• Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Corpo di vento
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L età dell erba
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lettera alle parole
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

7 piccoli gesti quotidiani per l'ambiente

7 piccoli gesti quotidiani per l'ambiente

Lifestyle Di Claudia Gerini. Piccoli gesti per salvaguardare l'ambiente: sette idee semplici e fattibili per cambiare le nostre abitudini quotidiane.

In questi giorni si fa un gran parlare di ambiente e cambiamenti climatici. Greta Thunberg, la ragazzina di sedici anni che ha iniziato a scioperare tutti i venerdì davanti al parlamento svedese chiedendo al governo la riduzione delle emissioni di carbone, come previsto dall'accordo di Parigi, e coinvolgendo così migliaia di giovani in tutto il mondo che hanno seguito suo esempio organizzando nelle città i Fridays for future, ha riportato all'attenzione mondiale il problema dell’emissione nell'atmosfera di altissimi valori di CO2 con il conseguente surriscaldamento del pianeta.
In televisione, sui giornali e sui social si sono subito creati due schieramenti. Pro Greta e contro Greta. La giovane ambientalista, che a mio parere ha carattere e determinazione da vendere, molto più degli adulti che, nascosti dietro ad una tastiera fanno i critici tuttologi per mestiere, è riuscita con la sua passione e il suo carisma a smuovere le folle e a sensibilizzare anche chi del cambiamento climatico non se ne era mai preoccupato più di tanto. Perché ci ha messo davanti alla realtà, nuda e cruda.


Il tempo sta per scadere. 

I nostri figli erediteranno un pianeta malato, che sta esaurendo le proprie energie e che sta inesorabilmente cambiando. L’atmosfera si surriscalda giorno dopo giorno e quello che noi conosciamo potrebbe, a breve, non essere più uguale. Gli ambienti terrestri stanno cambiando, i deserti avanzando, gli oceani surriscaldando e le foreste sparendo. E i soli artefici di tutto questo siamo solo noi.
Certo, c’è bisogno che i “potenti” della terra prendano posizioni forti e che si adoperino per cercare almeno di arginare i danni ormai fatti. Lo devono a noi “cittadini del mondo” e ai nostri figli che dovranno cercare di curare come meglio possono questo pianeta malato. Ma anche noi, nella nostra vita quotidiana, fatta di piccoli gesti ed abitudini, possiamo cercare di limitare i danni dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici.

Navigando in internet di consigli e modelli di vita ne ho trovati tantissimi. Alcuni semplici e fattibili, altri un po’ più estremi e di difficile realizzazione. Io ne ho scelti alcuni che potrebbero essere applicati alla mia vita di tutti i giorni.

Dovremmo tutti prendere coscienza che il problema dei cambiamenti climatici c’è, esiste ed è, anche se non si vede nella nostra vita di tutti i giorni, altamente impattante e determinante per il futuro nostro e dei nostri figli. Basterebbero piccoli accorgimenti, piccoli gesti nel nostro quotidiano per cercare di limitare i danni. E se vediamo una cartaccia per terra, anche se non siamo stati noi a gettarla, potremmo iniziare con il raccoglierla. Sono convinta che il buon esempio prima o poi viene sempre seguito da altri!
Ecco che altro potremmo fare.

  1. Differenziare i rifiuti

Il cambiamento inizia dai bidoni dell’immondizia. Sì, perché differenziare i rifiuti il più correttamente possibile ci permette di avere più materiale riciclabile e di ridurre le emissioni di CO2 nell'atmosfera. Partiamo quindi da plastica, carta e vetro. Con piccole accortezze e poca fatica questo può essere una buona abitudine da intraprendere. La raccolta porta a porta secondo me ha agevolato molto il modo di differenziare i rifiuti. Prima nei bidoni si buttava di tutto, senza chiedersi se era giusto oppure no. Tanto quando arriva in discarica si mescola tutto, si pensava! Adesso non ci sono più scuse. L’immondizia ce la vengono a prendere sotto casa. E differenziare correttamente dovrebbe diventare un dovere.

  1. Limitare l'uso dell'auto

Anche la più moderna macchina in circolazione emette gas di scarico dannosi per l’ambiente. Pensiamo a quanti siamo nel mondo e a quante macchine circolano ogni giorno, ad ogni ora, per le strade. Le città sono i luoghi in cui il problema delle emissioni dei gas di scarico è più sentito. E allora perché non provare ad usare mezzi alternativi. I mezzi pubblici, se funzionanti, sono un’ottima alternativa. Ma anche la cara vecchia bicicletta o, perché no, i piedi quando è possibile sono un beneficio per l’ambiente e per il nostro fisico.

  1. Limitare il consumo di energia elettrica

Lo sapevate che il nostro televisore, il PC o qualsiasi altro apparecchio elettrico consumano elettricità anche se in stand-by? Per cercare di limitare lo spreco di energia elettrica basterebbe staccare le spine dei nostri elettrodomestici se inutilizzati per un lungo periodo. Inoltre bisognerebbe cercare di utilizzare lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico. Meglio una lavatrice piena una volta sola che tante lavatrici mezze vuote che consumano luce e acqua a vuoto.

  1. Non sprecare l'acqua

Quante volte ci è capitato di lasciare l’acqua della doccia aperta aspettando che arrivi l’acqua calda o il rubinetto del bagno mentre stiamo cercando nel cassetto il tubetto del dentifricio? Tanto è solo un secondo, pensiamo. In realtà in quel secondo stiamo sprecando acqua preziosa. In molti angoli della terra ancora non esiste l’acqua corrente. Molti popoli devono ancora oggi percorrere chilometri per poter riempire un secchio d’acqua. Altri ancora non hanno neanche questa possibilità. Potremmo dare una mano all'ambiente semplicemente risparmiando questo bene prezioso.

  1. Utilizzare in modo intelligente riscaldamento e climatizzatori

Oggi le caldaie sono sicuramente moderne e già di per sé meno inquinanti che in passato. Ma mantenere in casa una temperatura costante e non estremamente alta aiuta a risparmiare energia.
Stessa cosa per quanto riguarda i climatizzatori in estate. Tenerli impostati con temperature glaciali, con alti sbalzi termici tra interno ed esterno, non solo ci fa consumare molta più energia ma è anche dannoso per la nostra salute.

  1. Utilizzare forme di energia alternativa

Per ridurre notevolmente le emissioni di CO2 nell'atmosfera si può iniziare a pensare di utilizzare fonti energetiche alternative. Oggi esistono tante soluzioni che possiamo adottare nelle nostre case. Dall'installazione di pannelli fotovoltaici che sfruttano il calore solare a piccoli generatori eolici che sfruttano invece la forza del vento. Sempre più spesso si trovano grosse pale eoliche sparse qua e là nelle campagne. Alcuni comuni, infatti, già si sono adoperati in questo senso investendo fondi in energie alternative. Oltre ad essere ad impatto ambientale zero per quando riguarda le emissioni di gas, sono anche rinnovabili in quanto non esauribili come il petrolio o il gas metano.

  1. La spesa: preferire prodotti sfusi, ridurre l'acquisto di imballaggi di plastica 

L’attenzione per la difesa dell’ambiente passa anche attraverso ciò che mettiamo nei nostri carrelli durante la spesa. È importante cercare di evitare gli sprechi e di comprare solo ciò di cui abbiamo effettivamente bisogno. Limitare per quanto ci è possibile l’uso di imballaggi di plastica e favorire l’acquisto di quei prodotti che hanno confezioni riciclabili o comunque fatte con materiale di recupero. Si fa un gran parlare oggi di spropositato consumo di materiali in plastica che vengono talvolta gettati in giro. Nel nostro piccolo possiamo cercare di limitare il consumo di materiali plastici iniziando ad usare borracce e portavivande riutilizzabili. Cercare di acquistare prodotti a km 0 può essere un’alternativa valida per ridurre l’inquinamento provocato dai trasporti delle merci oltre che un aiuto per i produttori locali.


Claudia Gerini
Claudia Gerini nasce a Pontedera negli anni ’70. Completa il liceo linguistico e collabora saltuariamente con un’importante testata giornalistica. Poi abbandona gli studi e le passioni per un impiego fisso. Da più di 15 anni infatti lavora nel reparto gastronomia di un supermercato. Adora la sua famiglia ed è ciò a cui si è ispirata per scrivere il suo primo romanzo, uscito in prima edizione per Lettere Animate.
Il sogno di Giulia, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).

About Davide Dotto

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità
Amazon Prime



Novità editoriali



Pubblicità
Booking.com


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram