• La ricamatrice Maurizio Spano
  • Andrà tutto bene
  • Un errore di gioventù   Elena Genero Santoro
  • Telma - Claudia Gerini
  • Il buio d'Etiopa - Nicolò Maniscalco
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Helga Schneider, figlia di una madre fanatica di Hitler, si racconta in due libri

Helga Schneider, figlia di una madre fanatica di Hitler, si racconta in due libri

Professione lettore Di Lara Zavatteri. Il coraggio della verità: abbandonata da una madre fanatica di Hitler, Helga Schneider racconta la sua storia in due libri.

Ho cercato i libri di Helga Schneider dopo aver visto recentemente una sua intervista nella trasmissione Atlantide, devo ammettere che prima non la conoscevo.
Helga Schneider è nata a Vienna ma vive in Italia dagli anni Sessanta. Quando aveva quattro anni lei e suo fratello furono abbandonati dalla madre, che decise di lasciare marito e figli per diventare membro delle famigerate SS e quindi guardiana nei campi di sterminio.
Il suo libro più recente è Per un pugno di cioccolata e altri specchi rotti ma è in Lasciami andare, madre che racconta la sua drammatica vicenda.
Drammatica, sì, perché Helga non era una bambina ebrea, non ha subito la deportazione né tutto ciò che subivano i bambini ebrei (quando non erano mandati direttamente a morte nelle camere a gas) era una bambina austriaca, eppure da un giorno all'altro è stata abbandonata da sua madre.
Lasciami andare, madre di Helga Schneider

Lasciami andare, madre

di Helga Schneider
Adelphi
Biografico | Non-ficion
ISBN 978-8845918438
Ebook 4,99€
cartaceo 7,50€

Ancora più sconvolgente la realtà che Helga Schneider scoprirà anni dopo, quando verrà a conoscenza della verità sulla madre: l'aveva abbandonata insieme al fratello per seguire le idee del nazionalsocialismo, per vestire un'uniforme e fare da aguzzina nei campi di sterminio.

Per molti anni Helga Schneider non ha avuto contatti con la madre, ma quando ha tentato un primo approccio, ed anche un secondo, non ha trovato una madre amorevole, ma solo una donna che si rifiutava, a tanti anni di distanza, di vivere in un mondo non più dominato dal nazismo, che addirittura voleva vedere la figlia con indosso la sua divisa da SS.
Helga Schneider scopre così che la madre non solo non si è pentita di nulla, ma è perfino orgogliosa di ciò che ha fatto. Non si pente nemmeno di aver abbandonato al sua famiglia né di aver esercitato il potere di vita o di morte sulle persone rinchiuse nei lager, per la maggior parte ebrei. Tornasse indietro, insomma, rifarebbe tutto da capo.
Per un pugno di cioccolata e altri specchi rotti  di Helga Schneider

Per un pugno di cioccolata e altri specchi rotti

di Helga Schneider
Oligo editore
Racconti
ISBN 978-8885723238
Ebook 4,99€
cartaceo 15,00€

Ecco, nel libro e nell'intervista ciò che mi ha colpito è stato il coraggio di Helga Schneider di raccontare la verità, di non nascondere ciò che è stato. 

Naturalmente lei era una bambina e non aveva colpa, ma diventata adulta avrebbe potuto non dire nulla, lasciare che nessuno sapesse la verità su sua madre. Poteva tacere, insomma, invece ha deciso di parlare, ed è questo, secondo me, il coraggio della verità. Quello di non dimenticare e far sapere agli altri anche storie come questa, di figli che diventati grandi hanno deciso di raccontare di genitori come questi. Per quanto possa essere atroce pensare che una donna anziana non abbia nessun tipo di rimorso. Per quanto possa essere duro dire al mondo “mia madre era guardiana nei lager”.
Helga Schneider fu anche una fra i bambini che conobbero Hitler, nel suo bunker segreto. Un uomo che, come ha raccontato Helga in TV, le sembrò anziano, malato, ma che era venerato da tanti, in primis sua madre.
Quanto fa male scrivere di dolori profondi come quelli del tuo passato? Oppure la scrittura è qualcosa che ti ha aiutata a convivere con quei fantasmi?
La scrittura mi ha assolutamente aiutato a convivere con i miei fantasmi e, dopo l’uscita di "Lasciami andare, madre", soprattutto con quello di mia madre. Non me ne sono totalmente liberata, ma duole di meno.
Intervista a Helga Schneider, Mangialibri

Lara Zavatteri

Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelleUn cane di nome GiulianoRisparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.
Agata. Come un funerale ti salva la vita, Aroma di caffè e profumo di fieno, L'Intimo non si cambia (e nemmeno si prova), Youcanprint.

About Davide Dotto

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità




Novità editoriali



Pubblicità



#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram