• La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ad ali spiegate, Ornella Nalon - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Una giornata bestiale, intervista a Vincenzo Carriero

Una giornata bestiale, intervista a Vincenzo Carriero - Scrittori

Scrittori | A cura di Silvia Pattarini. Un caffè (letterario) con Vincenzo Carriero, in tutte le librerie online con il suo romanzo d'esordio Una giornata bestiale, 0111 Edizioni, 2017. 

Ciao Vincenzo, e benvenuto nel blog de “Gli scrittori della porta accanto – Non solo libri”. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un tè, una tisana, una bibita fresca o… cosa preferisci?
Ciao a tutti e complimenti per il sito. Stiloso e professionale. Si può avere un mojito?

Eccoti un mojito, come cita un famoso proverbio "di quel che c'è non manca nulla". Dove hai trovato il nostro blog e  perché hai deciso di affidarti a noi per la promozione del tuo libro?
Come detto prima, il vostro è un sito fighissimo che io stesso visito ogni volta che sono alla ricerca di nuove letture. Dovete sapere che amo leggere e scoprire esordienti. Spesso ci trovo autori poco conosciuti ma davvero cazzuti.

Wow meraviglioso! Ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontaci qualcosa di te. Qual è quell’alchimia, quella scintilla interiore che spinge Vincenzo Carriero a scrivere nella vita di tutti i giorni: cosa ti affascina e ti ispira?
Mi piace osservare la gente. Le loro manie, i loro tic, la postura, il modo di parlare. Pensa che la mia fonte di ispirazione primaria è lo filiale del Monte dei Paschi di Villaricca. Dove ogni mese pago il mutuo. Ci trovo dei personaggi assurdi, delle vere e proprie macchiette.

Piuttosto originale, viene da sorridere! Ti concentri meglio sulla scrittura di giorno o di notte e perché?
Io scrivo di notte perché di giorno "fatico" come un matto. È di mattina però che mi vengono le idee migliori. Allora, per non dimenticarle, giro con un sacco di biglietti in tasca dove scrivo appunti, stralci di dialoghi e caratteristiche dei personaggi. Insomma, penso alla scrittura la maggior parte del mio tempo.

Una giornata bestiale: ci racconti il perché di questo titolo?
Una giornata bestiale è quando ti accorgi di vivere una vita irreale. Quando passi la maggior parte del tuo tempo a lavorare per pagare la rata della macchina, quella del cellulare, della vacanza. Una giornata bestiale è quando ti guardi indietro e sei rimasto solo, perché hai trascurato gli amici, gli affetti. Una giornata bestiale è quando sei costretto a vivere il tuo incubo ricorrente. Io ne ho vissute tante di giornate bestiali. A un certo punto ho detto basta.

Quanti libri hai scritto, quanti e quali sono? 
Una giornata bestiale è il mio romanzo d'esordio. La prossima primavera però uscirà Pulp Napoletano, il mio secondo romanzo con Le Mezzelane.

Com’è nata l’idea di Una giornata bestiale, perché hai voluto raccontare la storia di “Enzo e miss Capitone”?
Un po' di tempo fa ho ascoltato per caso la conversazione di mia madre con una sua amica. La sentivo parlare di un aborto che aveva scelto di fare molti anni prima e ammetteva di averlo fatto per paura di un altro parto. Questa cosa mi ha turbato molto. Così ho pensato che sarebbe stato bello avere un altro fratello. Avrei voluto passare un po' di tempo con lui, vedere la sua faccia. Mi sono chiesto che sesso avesse, se avrei dovuto chiamarlo fratello oppure sorella. Alla fine l'ho immaginato senza sesso. Un essere androgino confuso e disorientato. L'ho immaginato come un angelo custode, un moderno Virgilio di dantesca memoria che rispondesse al nome di Miss Capitone. Questo angelo mi protegge e mi accompagna in un viaggio interiore, catartico e molto difficile, fra vizio, corruzione, peccato. Ma anche amore, lealtà, fatica e sudore. Una giornata bestiale è la mia storia di uomo qualunque, con i suoi casini, gli scazzi quotidiani, i dubbi, la paura di vivere e di non farcela a essere normale. Ecco, Una giornata bestiale vuole rispondere a una domanda: cosa significa essere normale? Per caso uniformarsi alla massa, accettare il lavaggio del cervello che ti costringe ad essere un numero? Oppure lottare per conquistare la propria umanità, ribellandosi alla logica del profitto ad ogni costo che ti ruba il tempo, quindi la vita e la gioia di viverla?


