Il re leone, un action movie di Jon Favreau: la recensione

Il re leone, un action movie di Jon Favreau: la recensione

Cinema Recensione di Claudia Gerini. Il re leone, per la regia di Jon Favreau. La magia della savana torna al cinema.

In questi giorni si leggeva in rete un post con su scritto «non importa quanti anni hai… se al cinema danno Il Re leone tu andrai a vedere Il Re leone». Quel post aveva proprio ragione.
A 43 anni suonati ho fatto il conto alla rovescia aspettando l’uscita nelle sale italiane del nuovo film della Disney. Cosi mercoledì, io e il mio bimbo di quattro anni, siamo finalmente andati a vederlo.
L’aspettativa era senza dubbio altissima.


Il film, molto fedele alla storia del cartone animato, racconta la storia del cucciolo di leone Simba, figlio del Re Mufasa. 

Destinato a un futuro di gloria e onori al piccolo poco interessano doveri e gli impegni cui un buon re deve assolvere. Molto più divertente e spassoso andarsene in giro per il regno con la sua piccola amica Nala. Ma come in tutte le favole che si rispetti c’è sempre in agguato il cattivo di turno, qui impersonato dal fratello del re, il perfido leone Scar che aspira a rubare il trono del fratello e del futuro re, Simba.
Il leoncino è, come tutti i cuccioli e i bambini, curioso e non conosce la parola pericolo. Per cui è facile per il perfido zio farlo cadere in un tranello e metterlo nei guai. Guai seri visto che la disavventura finisce con la morte del tanto amato padre. Da quel momento in poi niente sarà più come prima. Simba si ritroverà a vivere una vita spensierata e scanzonata, Hakuna Matata, senza pensieri, come dicono sempre i suoi nuovi amici Timon e Pumba, cercando di non pensare alla brutta esperienza della morte del padre e alla responsabilità che Simba, da quel giorno, si sente sulle spalle.
Ma non si può vivere per sempre ignorando il proprio passato e soprattutto il proprio destino, quello di essere il Re.


Il re leone, un action movie di Jon Favreau: la recensione
Il re leone, un action movie di Jon Favreau: la recensione

Il re leone

REGIA Jon Favreau
SCENEGGIATURA Jeff Nathanson
FOTOGRAFIA Caleb Deschanel
MUSICHE Hans Zimmer
DISTRIBUZIONE Walt Disney Studios
ANNO 2019

DOPPIATORI ITALIANI
Marco Mengoni, Edoardo Leo, Stefano Fresi, Massimo Popolizio, Elisa, Toni Garrani, Emiliano Coltorti, Rossella Acerbo, Paolo Vivio, Alessandro Budroni, Antonella Giannini, Luca Ward

Una favola ricca di emozioni, senza tempo. Un classico dell’animazione Disney che diventa vero

Ci si trova catapultati nella savana africana, con i suoi colori e rumori, pare quasi di sentire anche i suoi odori. Colori a tinte calde con sfumature dal giallo al rosso e arancione. I versi degli animali che la popolano in sottofondo e, come colonna sonora, le canzoni che nel cartone animato ci hanno accompagnato e che tutti conoscono a memoria. Come non canticchiare le parole di Hakuna Matata o del Cerchio della vita?
Un film capolavoro che mi ha fatto tornare bambina per almeno un’ora e mezzo e che mi ha fatto emozionare anche più del classico cartone.
Stupenda interpretazione di Marco Mengoni ed Elisa, rispettivamente Simba e Nala da adulti. Non c’è niente da fare, la loro voce fa volare in alto.
Assolutamente consigliato, da vedere. Per chi ha ancora voglia o bisogno di sognare un po’.





Claudia Gerini
Claudia Gerini nasce a Pontedera negli anni ’70. Completa il liceo linguistico e collabora saltuariamente con un’importante testata giornalistica. Poi abbandona gli studi e le passioni per un impiego fisso. Da più di 15 anni infatti lavora nel reparto gastronomia di un supermercato. Adora la sua famiglia ed è ciò a cui si è ispirata per scrivere il suo primo romanzo, uscito in prima edizione per Lettere Animate.
Il sogno di Giulia, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali

Pubblicità
Promozione laFeltrinelli