febbraio, al via le sfilate dei carri di Foiano.


Tra gli eventi più celebri legati al Carnevale, impossibile non citare le sfilate dei carri di Foiano della Chiana (AR). È il Carnevale più antico d’Italia: quella che vedrà l’inizio domenica 12 febbraio è la 478esima edizione, tanto che per la sua straordinaria valenza storiografica è considerato uno degli eventi carnevaleschi più importanti dello stivale. Ogni anno, quattro grandi carri allegorici entrano in competizione: ogni carro è realizzato da un cantiere, i cui nomi sono RusticiNottambuliBombolo e Azzurri, i quali devono rispettare rigorosamente le misure stabilite dal regolamento. Ogni opera realizzata deve essere lunga 17 metri al massimo, largo 10 metri e alto 13. L’atmosfera che si crea nei giorni delle sfilate è magica: il piccolo centro storico è dominato dall’imponenza dei carri e sopraffatto dalla vivacità e dal brio dei figuranti e degli spettatori.
(www.carnevaledifoiano.it)

Dal 17 al 19 febbraio, la I edizione di Firenze Libro Aperto, tra letteratura e musica. Tra gli ospiti vip: Simona Sparaco, Andrea De Carlo, Marco Vichi e Carlo Lucarelli.


La città di Firenze, nei giorni 17-18-19 febbraio 2017, ospita negli spazi ampi della Fortezza la prima edizione del festival letterario Firenze Libro Aperto. L’evento, che ha già superato le aspettative degli organizzatori per quanto riguarda le adesioni degli addetti ai lavori, coinvolge case editrici grandi e piccole, in uno spazio espositivo che avvicina e amalgama le realtà più o meno note dell’industria libraria italiana. 
Oltre agli stand dedicati ai volumi delle varie edizioni, si alterneranno artisti del panorama musicale italiano quali Vinicio Capossela, Morgan, Dolcenera e scrittori impegnati nella presentazione dei loro libri in uscita in questo periodo, oppure pronti a ripercorrere con i lettori i punti salienti della loro carriera. 
Tra gli ospiti presenti, particolarmente attesa la partecipazione di:
  • Simona Sparaco venerdì 17 febbraio, 
  • Andrea De Carlo e Marco Vichi nel pomeriggio di sabato 18, 
  • Carlo Lucarelli Domenica 19. 

L’ultimo giorno del festival è prevista anche la premiazione di un concorso letterario per opere edite e inedite indetto proprio in concomitanza con l’organizzazione dell’evento. (www.firenzelibroaperto.it)


Gianna-Gambini

Gianna Gambini
Laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze. Dopo aver conseguito alcuni master e il diploma di specializzazione presso la SISS di Pisa, lavora come insegnante, presso la Scuola Secondaria di Primo grado. Sposata con una figlia vive nel comune di Terranuova Bracciolini.
Tartarughe marine, 0111Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!