Fabrizio Caramagna afferma che “ogni libro è un viaggio, e l’unico bagaglio che portiamo con noi è l’immaginazione”. Vuoi raccontarci qualche curiosità su Una giornata bestiale?
Una giornata bestiale è proprio un viaggio. Un lungo tragitto che porta diritto al mio cuore. Per scriverlo ho fatto fondo a tutta la mia immaginazione perché è davvero una storia assurda. Enzo, che sono io, incontra Miss Capitone, suo fratello mai nato, che gli salva la vita. Da quel momento i due cominciano un lungo viaggio che ha come meta la dimora del Re di denari, un capo sinti cui devono restituire i soldi che Enzo ha fregato a uno strozzino morto. Questi soldi devono essere tolti dall'economia reale perché altererebbero l'equilibrio fra il Bene e il Male. Enzo dovrà combattere contro la sua coscienza, che ha le fattezze di un omino piccolo, tutto naso e cattiveria vestito come un impresario delle pompe funebri. Poi si troverà a giocare contro il suo alterego a " Chi vuol esser trucidato", il nuovo, sanguinoso gioco a premi della morte. Chi perde si spara un colpo in testa alla roulette russa e se ne va all'altro mondo. Infine, Enzo verrà condannato dal Re di denari a rivivere il suo dannatissimo incubo ricorrente, una corsa disperata in un labirinto fatto di infiniti cessi. Dentro ognuno di questi il protagonista ci ha buttato un pezzettino della propria vita. E non potrà più averlo indietro.

Fornisci almeno tre motivi validi per invogliare un potenziale lettore a leggere Una giornata bestiale.
Questo romanzo DEVE essere letto.
Perché non ne esiste uno uguale, nessuno ha mai avuto il coraggio di farlo.
Perché strappa più di un sorriso e fa riflettere parecchio.
Perché per ogni copia venduta guadagno un euro e, sinceramente, teng' bisogno.

Ah ah ah sei uno spasso! Come intendi impostare la promozione dei tuoi libri: ti impegni personalmente in presentazioni presso biblioteche, librerie, centri culturali e assessorati alla cultura, oppure preferisci il web o, tutte le soluzioni possibili purché se ne parli? 
Per ora sto privilegiando il web ma credo che non basti. Il fatto è che un autore emergente fa davvero fatica ad abbattere il muro di diffidenza che lettori, librai e addetti ai lavori hanno nei suoi confronti. A gennaio comincio con le presentazioni e spero davvero tanto di arrivare a quante più persone possibile. 

Intendi iscrivere Una giornata bestiale a concorsi o premi letterari? 
In realtà, quando ancora era inedito, Una giornata bestiale si è classificato molto bene in un concorso bandito dal web magazine KULTURAL. Magari non è molto conosciuto ma il livello degli articoli è davvero alto. Ricevere una menzione di merito da loro è stato davvero gratificante. È stata quella la scintilla che mi ha fatto capire che avrei potuto scrivere. Li devo ringraziare. Non so se iscriverò il romanzo a premi letterari. Primo, perché non ci credo molto ai premi. Secondo, il mio stile è davvero particolare e non so quante speranze di vittoria potrei avere. Di solito le giurie sono composte da parrucconi con la puzza sotto al naso.

Che tipo di lettore sei: preferisci sfogliare le pagine dei libri, annusando il profumo delle pagine, oppure ti sei lasciato sedurre dalle nuove tecnologie preferisci gli ebook?
Sinceramente, compro molti libri cartacei ma anche molti ebook, specie di esordienti. Essendo un lettore forte, leggo anche tre romanzi a settimana, il digitale mi aiuta ad abbattere i costi. Poi è molto comodo, essendo fruibile praticamente sempre e dappertutto.

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso, nuove pubblicazioni o ambizioni particolari? 
Come ti dicevo, in primavera uscirà il mio secondo romanzo, Pulp napoletano. Poi ho terminato il terzo e ne ho già abbozzato altri due. La mia ambizione è quella di arrivare a pubblicare con una casa editrice importante. Posso farlo e prima o poi succederà.

Vincenzo noi te lo auguriamo e ti ringrazio tantissimo per essere stato con noi; a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo ultimo libro, in bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!

Una giornata bestiale

Una giornata bestiale

Una giornata bestiale, un romanzo breve, truce, intimo. Un viaggio onirico attraverso le visioni del protagonista, il suo modo di vedere il mondo, la gente, il vizio, il peccato, la morte, ma anche l'amore. Una storia fantozziana dove sogno, incubo e realtà si confondono in una serie di avvenimenti grotteschi e reali al tempo stesso. Enzo, accompagnato dal suo angelo custode, un essere androgino dalla sessualità indefinita, percorrerà un viaggio interiore attraverso il quale affronterà le sue paure, i suoi incubi ricorrenti, i mostri che popolano la sua mente. Li guarderà in faccia, ne incrocerà lo sguardo, ne sentirà il tanfo. La cosa non gli piacerà affatto.

di Vincenzo Carriero | 0111 edizioni  | Narrativa
ISBN 978-8893701488 | cartaceo 14,00€ | ebook 2,99€ 
Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram