• Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ad ali spiegate, Ornella Nalon - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Sliding doors

Sliding doors - Scienza, Gli scrittori della porta accanto

Scienza | Di Vincenzo Mirra. Sliding doors, effetto farfalla, teoria del caos: quando un evento iniziale apparentemente insignificante può rivoluzionare la sequenza degli eventi.

A questo punto del nostro “viaggio” nel Grande libro dell’Universo, farò un breve, brevissimo inciso, ma essenziale a mantenere insieme l’enorme massa critica di pensieri e di riflessioni.
L’inciso è questo.
Per me, nella mia personale convinzione, niente esiste o accade per caso, e tutto è unito, correlato e collegabile ad un unico interminabile e meravigliosamente straordinario filo conduttore di bellezza.
Fine dell’inciso.
D’altra parte però, ma senza contraddire il modello deterministico della conoscenza, già a partire dal problema dei tre corpi della meccanica classica, quindi sin dal pensiero scientifico del secolo illuminista, la teoria del caos (che altro non è che un ‘caso’ disordinato, in cui due lettere si scambiano di posto) ammette l’esistenza di una classe di problemi fisici che esibiscono una casualità nell’evoluzione delle variabili dinamiche, a partire da una sensibilità del problema rispetto alle condizioni iniziali. I comportamenti fisici che ne derivano sono solo apparentemente casuali, dato che si manifestano come evoluzione di configurazioni iniziali arbitrariamente simili tra loro, vicine ma differenti. Questa sensibilità alle condizioni iniziali è comunemente nota come “effetto farfalla”, così chiamato per il celebre e provocatorio interrogativo che il matematico Edward Lorenz pose nel 1972 in una conferenza sulla prevedibilità delle evoluzioni caotiche:
Può il battito delle ali di una farfalla in Brasile scatenare un tornado in Texas?
La tesi è evidentemente quella per cui il lieve movimento delle ali di una farfalla rappresenta un piccolo cambiamento nella condizione iniziale del sistema globale ma sufficiente a provocare una catena di eventi che portano a fenomeni di scala sempre più vasta. E tutto originato, concatenato e dipendente da un evento iniziale apparentemente insignificante per l’evoluzione del fenomeno, eppure determinante per la sua condotta.
Insomma, una specie di quello che accade in Sliding doors (anche per restare in tema di porte accanto).
Quindi si può dire a questo punto, almeno per tener fede alla mia premessa, che tutta la bellezza nell’Universo si origina e si sviluppa a partire dall’impercettibile soffio di un battito d’ali di farfalla. E tutto, ma proprio tutto, esiste per effetto di qualcosa e come tale può essere determinato.
In altre parole tutto ciò che esiste nell’Universo, dall’infinitamente piccolo particellare (l’universo della meccanica quantistica) all’infinitamente grande cosmico (l’universo della relatività generale), se non ancora determinato o scoperto, lo sarà. Poi ci sono le cose che verranno inventate, ma quelle saranno il frutto delle intuizioni di menti geniali.

Relatività generale e Rivoluzioni assolute

Tutto ha origine da un battito d’ali. Tutto parte sempre da un moto di Rivoluzione.
In uno spazio-tempo rivoluzionario, da un moto di ideali provengono le grandi conquiste del progresso sociale e civile, da uno di passioni quelle personali, da quello gravitazionale le recenti scoperte "rivoluzionarie" della fisica legate alle onde di Einstein.
Alcune sono collocate nella storia, almeno in quella che ci tramandiamo in questa piccolissima porzione di spazio-tempo in cui viviamo; tutte possono essere collocate in una geografia di luoghi e di confini mutabili. Alcune scardinano il sapere filosofico e quello scientifico ridefinendone i pensieri, come è accaduto per la rivoluzione copernicana. Altre ancora modificano ciclicamente le nostre abitudini quotidiane in un continua disponibilità di nuovi strumenti e di nuove tecnologie.
Un numero spropositato di rivoluzioni, di qualche cifra con dozzine e dozzine di zeri, riguardano i corpi celesti nell’infinito (?) spazio siderale: il moto planetario, quello di una stella, persino quello delle galassie. Forse, quello dell’Universo. Lo scopriremo.
Una rivoluzione dicevamo. A volte di alcune ne siamo persino i protagonisti. Qualche volta attori, altre spettatori, ma questa è un’altra storia.
Quelle più belle, spesso, provengono da intuizioni del pensiero umano, da una mela, nel caso di sir Isaac Newton, da un "un puro gioco inventivo", nel caso di Einstein (così lo zio Albert disse dell’origine della sua teoria).
Le conquiste di tutte queste rivoluzioni rappresentano il nostro patrimonio di sapere, di cultura e di tecnologia.
Io, dal canto mio, ho rivoluzionato enormemente la mia vita e mi getto continuamente e con passione in nuovi giochi inventivi, anche se ammetto che mi faccio molto aiutare dai miei figli in questo. Scrivo poesie e invento nuove parole, sto persino pensando ad una nuova grammatica, la grammatica dell’infinito l’ho chiamata. Un paio di mesi fa, sempre a proposito di rivoluzioni e di rivoluzionari, ho scritto dalle alture di La Higuera.
Ma sì, è proprio così. Sempre. Il vero rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d’amore.
E questo vale per i comandanti, per gli scienziati, per i visionari e per i sognatori. E, al femminile, per tutte le donne.

DEI BUCHI NERI E DI ALTRE STELLE O QUASI STELLE: LE PUNTATE
I L’Universo
II Le Stelle
III Isole nello spazio cosmico
IV Lo zio Albert
V Sliding doors
VI Esplorazione gravitazionale
VII Si accendono le luci
VIII Backstage della Navigazione siderale. Diario di bordo del capitano.

Le puntate già pubblicate



Vincenzo Mirra

Vincenzo Mirra
Nato a Napoli nel 1973, si è diplomato all'Istituto Nautico per poi laurearsi in Ingegneria Aeronautica ad indirizzo Spaziale. Alle passioni per la navigazione, il mare e l’astronautica, ha sempre aggiunto quelle per la letteratura, la scrittura di viaggio e di meditazione ed il teatro.
È autore del blog letterario Beaufort, scritture al vento e taccuini di mare che esprime scritture di vario tipo e argomentazione, anche di natura sperimentale. Dal 2005 vive a Pisa, dove dal 2015 ha iniziato a frequentare corsi e laboratori teatrali, di recitazione, di lettura corale e di drammaturgia.
Isole, AUGH! Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram