• Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Storie di una assistente turistica 2
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Noi e il 68
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Una grande amicizia, Liliana Sghettini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

La morte viene dal passato. Nubi scarlatte, intervista a Carlo Legaluppi

La morte viene dal passato. Nubi scarlatte, intervista a Carlo Legaluppi

Scrittori | A cura di Silvia Pattarini. Un caffè (letterario) con Carlo Legaluppi, in tutte le librerie online con il suo ultimo romanzo La morte viene dal passato. Nubi scarlatte, Alter Ego Edizioni, 2017. Un thriller a tinte noir ambientato in Irlanda del Nord.

Benvenuto Carlo Legaluppi, e grazie per avere scelto il nostro web magazine culturale. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè èletterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un tè, una tisana, una bibita fresca o… cosa preferisci?
Ti ringrazio ed accetto molto volentieri un caffè senza zucchero. È la mia bevanda preferita ed il solo sentire la parola caffè mi mette di buonumore.

Ci racconti come hai trovato il nostro blog e perché hai deciso di affidare a noi la promozione del tuo libro?
Ho individuato il vostro blog navigando in rete alla ricerca di articoli sul mondo della letteratura. Sono rimasto favorevolmente colpito da quello che ho letto e, in particolare, dalla bella intervista rilasciata al caffè letterario da uno scrittore con il quale sono in contatto su Facebook. Mi ha quindi solleticato l’idea di parlare con voi del mio ultimo lavoro ed eccoci qua… A questo proposito, prima di proseguire vorrei ringraziarvi per la disponibilità e l’attenzione dimostratemi.

Per scrivere un libro è necessario avere una storia da raccontare: raccontaci qual è stata quell’alchimia, quella scintilla interiore che ti ha spinto a scrivere il tuo libro La morte viene dal passato. Nubi scarlatte.
Premesso che sono un appassionato lettore e che nel periodo dell’adolescenza componevo poesie, il desiderio di scrivere un libro è rimasto per molto tempo latente nella mia mente senza sfociare in nulla di concreto. Fino a che, diversi anni fa, ho fatto leggere a mia figlia maggiore Vanessa i primi capitoli di un romanzo di avventure che avevo cominciato ad abbozzare. Il suo giudizio positivo ha rappresentato la spinta che mi mancava per proseguire. Non ho poi completato quell'opera (e non so se mai lo farò) ma, in compenso, è nata la storia che ha dato origine alla mia trilogia: La ottava croce celtica. Nulla è come sembra, pubblicata nel 2016 dalla Alter Ego Edizioni. Nel 2017, la stessa casa editrice ha curato l’uscita del libro La morte viene dal passato. Nubi Scarlatte, di cui stiamo parlando, che ha inaugurato la collana “Spettri” e costituisce il seguito ideale della prima opera. L’ambientazione mi è stata ispirata dal bellissimo film di Ken Loach "Il vento che accarezza l'erba", incentrato sulla guerra d'indipendenza irlandese (protrattasi dal 1919 al 1921) e sulla successiva guerra civile. Vedendo quelle tragiche immagini e nella convinzione che, quasi cento anni dopo, la questione nordirlandese fosse ancora d'attualità, ho deciso che l’Isola di Smeraldo avrebbe rivestito un ruolo di primo piano nella mia trilogia.

A che genere appartiene, ci presenti la trama a grandi linee?
Si tratta di un thriller a tinte noir ambientato prevalentemente in Irlanda del Nord, luogo di origine del protagonista: Sir Alexander Martini - Miller (Alex per gli amici), un ufficiale del SAS inglese di stanza a Belfast negli anni '90. Questo personaggio, poco dopo essere stato promosso capitano e nominato Sir, lascia il servizio attivo per motivi che si comprendono nel libro in discorso e si dedica a rilanciare un'industria d'informatica a Milano. Trascorre quindi un’esistenza agiata e piena di soddisfazioni, con l’unico cruccio della traumatica rottura della relazione con la donna che ama (Melissa Rodonò), dovuta ad un terribile malinteso le cui ragioni si palesano in questo thriller. L’ingombrante passato del protagonista è però in agguato e, all’improvviso, Alex viene convocato urgentemente dalla polizia in Irlanda, a seguito del rinvenimento, tra Dublino e Belfast, dei cadaveri orrendamente mutilati di quattro uomini del suo ex plotone del SAS e della scomparsa di altri due suoi ex commilitoni. Da quel momento viene proiettato in terribili eventi che considerava da tempo sepolti e che, invece, gli sono molto più vicini di quanto non immagini. Misteriosi legami con la sua vita personale lo mettono infatti al centro di un farneticante piano di vendetta che ruota intorno alla figura di un miliziano repubblicano rimasto ucciso nel 1998, mettendo a rischio la sua vita e quella delle persone a lui care.


Il personaggio che ritieni sia riuscito meglio è? Parlaci un po’ di lui…
Sicuramente Alex, il protagonista. Un affascinante ex ufficiale dei corpi speciali inglesi, ben addestrato e molto bravo sia a pianificare ed a mettere in atto azioni paramilitari, sia a gestire la propria azienda. È, invece, molto meno a suo agio quando deve esternare i propri sentimenti alle donne che attraversano la sua vita. Inoltre, nei momenti di maggiore tensione, Alex ha dei vividi flashback che lo proiettano in epoche remote, mettendo a dura prova il suo scetticismo rispetto al tema della reincarnazione ed ai dogmi religiosi in genere. Nel crearlo non mi sono ispirato a nessun modello reale o partorito dalla fantasia di altri autori, anche se è stato più volte paragonato sulla stampa al Professor Langdon dei libri di Dan Brown. Devo tuttavia ammettere che non è Alex il personaggio che amo di più. Gli preferisco un comprimario (del quale, per non rovinare la sorpresa, non anticiperò né il nome, né il sesso) che sicuramente diventerà il protagonista di uno dei miei prossimi libri.

Uno scrittore è prima di tutto un lettore: preferisci il classico libro di carta o meglio gli ebook?
Confermo di essere un lettore da diverse decine di libri l’anno ed un acquirente compulsivo di opere letterarie (la mia preferenza, oltre che ai thriller, va ai gialli, ai noir ed ai romanzi storici). Pur riconoscendo la valenza e la praticità degli ebook, sono però un inguaribile amante dei libri cartacei.

Come intendi impostare la promozione del tuo libro: ti rendi disponibile per presentazioni presso librerie, biblioteche e centri culturali , preferisci il web o, tutte le soluzioni possibili?
Come autore mi spendo moltissimo nell’attività promozionale, utilizzando tutti i canali disponibili e ricercando, per quanto possibile, formule innovative. In particolare, ho già partecipato ad oltre cinquanta presentazioni/rassegne, dislocate su tutto il territorio nazionale, organizzate in collaborazione con librerie, biblioteche, centri culturali e con la partecipazione di altri scrittori, poeti, attori e musicisti, in un’armonica fusione di generi e di esperienze culturali diverse. Partecipo inoltre, in modo molto selettivo, a concorsi letterari ed in tre di questi (di cui due internazionali) le mie opere sono state premiate. In parallelo, sto promuovendo le mie storie attraverso Facebook, Instagram e Youtube, nonché ricercando il costante contatto con il mondo dei blog, della stampa, delle TV e delle radio locali. Insomma, ho impostato un’azione a tutto tondo - che talora affianco alla partecipazione ad eventi di altri autori - che mi sta permettendo di far conoscere ed apprezzare le mie opere ad un pubblico di lettori sempre più vasto. Tutto ciò ha anche un risvolto positivo sul piano benefico, visto che devolvo la metà dei miei diritti d’autore a “La Farfalla” Associazione Cure Palliative Loretta Borzi di Grosseto (la città in cui risiedo), che assiste gratuitamente, anche sotto il profilo psicologico, i malati gravi e terminali e le loro famiglie.

Hai ancora qualche sogno nel cassetto da realizzare?
Mai smettere di sognare! L’uscita della mia prima opera è stata saluta da un giornale con il titolo “Un libro che si legge come un film”. Questa considerazione è stata spesso ripetuta anche per quanto riguarda “La morte viene dal passato – Nubi scarlatte”. Ecco, mi farebbe molto piacere se le avventure di Alex trovassero spazio in TV o sul grande schermo. Inoltre, auspico di riuscire a concretizzare quanto prima il progetto che abbiamo avviato con mia figlia Vanessa per la realizzazione di una collana di gialli per ragazzi, il cui “numero zero” ha già trovato un certo interesse da parte di un editore specializzato.

Carlo Legaluppi ti ringrazio tantissimo per essere stato con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!


La morte viene dal passato. Nubi scarlatte

La morte viene dal passato
Nubi scarlatte

di Carlo Legaluppi
Alter Ego Edizioni
Thriller
ISBN 978-8893330817
cartaceo 11,90€

Una scia di efferati delitti sconvolge Belfast e Dublino: i cadaveri orribilmente mutilati di quattro uomini vengono rinvenuti in diversi punti delle due capitali irlandesi e tutto fa credere che si tratti dell'opera di uno spietato serial killer. Per Finn Doyle, Ispettore del PSNI, una sola certezza: tutte le vittime hanno fatto parte, molti anni prima, della stessa unità del SAS comandata da Sir Alex Martini-Miller, Capitano in congedo. Convocato con urgenza in Irlanda, Alex si trova all'improvviso proiettato in fatti che considerava da tempo sepolti e che, invece, gli sono molto più vicini di quanto non immagini. Misteriosi legami con la sua storia personale, infatti, lo collocano al centro di un assurdo piano di vendetta che gira intorno alla figura di un miliziano repubblicano rimasto ucciso negli scontri del 1998. Ancora una volta Alex dovrà fare i conti con l'uomo che è stato e che sta cercando di dimenticare e del quale, al contrario, non riesce a liberarsi. Costretto dai fantasmi del passato a rivivere non solo quei drammatici scontri ma anche un evento che, quattro anni prima, ha completamente stravolto la sua vita.
Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO
#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram