• Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Corpo di vento
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L età dell erba
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lettera alle parole
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

8 film che parlano di Donne: dalla Storia al cinema

8 film che parlano di Donne: dalla Storia al cinema

Cinema Di Laura Siviero. Dalle vicende storiche al grande schermo, otto film che parlano di donne protagoniste della Storia.

Chi lo ha detto che la donna è il sesso debole?
Di seguito, alcune delle protagoniste che hanno sconvolto il modo di essere donna, impersonate da grandi attrici protagoniste di film autobiografici. Un viaggio nel cinema tutto al femminile, dove le parole chiave sono: sentimento, forza, tenacia.


Becoming Jane - Il ritratto di una donna contro

Becoming Jane - Il ritratto di una donna contro

Becoming Jane è un film semi-biografico diretto da Julian Jarrold, che racconta i primi anni della celebre autrice Jane Austen, interpretata da Anne Hathaway, e incentrato sul suo rapporto con Thomas Langlois Lefroy, interpretato da James McAvoy.
Jane Austen illuminò il mondo con le sue parole, con la saggezza e l’intelligenza di cui era dotata. Ma la sua vita era troppo alimentata dall’amore e dal romanticismo. All’età di 20 anni conobbe e si innamorò di Tom Lefroy e la loro relazione divenne un romanzo, reale e romantico come uno dei suoi più grandi lavori.
Nella società inglese del 1795, sposarsi per amore era considerato da stupidi. Il denaro faceva andare avanti questo mondo così ossessionato dalla classe sociale. I coniugi Austen erano fin troppo coscienti di questa situazione, avendo ancora la figlia più giovane da dare in sposa. Ma non era possibile trasformare la loro Jane. Dotata di uno spirito indipendente, questa giovane ventenne vedeva un altro mondo oltre alla classe sociale ed al commercio, oltre all’orgoglio ed al pregiudizio. Voleva sposarsi solo per amore. Nonostante ciò, i suoi genitori volevano per lei il meglio, ossia un marito ricco e con un buon posto di lavoro. E questo marito poteva incarnarsi nella persona del Signor Wisley, nipote di un’aristocratica locale, la formidabile e ricca Lady Gresham. Ma nonostante i loro numerosi sforzi e le buone intenzioni, Jane respinse tutte le loro implorazioni. Fu allora che incontrò il giovane irlandese Tom Lefroy. Questi è un praticante avvocato, in visita nell’Hampshire da Londra, insieme con il fratello di Jane, Henry. È carino, intelligente e povero. Ed anche lui disdegna la gente di campagna poco sofisticata. Il giovane libertino trova più di quanto si aspettasse nel precoce talento e nell’indipendenza feroce di Jane Austen. I loro destini si incrociano. Si scontrano verbalmente nel bosco, danzano insieme al ballo dell’assemblea, lei lo batte nel gioco del cricket e gli dà Tom Jones da leggere. Si stanno innamorando…


Elizabeth

Elizabeth

Elizabeth è un film storico del 1998, vincitore dell'Oscar per il miglior trucco nel 1999, diretto da Shekhar Kapur, con Cate Blanchett – candidata all'Oscar – nei panni di Elizabeth.
Nel 1558, la regina cattolica Mary d'Inghilterra muore di cancro uterino, lasciando come unica erede la sorellastra anglicana Elizabeth. Elizabeth era stata inizialmente rinchiusa nella Torre di Londra, per presunta cospirazione contro sua sorella, anche se in seguito era stata liberata dalla regina stessa e confinata nella sua casa di campagna.
Grazie all'incoronazione cerca di ristabilire l'ordine nel suo disastrato paese e la religione ufficiale torna a essere l'Anglicanesimo. Il film mostra il corteggiamento dei vari regnanti d'Europa interessati al trono, tra i quali vi è anche il Duca d'Anjou, il futuro Enrico II di Francia. Elizabeth però è palesemente innamorata di un suo cortigiano, Lord Robert. Elizabeth deve anche preoccuparsi di varie cospirazioni contro la sua persona e il suo regno, una delle quali è architettata dal duca di Norfolk, un cattolico della sua corte che in accordo con Marie de Guise, vorrebbe innalzare al trono la figlia di quest'ultima nonché cugina di Elizabeth, la regina cattolica Mary di Scozia. Alla fine Elizabeth, riuscita a scampare a tre attentati (un attacco con delle frecce,uno tramite un vestito avvelenato,l'ultimo più diretto per mezzo di un monaco incappucciato), prende l'amara e triste decisione di far uccidere tutte le persone che cospirano contro di lei: Norfolk e i suoi compagni sono decapitati, mentre Marie de Guise viene uccisa dal fidato protettore della regina, Francis Walsingham.
Tra i suoi nemici però c'è anche il suo amato Robert: infatti, l'uomo era stato respinto da Elizabeth quando questa aveva scoperto che egli era sposato e il conte si era alleato con la Spagna, convinto di poter salvare la sua regina. Elizabeth lo risparmia.


Erin Brockovich - Forte come la verità

Erin Brockovich - Forte come la verità

Erin Brockovich - Forte come la verità è un film del 2000, diretto da Steven Soderbergh, con Julia Roberts nei panni dell'attivista statunitense Erin Brockovic, interpretazione che le valse l'Oscar nel 2001.
Con due matrimoni falliti alle spalle e tre bambini ancora piccoli da crescere, Erin Brockovic sente di essere sul punto di arrendersi di fronte alle difficoltà che la assillano. Non ha un lavoro, non può pagare le bollette, e per di più il tribunale le ha dato torto nella causa per un incidente d'auto di cui era rimasta vittima. Disperata, va da Ed, l'avvocato che l'aveva difesa, e lo supplica di darle un lavoro nel suo studio, uno qualunque. Incaricata di archiviare le vecchie pratiche, Erin si imbatte per caso in alcuni referti medici contenuti in un fascicolo di tutt'altro argomento. Incuriosita dalla presenza di quelle carte inserite nella documentazione relativa ad alcune proprietà immobiliari, la ragazza comincia a leggerle, per poi accorgersi del motivo: si tratta di un abile sistema per coprire un gravissimo caso di avvelenamento delle acque.


Evita

Evita

Evita è un film del 1996 diretto da Alan Parker, vincitore dell'Oscar per la miglior canzone nel 1997 con You Must Love Me, è l'adattamento cinematografico dell'omonimo musical composto da Andrew Lloyd Webber e Tim Rice. Nei panni dell'attrice, politica, sindacalista e filantropa argentina María Eva Duarte de Perón troviamo Madonna.
La diciottenne Evita Perón, legata al noto cantante di tango Agustin Magaldi arriva a Buenos Aires dalla campagna argentina, senza un soldo ma disposta a tutto pur di diventare famosa. Dopo anni di avventure galanti e di amicizie importanti e dopo esser diventata attrice radiofonica, conosce il colonnello Juan Domingo Perón, destinato a diventare il Presidente argentino nel 1946.
Insieme costruiscono il loro potere instillando nei "descamisados" la scintilla dell'emancipazione.
Ma la relazione tra quella donna di umili origini e l'uomo nuovo della politica argentina sarà sempre malvista dall'aristocrazia e dall'esercito. Dopo l'elezione di Peròn, Evita gira il mondo per cercare l'appoggio delle altre nazioni e, divenuta famosissima ed amatissima in patria, la sua passione e la sua ambizione cambieranno per sempre l'Argentina.
A soli 33 anni Evita si ammala di cancro e muore, dopo una brevissima malattia, lasciando milioni di argentini in preda alla disperazione.


Frida

Frida

Adattamento cinematografico del libro Frida: A Biography of Frida Kahlo di Hayden Herrera, Frida è un film del 2002 diretto da Julie Taymor, incentrato sulla sofferta e tormentata vita privata della pittrice messicana Frida Kahlo, all'anagrafe Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón, interpretata da Salma Hayek.
Il film narra le vicende della vita della famosa pittrice messicana Frida Kahlo con particolare riferimento alla burrascosa relazione con il marito Diego Rivera, anche lui pittore e al circolo di amici e amanti frequentato dalla coppia tra cui figurano alcuni dei maggiori esponenti della politica e della cultura dell'epoca. Bisessuale, comunista e affetta da una grave menomazione alle gambe dovuta alla poliomelite di cui aveva sofferto da bambina e a un grave incidente, Frida muore a soli 47 anni per abuso di droga e alcool.


The Help

The Help

The Help è un film del 2011, del regista Tate Taylor, interpretato da Emma Stone, Viola Davis, Bryce Dallas Howard, Jessica Chastain, Octavia Spencer – Oscar come miglior attrice non protagonista –, Allison Janney e Sissy Spacek, ispirato al romanzo L'aiuto di Kathryn Stockett.
Mississippi, anni 60. Skeeter è una ragazza della buona società bianca che rientra a casa, dopo gli anni passati al college, determinata a diventare una scrittrice. Ma è grande la sorpresa nella cerchia delle sue amicizie – e in una cittadina del Mississippi di quel tempo – quando lei decide di cominciare intervistando le donne nere che hanno speso la loro vita lavorando nella servitù delle più importanti famiglie del sud. Aibileen, la governante, ed amica, di Skeeter, è la prima ad iniziare, con il disappunto degli esponenti della comunità nera locale. Skeeter, che vede vacillare le personali amicizie di una vita, ed Aibileen sono però fermamente decise a continuare la loro collaborazione, nonostante tutto.


Suffragette

Suffragette

Suffragette, film del 2015 diretto da Sarah Gavron, ha tra le protagoniste anche Meryl Streep e racconta gli inizi del movimento suffragista femminile del Regno Unito.
Suffragette è un film drammatico che ripercorre la storia delle militanti del primissimo movimento femminista, donne costrette ad agire clandestinamente in uno Stato sempre più brutale. In lotta per il riconoscimento del diritto di voto, sono donne che appartengono alle classi colte e benestanti e tra loro alcune lavorano, ma sono tutte costrette a constatare che la protesta pacifica non porta ad alcun risultato. Radicalizzando i loro metodi e facendo ricorso alla violenza come unica via verso il cambiamento, queste donne sono disposte a perdere tutto nella loro battaglia per l'eguaglianza: il lavoro, la famiglia, i figli e la vita.


The Iron Lady

The Iron Lady

The Iron lady è un film del 2011 diretto da Phyllida Lloyd. Racconta la vita dell'ex primo ministro britannico Margaret Thatcher, interpretata da Meryl Streep, Premio Oscar – il suo terzo – come attrice protagonista.
Margaret Thatcher, ex Primo Ministro britannico, ormai ottantenne, fa colazione nella sua casa in Chester Square, a Londra. Malgrado suo marito Denis sia morto da diversi anni, la decisione di sgombrare finalmente il suo guardaroba risveglia in lei un'enorme ondata di ricordi. Al punto che, proprio mentre si accinge a dare inizio alla sua giornata, Denis le appare, vero come quando era in vita: leale, amorevole e dispettoso. Il giorno dopo, Carol convince sua madre a farsi vedere da un dottore. Margaret sostiene di stare benissimo e non rivela al medico che i vividi ricordi dei momenti salienti della sua vita stanno invadendo le sue giornate nelle ore di veglia.


Laura Siviero

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità
Amazon Prime



Novità editoriali



Pubblicità
Booking.com


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram