Una giornata bestiale, di Vincenzo Carriero

Una giornata bestiale, di Vincenzo Carriero - pagina 69, Libri

Pagina 69 #116 | Una giornata bestiale, di Vincenzo Carriero, 0111Edizioni, 2017. Sogno, incubo e realtà si confondono in una serie di avvenimenti grotteschi ma reali.

Così dicendo Miss Capitone si fermò di colpo. Pescò una lattina di ferro dalla sua borsa e un accendino tipo Zippo.
«Porto sempre con me una lattina di paraffina. Sai, mi piace esibirmi come mangiafuoco in certi locali alla moda del centro storico. Che vuoi che ti dica, è la mia piccola perversione. Da bambino avevo tendenze piromani. Ora mi sento un po’ più esibizionista. Adoro mettermi in mostra.»
Versò il liquido nei vari angoli del casariello, poi con lo Zippo gli diede fuoco.
«Meglio essere cremato che essere mangiato dai porci, non credi?»
Dovetti dargliene atto, il ragionamento non faceva una piega.
«Ora dobbiamo andare però, senza storie. Fra pochi minuti qua scoppia il finimondo.»
Allora scavalcammo il muro di cinta alle spalle dello Scassone. Una vecchia Ford Mustang 289 ci aspettava con il motore acceso.
«Non hai paura che te la freghino?» gli dissi; quella macchina valeva un sacco di soldi.
«Da dove vengo io i soldi non sono così importanti. Non sono importanti le cose, non è importante il loro valore.»
Il casariello oramai era in fiamme, si poteva vedere benissimo il bagliore del fuoco, una colonna di fumo si alzava imperiosa, alta e maestosa.
Miss Capitone si fermò un attimo ad ammirare lo spettacolo.
«Guarda la mia ultima creazione.»



Quarta di copertina
"Una giornata bestiale" di Vincenzo Carriero.

Una giornata bestiale è un romanzo di formazione. Surreale, intenso, diretto. E' la storia di Enzo, del suo viaggio all'inferno accompagnato da un angelo custode strambo che risponde al nome di Miss Capitone. Un essere androgino con la fissa per le scarpe e la musica jazz. Enzo ha una missione, quella di salvare il mondo. Per farlo, deve restituire un pacco di soldi precedentemente trafugato dalle tasche di uno strozzino morto ammazzato. Lo deve consegnare nelle mani del Re di denari, un grassone Sinti che altro non è che un alter ego del demonio. Che cosa succederà al nostro amico Enzo? Sarà risparmiato oppure condannato a rivivere il suo incubo ricorrente?


Leggi le altre pagine 69:


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità