La storia della mamma di Max, la sfida di crescere un eroe del quotidiano

Cosa posso preparare per accogliere la mamma di Max, il bambino più coraggioso del mondo? Sappiamo che il coraggio lo si ha e lo si impara, e questa giovane donna dai capelli mossi è una brava insegnante di vita.
Ho deciso: torta alla nutella.
Dolce e morbida come un schioccare di mille baci. Gli stessi baci che lei imprime in segreto, di notte, sulla fronte di suo figlio addormentato.
Max, infatti, non vuole essere toccato e non vuole toccare gli altri. Detesta i baci e gli abbracci.
Ha solo un amico, si chiama Budo ed è immaginario.
Non vuole indossare più di cinque capi per volta, scarpe escluse, né entrare in ascensore. Non sopporta costrizioni.
Non sorride, non manifesta empatia. Il suo esistere è tutto “dentro” e il “fuori” deve essere dominato da cose e ritmi sempre uguali, perché è un fuori troppo lontano da un dentro troppo grande.
È intelligentissimo e, ribadisco, ha un coraggio straordinario.
Tutti lo vorrebbero diverso da come è, non solo i compagni che lo infastidiscono, ma perfino le persone che più lo amano. Perfino suo padre, perfino sua madre che ho qui davanti a me, mentre sorride malinconicamente.
Eppure Max ogni giorno si sveglia ed è se stesso. Caparbiamente.
Lo è quando è solo e nessuno può proteggerlo.
Lo è quando è circondato da troppe persone e niente può nasconderlo.

Prima di addentare la fetta di torta, la mamma di Max mi guarda e dice: «Mi aiuterai a ritrovare il mio bambino?». Poi, fiera come una leonessa, aggiunge: «Mio marito mi soprannomina la “mamma elicottero”: non permetto a nessuno di fargli del male». Piega il braccio e mostra, ironicamente, il muscolo e i tendini che si gonfiano appena sotto la maglia.
In quell’istante mi pare di sentire una vocina: «Sono Budo: io so dove si trova!», ma gli amici immaginari non sono reali, è solo suggestione. Vero?

L'AMICO IMMAGINARIO
di Mattew Dicks
Giunti  
cartaceo 10,20€  | Acquista 


L’amico immaginario” è un romanzo di Mattew Dicks, edito da Giunti nel 2012, che narra, attraverso le parole di Budo e di altri amici immaginari, con un linguaggio fresco e credibile, la storia di un bambino autistico, un eroe del quotidiano, che un giorno scompare improvvisamente. Ritmo avvincente, saggezza infantile e poetica dolcezza fanno di questo libro una lettura imperdibile.



di Emma Fenu
Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Laureata in Lettere e Filosofia, ha, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrive per lavoro e per passione.
Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena, Abel Books.
Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità, Echos Edizioni.

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità