Selena 1692: siamo streghe anche nel 2016

Selena-1692

Il salotto di Emma Recensione di Emma Fenu. Selena 1692 di Rosalba Vangelista, la lettera di una giovane strega, vittima dell’inquisizione.

Chiamateci streghe, per assolvervi della vostra colpa e per sedare la vostra paura.
Chiamateci streghe, quando dei nostri lunghi capelli fate lacci e con essi ci impiccate.
Chiamateci streghe, quando le nostre carni sono troppo belle per non essere opera del demonio tentatore.
Chiamateci streghe, quando le nostre rughe sono solchi di memoria e il peso dei vostri peccati ci incurva le spalle.
Chiamateci streghe, quando la nostra conoscenza fa vacillare i vostri dogmi e ne denuda la falsità.
Chiamateci streghe, quando pretendiamo di scrivere la Storia con l’inchiostro rosso del nostro sapere.
Chiamateci streghe, quando invochiamo il diritto di essere libere di pensare e di fare.
Chiamateci streghe, quando educhiamo le nostre figlie ad essere donne, eredi di dee antiche.
Chiamateci streghe, quando non vogliamo obbedire e sottostare alla vostra violenza.
Chiamateci streghe, quando scegliamo di lasciarvi e di affrontare le nostre sfide.
Chiamateci streghe, quando vi scaldate i peccati con il fuoco delle nostre pire.
Chiamateci streghe e noi ci voltiamo: vi guardiamo negli occhi e il Dio che invocate vi lascia soli, nelle fiamme della vostra coscienza.

Selena 1692

Selena 1692

di Rosalba Vangelista
Youcanprint
ISBN 978-8892621992
Romanzo storico
ebook 0,99€
cartaceo 7,28€

Siamo sedute sul divano del mio salotto. Io e Selena. Io del 2016 e lei del 1692. Due donne, due streghe.

Sorseggiamo tè e piangiamo le ultime vittime, affinché dalle lacrime cresca il seme della giustizia.
Selena 1692 è un breve e toccante romanzo di Rosalba Vangelista che racconta, tramite le parole di una lettera vergata da una giovane strega, vittima dell’inquisizione di Selem ad Andover, l’orrore della persecuzione di genere che ancora oggi, in forme diverse, si presenta ai nostri occhi con il nome di femmicidio. Dall’intenso libro, edito da Youcanprint in cartaceo e in formato digitale, sarà tratta una rappresentazione teatrale a cura della compagnia genovese TIC (Teatro Indipendente Certosa).

di Emma Fenu
Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Laureata in Lettere e Filosofia, ha, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrive per lavoro e per passione.
Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena, Abel Books.
Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità, Echos Edizioni.
Le dee del miele, Milena Edizioni.

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità