Gli scrittori della porta accanto - Non solo libri

Scrittori, intervista a Michele Milia

Scrittori, intervista a Michele Milia

Caffè letterario A cura di Silvia Pattarini. Intervista a Michele Milia, autore di In giro per la storia: «Scrivendo riesco ad aprirmi con gli altri ».

Buongiorno Michele Milia, benvenuto e grazie per avere scelto il nostro web magazine culturale Gli Scrittori della Porta Accanto. Per scrivere un libro è necessario avere una storia da raccontare: raccontaci qual è stata quell’alchimia, quella scintilla interiore che ti ha spinto a scrivere In giro per la storia.

Diciamo che nemmeno io sono un grande amante della storia, in Freud ho passato tutto il mio carattere e le mie passioni. Un giorno pensai che se avessi la possibilità di viaggiare nel tempo, forse, riuscirei ad appassionarmi di più a questa materia.

Ci ricordi i titoli delle tue precedenti pubblicazioni?

Ho già scritto altri due libri che sono: Il Cielo che ci unisce e Cos’è Meglio?

In Giro per la storia: ci riveli qualche curiosità sulla trama?

Lo scoprirete solo leggendo...

Telegrafico! Il tuo romanzo si fa portavoce di qualche messaggio particolare, o si propone esclusivamente di intrattenere piacevolmente il lettore?

Potrei dirvi che è stato scritto solamente per intrattenere il lettore, ma analizzandolo meglio potrebbe anche lasciare qualche messaggio. Starà a voi coglierlo.

Michele Milia preferisce scrivere con carta e penna o meglio la tastiera?

La bozza la scrivo su carta, ma oramai scrivo quasi sempre al computer è più veloce e comodo.

Ti è mai capitato di doverti confrontare col famigerato “blocco dello scrittore”? Come l’hai superato?

Per ora la mia fantasia non mi ha mai tradito, spero veramente di non imbattermici mai.

Michele Milia ti ringrazio per essere stato con noi e ti auguro che, sebbene telegrafiche, le tue risposte possano suscitare la curiosità dei nostri lettori. In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!




In giro per la storia di Michele Milia

In giro per la storia

di Michele Milia
Independently Published
Narrativa
ISBN 978-8864023359
Cartaceo 5,20€

Sinossi

Freud è un giovane ragazzo che frequenta l'ultimo anno di liceo. La sua media è una fra le più alte, tranne che di storia. La storia non riesce proprio a prenderlo. Un giorno, di ritorno dal super mercato, Freud incontra un barbone che si rivelerà essere un'ex scienziato cacciato dal suo vecchio laboratorio perché ritenuto pazzo. Il barbone gli farà dono di uno strano braccialetto promettendogli che grazie ad esso potrà viaggiare nel tempo in modo tale da riuscire ad apprezzare meglio la storia. Il braccialetto funzionerà?



Silvia Pattarini

Silvia Pattarini
Madre di tre figli, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.
Il tempo di un caffè, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni.
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Silvia P.

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità