• Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Corpo di vento
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L età dell erba
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lettera alle parole
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Se ami qualcuno dillo, di Marco Bonini

Recensione: Se ami qualcuno dillo, di Marco Bonini

Libri Recensione di Maria Civita D'Auria. Se ami qualcuno dillo di Marco Bonini (Longanesi). Una storia familiare di liberazione e salvezza, ordinaria, normale, comune a tutti, quantomeno a molti.

La storia che si racconta in questo libro è ordinaria, normale, comune a tutti, quantomeno a molti.
Marco Bonini, Se ami qualcuno dillo
Siamo a Roma, negli anni Ottanta. Marco, il protagonista, a soli dieci anni, si innamora di Daniela, una coetanea sua dirimpettaia che abita il settimo piano del palazzo di fronte. Quando lei gioca nel cortile, Marco non fa altro che guardarla. Il suo amore non è corrisposto e per questo il ragazzino soffre molto. A star male è anche il padre di Marco, Sergio. Da vero maschilista, non riesce a capire come il primogenito maschio si perda dietro cose da femminucce.
Un giorno Marco, mentre è imbambolato a guardare Daniela, si lascia sfuggire una biglia che precipita per sette piani, centrando il parabrezza della signora Lella. Così Sergio urla al figlio quello che ha sempre pensato: «Lascia sta le donne, so' solo 'na perdita di tempo».

Passano gli anni e siamo, sempre a Roma, nell'estate del 2000. Marco ha ventotto anni e non si innamora più tanto facilmente. 

Una mattina, appena tornato da Londra dove ha fatto un provino, riceve la telefonata del fratello Giulio: il padre ha avuto un infarto e lo stanno portando in elicottero al San Camillo. Marco si precipita in ospedale ma il padre è già in sala rianimazione. Marco si sente morire. Anche se non ha mai avuto un buon rapporto con lui che ha sempre considerato come un gerarca, adesso che si avvicina la fine, si rende conto di quanto sia forte il loro legame. Mentre aspetta che Sergio sia operato viene raggiunto da Gabriella, l'attuale compagna del genitore che gli starà molto vicino, dall’ex moglie Alba, dai numerosi parenti come la nonna Vittoria, la tipica romana di sette generazioni, da Nestino, lo zio, un uomo molto fragile e completamente soggiogato dal fratello. Tutte figure caratteristiche che compaiono più volte nel libro divertendo il lettore con i loro dialoghi in romanesco.

Sopraggiungono poi numerose donne: colleghe, amiche, conoscenti, vicine di casa che hanno amato il padre, di fatto un gran farfallone. 

Dopo l'operazione e un periodo di coma vigile, Sergio si sveglia. L'infarto ha danneggiato gravemente il cervello tanto che Sergio regredisce allo stato infantile. È come un bambino appena nato, , deve imparare tutto del mondo in cui vive. Non ha più nulla del padre autoritario, coatto e spavaldo che era un tempo e Marco stenta a riconoscerlo. In questa situazione c'è il rovescio della medaglia. Adesso Sergio ride, balla ed è addirittura capace di gesti affettuosi come quello di gettare le braccia al collo di suo figlio che rimane senza parole.
Consiglio di leggere questo libro perché è una storia familiare di liberazione e di salvezza scritta con uno stile scorrevole e anche divertente che non stanca il lettore.

Se ami qualcuno dillo

di Marco Bonini
Longanesi
Romance | Narrativa Contemporanea
ISBN 978-8830450950
Cartaceo 14,96€
Ebook 9,99€

Sinossi

Roma, anni Ottanta. Marco, dieci anni, è innamorato cotto. Daniela è la bambina più bella del cortile e lui se la guarda tutti i giorni dal balcone. L'amore non corrisposto lo sta consumando, ma in casa c'è qualcuno molto più irritato di lui. Sergio, suo padre, non crede ai propri occhi: il suo figlio maggiore, rimbambito appresso a una femmina? Poi un pomeriggio, imbambolato dall'apparizione di Daniela sul terrazzo di fronte, Marco si lascia sfuggire una biglia che precipita per sette piani, centrando il parabrezza della macchina della signora Lelle. Sergio esce, guarda di sotto e finalmente urla contro il figlio il suo inappellabile Primo Comandamento: «Lo vedi a innamorasse che succede?... solo guai! Lascia stà le donne, so' solo 'na perdita de tempo». Roma, estate 2000. Marco, ventotto anni, fa l'attore, guida una decappottabile inglese e non si innamora più da un pezzo. Poi una mattina un telefono squilla in una stanza buia e cambia tutto. Sergio ha avuto un infarto, è in coma e potrebbe non risvegliarsi. La storia di Marco e di suo padre inizia da qui, dall'attimo in cui sfiorano la fine. L'infarto non uccide il corpo di Sergio ma resetta il suo cervello: al risveglio il vecchio Sergio, l'uomo tutto d'un pezzo che non sapeva fare una carezza ai suoi figli o dire ti amo a sua moglie (la quale, non a caso, l'ha lasciato), non c'è più. Al suo posto è arrivato un alieno, imprevedibile, folle e delizioso come un neonato che deve imparare da capo tutto del mondo degli uomini. Il nuovo Sergio non sa leggere né scrivere, ma balla, ride e sa quando fare una carezza o una dichiarazione d'amore. Sergio sa essere finalmente felice e sa insegnarlo agli altri. Marco è ancora in tempo per apprendere la nuova lezione?

Maria Civita D'Auria

Maria Civita D'Auria
Ho frequentato i corsi di archeologia, storia dell'arte e scrittura creativa presso l'università popolare eretina e ho collaborato come giornalista esterna per la rivista NOIDONNE, MINERVA, EPOCA. Ho vinto diverse edizioni dei concorsi letterari della Montegrappaedizioni e sono arrivata finalista con il racconto di “Gianna e Nicoletta” alla terza edizione del concorso letterario RacconTIAMO della Valletta edizioni.

About Davide Dotto

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità
Amazon Prime



Novità editoriali



Pubblicità
Booking.com


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram