Prodotti biologici, ecco perché dovremmo consumarne di più



Lifestyle Decidere di seguire un’alimentazione biologica è una scelta orientata non solo alla nostra salute, ma anche a quella del pianeta. Ecco perché dovremmo consumare più prodotti biologici.

Continua a crescere nel nostro paese il mercato del cibo biologico, che, grazie soprattutto al sempre maggior apprezzamento da parte di giovani e millennials, anche quest’anno ha registrato un ottimo +10,5%. Stiamo assistendo, in effetti, a un vero e proprio boom del settore, dovuto anche probabilmente al fatto che, ormai, questo genere di alimenti è sempre più diffuso e non si trova più solamente nei negozi dedicati: ormai anche gli scaffali virtuali dei grandi supermercati offrono l’opportunità di comprare i propri prodotti biologici online e farlo, quindi, con estrema semplicità.
D’altronde il nostro è sempre stato un Paese che, fin dall’inizio, ha investito molto nei prodotti derivanti dall’agricoltura biologica, per una questione non solo economica ma anche sociale. Vediamo quindi i motivi per cui un numero sempre maggiore di italiani sceglie di mangiare biologico e perché converrebbe iniziare a farlo.

Nessun pesticida.

I prodotti provenienti dall’agricoltura biologica e sostenibile non contengono la minima traccia di pesticidi. Ciò vuol dire che questi alimenti sono innanzitutto sani, dato che non posseggono sostanze in grado di procurare danni al nostro organismo ma anche che, in secondo luogo, sono la massima espressione del rispetto per l’ambiente in quanto tutti i pesticidi e i fertilizzanti utilizzati nell’agricoltura tradizionale tendono col tempo a contaminare il terreno e le falde acquifere. Non solo: ogni ettaro coltivato in maniera biologica taglia fino al 58% le emissioni di CO2 di cui è responsabile l’agricoltura.

I prodotti biologici rispettano la biodiversità.

Gli alimenti biologici hanno un secondo vantaggio: rispettano e proteggono la biodiversità, in quanto – essendo privi di pesticidi – permettono ai piccoli animali come gli insetti di sopravvivere. Inoltre, chi coltiva la terra secondo le logiche sostenibili spesso sceglie di focalizzarsi su piante rare o a rischio estinzione, un’abitudine che consente di proteggere anche le tradizioni culinarie e culturali delle varie regioni italiane.

Meno sprechi.

Molto spesso i consumatori (e chi vende i prodotti) si focalizzano sull’aspetto delle verdure e della frutta, in quanto credono che la “bellezza” sia sinonimo di qualità. In questo modo, tutta la frutta e la verdura sana ma che non rispetta determinati standard estetici viene buttata. Siccome quindi i cibi biologici sono tutt’altro che perfetti (essendo coltivati secondo natura) decade anche il fattore spreco e, in sintesi, si impara a non giudicare la bontà di un alimento dal suo aspetto.

I prodotti biologici riducono il rischio di cancro.

Mangiare cibi biologici può ridurre il rischio di contrarre il cancro: lo sostiene l’EPA, secondo cui tutte le sostanze tossiche usate nell’agricoltura non bio possono aumentare la percentuale di comparsa di questa malattia. Ad esempio, si stima che il 90% dei prodotti fungicidi sia potenzialmente in grado di portare a questa patologia: la percentuale scende (di poco) se si considerano altri prodotti come i pesticidi, gli erbicidi e gli insetticidi.

Nessun ormone, farmaco, antibiotico o OGM.

Infine, ecco un altro pregio dei prodotti biologici: in questo tipo di alimenti non si trovano altre sostanze a rischio come ormoni, farmaci, organismi geneticamente modificati (OGM) e antibiotici. Sono soprattutto gli OGM a preoccupare: i semi vengono modificati per spingerli a produrre da soli i pesticidi e si pensa che la produzione non venga interrotta nemmeno durante l’assunzione di questi alimenti.

Decidere di seguire un’alimentazione biologica, quindi, è una scelta orientata non solo alla nostra salute, ma anche a quella del pianeta.
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità