Recensione: La scelta del luccio, di Rita Bonfanti

Recensione: La scelta del luccio, di Rita Bonfanti

Libri Recensione di Silvia Pattarini. La scelta del luccio, di Rita Bonfanti (Edizioni della goccia). Le peripezie di Cecilia, la vedova di due, continuano. 

Continua la saga familiare di Cecilia, iniziata ne La sposa del lago romanzo d’esordio della brava autrice Rita Bonfanti. Le peripezie della giovane vedova, la vedova di due, come veniva apostrofata da chi la conosceva, continuano.
Chi ha già letto La sposa del lago ricorderà la sua triste vicenda, entrambi i mariti periscono in circostanze sfortunate nel lago di Como.


Cecilia ancora giovane e avvenente, si ritrova corteggiata da due uomini, molto diversi fra loro. Il Marianin, giovane carrettiere, se ne innamora perdutamente, ma il suo carattere piuttosto irascibile gli porta solo guai, e Cecilia non fidandosi di lui lo tiene debita a distanza. Francesco, il secondo pretendente, ha un passato tragico alle spalle. Benestante e reduce di guerra, lotta ancora coi fantasmi del passato, ne ha viste troppe di atrocità in Etiopia, ora vuole solo rifarsi una vita tranquilla, sposando una vedova con prole e farsi carico dei figli della futura sposa, sia per ripulirsi la coscienza, sia perché le sue condizioni economiche glielo consentono.

Per una vedova con quattro figlie da crescere non è semplice tirare a campare, non può permettersi atteggiamenti sconvenienti, farsi vedere in compagnia di uomini, le malelingue non aspettano altro. 

E quando si vedrà negare il sacramento della comunione, prenderà una decisione drastica che la porterà… basta, non voglio togliervi la curiosità di leggere La scelta del luccio, l’evolversi delle dinamiche e dei vari eventi.
Rita Bonfanti, con grande abilità e con un tocco di malizia, è riuscita a infilare nella trama dei personaggi storici realmente esistiti e un libro molto famoso, ma vorrei che fossero i lettori a scoprirne il titolo e capire che ruolo assumerà in tutta la vicenda. E cosa c’entra il luccio, un pesce di lago, con Cecilia? Per saperlo è assolutamente necessario arrivare all’ultima pagina.

Una trama ben strutturata, molto avvincente, personaggi ben caratterizzati che si fanno amare  o odiare dal lettore, anche quelli secondari. 

Sicuramente degno di nota l’accurato lavoro di ricerca storica che sta a monte del romanzo e che dà corpo e spessore alla trama. Rita Bonfanti con la sua penna fluida che rivela una padronanza di linguaggio, segno di evidente maturazione artistica, trasporta il lettore nella zona del lago di Como, in un’epoca dal sapore antico, un po’ nostalgico, il mondo a tratti malinconico e crudele della povera gente: gente vera, autentica, che sopporta difficoltà, ma anche soprusi e angherie con tanta dignità.
La scelta del luccio è una lettura che sicuramente raccomando a tutti coloro che hanno già apprezzato la La sposa del lago, ma che suggerisco anche agli estimatori del genere storico, a chi ama le saghe familiari, a chi  predilige le storie di donne forti e coraggiose, e a tutti gli appassionati di biografie.



La scelta del luccio

di Rita Bonfanti
Edizioni della goccia 
Romanzo storico
ISBN 978-8898916719
cartaceo 11,05€
ebook 2,99€

Sinossi
Sabato 15 agosto 1903 Francesco Scaccabarozzi, ricco salumiere brianzolo, parte in piena notte da Casatenovo per recarsi a Como a incontrare Cecilia Rossi. Sopravvissuto per miracolo alla guerra italo-etiopica, ha fatto voto alla Madonna di sposare una vedova con tanti figli, e Cecilia è vedova e con quattro orfanelle, anzi, doppia vedova perché ha perso due mariti nelle acque del Lario, guadagnandosi la fama di menagramo. La donna è oggetto da mesi dei corteggiamenti di Ambrogio Colombo, giovane carrettiere originario di Mariano Comense, innamoratosi di lei dal giorno in cui ha preso alloggio nel suo stesso stabile. Inizialmente dubbiosa, la vedova accetta la proposta di matrimonio di Francesco suscitando la furiosa gelosia di Ambrogio, ma un incidente attribuito alla sua fama di iettatrice la costringerà a rimandare le nozze e a lasciare la città lariana. Tuttavia, ancora una volta, saranno il lago e le sue atmosfere a decidere il destino di Cecilia.


Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Madre di tre figli, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.
Il tempo di un caffè, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni.
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Silvia P.

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità