• Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

Souvenir, di Maurizio De Giovanni: pagina 69

Souvenir, di Maurizio De Giovanni: pagina 69

Pagina 69 #122 | Souvenir, di Maurizio De Giovanni, Einaudi. Una nuova indagine per i Bastardi di Pizzofalcone, un segreto custodito per cinquant'anni, una storia d'amore e di sacrificio indimenticabile come un vecchio film.


Non passava giorno che non si ponesse mentalmente al cospetto dello strano, enorme sentimento di tenerezza e di protezione che provava per quella bambina. Era una condizione talmente nuova e inattesa nella sua vita e nella sua personalità, per come conosceva se stesso, che gli faceva quasi paura. Si sentiva responsabile nei confronti della piccola, ovvio, ma era anche geloso di lei, ed era terrorizzato all'idea che potesse succederle qualcosa di brutto in quel mondo terribile che lui affrontava ogni giorno.
La Di Giacomo lesse un documento e apparve soddisfatta. Alzò lo sguardo.
- Dunque, come sapete abbiamo presentato a vostra firma l'istanza di adozione, con le indicazioni circa la particolarità del caso. La nostra memoria era ampia e riportava le notizie che in queste eventualità vengono richieste: la solidità economica, la disponibilità di un appartamento decoroso e di spazio sufficiente, le vostre storie personali, il lavoro, le famiglie di origine. Tutto.
Romano si agitò sulla sedia.
- E andava bene, avvoca'? Noi abbiamo risposto con sincerità, non ci permetteremmo mai di...
La Di Giacomo scoppiò a ridere.
- E certo, signor Romano, che diamine! Figuratevi se ci mettiamo a dire fesserie al presidente del tribunale dei minori, che peraltro è una delle donne più intelligenti e furbe che io abbia mai incontrato. Quella in due minuti vi smaschererebbe, nel colloquio.
- Il colloquio? - chiese Giorgia.
L'avvocato annuì.
- Questa è appunto la bella notizia che vi dovevo dare, la ragione per cui vi ho convocati qui. Il presidente del tribunale vuole incontrarvi. È un ottimo segno; indica che le procedure sono veloci e che potremmo avere novità a breve.
Romano cercava di controllare il cuore che gli era balzato in gola.
- E quando... che tipo di colloquio sarà, avvoca'? Verrà anche lei, no?
La Di Giacomo fece una smorfia.
- No, il presidente vuole parlare in privato con gli aspiranti genitori. Ve l'ho detto, è una donna molto in gamba. Capisce tutto al volo, e non delega niente. La presenza di un avvocato inquinerebbe forzatamente la sua impressione, e lei non consente inquinamenti.
Dopo un attimo di silenzio, Giorgia domandò:
- Ma cosa vuole appurare il giudice su di noi? Non è possibile evitare l'interrogatorio? In fondo abbiamo presentato i documenti e ...
L'espressione dell'avvocato si indurì appena.
- Signora, non sarà un interrogatorio, ma un colloquio. Credevo di essermi espressa con chiarezza. E non si tratta di un evento aggirabile, perché è la richiesta del massimo organo preposto alle adozioni. Il presidente vuole approfondire un punto che evidentemente non le risulta chiaro e, se ci riflettete, bisognava aspettarselo.
Romano, con voce troppo bassa, chiese:
- Quale?
Gli occhi verdi della Di Giacomo lo fissarono, inespressivi.
- La solidità affettiva del vostro rapporto.




Quarta di copertina
"Souvenir" di Maurizio De Giovanni, Einaudi.

A ottobre il tempo è ancora indeciso. Un giorno fa caldo, quello dopo il freddo e l'umidità ridestano la gente dall'illusione di una vacanza perenne e la riportano alla realtà. Anche il crimine, però, si risveglia. Un uomo viene trovato in un cantiere della metropolitana privo di documenti e di cellulare; qualcuno lo ha aggredito e percosso con violenza. Trasportato in ospedale, entra in coma senza che nessuno sia riuscito a parlargli. Di far luce sull'episodio sono incaricati i Bastardi, che identificano la vittima: è un americano in villeggiatura a Sorrento con la sorella e la madre, un'ex diva di Hollywood ora affetta da Alzheimer. Recandosi a più riprese nella cittadina del golfo, vestita fuori stagione di un fascino malinconico, i poliziotti si convincono che la chiave del caso sia da ricercare in fatti accaduti là molti anni prima. Incrociando il presente con un passato che hanno conosciuto solo al cinema, i poliziotti di Pizzofalcone, ciascuno sempre alle prese con le proprie vicende personali, porteranno alla luce un segreto custodito con cura per cinquant'anni, una storia d'amore e di sacrificio indimenticabile come un vecchio film.


Leggi le altre pagine 69:


About tamara marcelli

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram