• Copertina del libro
  • La ricamatrice Maurizio Spano
  • Andrà tutto bene
  • Un errore di gioventù   Elena Genero Santoro
  • Telma - Claudia Gerini
  • Il buio d'Etiopa - Nicolò Maniscalco
  • Racconti, Gratis, Natale, Gli scrittori della porta accanto
  • La stanza numero cinque, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni
  • Storie di una assistente turistica
  • Da zero a 69
  • Il tesoro dentro, Elena Genero Santoro - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponti sommersi, di Tamara Marcelli
  • Sulle ali della fantasia di Ornella Nalon
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il tempo di un caffè, di Silvia Pattarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Mwende, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Anche la morte va in vacanza al lago
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Di donne, di amori e di altre catastrofi (Romance ironico) - Andrea Pistoia, Gli scrittori della porta accanto
  • Grilli e Sangiovese
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Lungo la via Francigena, di Angelo Gavagnin - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Nucleo Operativo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Ovunque per te, Elena Genero Santoro, PubMe
  • Racconti di stelle al bar Zodiak
  • Ritrovarsi di Loriana Lucciarini - Gli Scrittori della Porta Accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Un angelo protettore
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto

Recensione: Le spose della Luna, di Emma Fenu

Recensione: Le spose della Luna, di Emma Fenu

Libri Recensione di Elena Genero Santoro. Le spose della Luna di Emma Fenu (Officina Milena). Un viaggio nel lato oscuro delle donne, un romanzo che affonda le radici nella tradizione popolare e porta con sé qualcosa di epico.

Paska Devaddis fu una bandita sarda, vissuta all’inizio del Novecento, accusata di omicidio, benché fosse probabilmente innocente, e morta ventenne e vergine a causa di una tubercolosi contratta durante un rigido inverno in latitanza. L’omicidio di cui era stata accusata era avvenuto all’interno della faida di Orgoloso, tra il 1905 e il 1917, tra le famiglie Cossu e Corraine.
Questa vicenda reale ha ispirato l’ultimo romanzo di Emma Fenu, che da sempre promuove la sorellanza e l'accoglienza tra donne.
Franzisca, l'alter ego di Paska, è stata ingiustamente accusata dell’omicidio di un uomo e per questo è fuggita con Istevani, il fidanzato con il quale doveva sposarsi, per rifugiarsi in una grotta. Fin qui la storia è fedele alla cronaca, e altrettanto fedele sarà il finale. Ciò su cui l’autrice ricama è l’ambientazione in una realtà magica, popolata di streghe e di spiriti (la bambina Annedda, che compare nei sogni di Franzisca, e solo alla fine si scoprirà chi è), di riti a metà tra il religioso e il profano, un sapere antico tramandato dalle donne di generazione in generazione. Franzisca si troverà in balia di forze del bene e del male, l’esito della cui lotta determinerà la sua sorte.
Colei che accusa Franzisca è la giovane Mallena, istigata dalla madre, Tzia Jolza. Jolza è una “strega per destino”, ma è “malvagia per scelta”. È legata a Michela, la madre di Franzisca, da un’antica rivalità per un uomo e il suo odio è immenso. I suoi incantesimi, i suoi riti saranno così potenti che nemmeno le cure della Tzia Luxia potranno salvare la vita a Franzisca.

Le spose della Luna di Emma Fenu è una storia di odio tra donne che si gioca sotto lo sguardo della Luna, femmina e madre anch’essa, “che tutto vede e nulla sa” (citazione da Forza Venite Gente).

Il caso ha voluto che io leggessi questo romanzo proprio negli stessi giorni in cui mi sono imbattuta in un gruppo di Facebook dedicato alle suocere. Il gruppo nasceva con un intento goliardico, per ironizzare sul rapporto suocera-nuora. In realtà la maggior parte dei post che mi è toccato leggere mi hanno fatto ridere assai poco, anzi, li ho trovati il distillato del dolore.
Lo spaccato che ne esce è devastante. Ci sono suocere che mettono in atto comportamenti meschini e crudeli, che non nascondono il proprio odio, che rifiutano di incontrare i nipoti o che cercano di allontanarli dalla madre, che lanciano vere e proprie maledizioni: «Ti auguro che tua figlia crescendo ti odi come ti odio io». E poi ci sono suocere che mettono le mani addosso alle nuore, una ha persino preso a bastonate la nuora e la figlia di dieci anni con l’intento di ucciderle.
È vero che in quel gruppo si ascolta una sola campana e di sicuro ci saranno nuore altrettanto maligne e altrettanto fetenti. Quello che voglio dire è che da parte mia c’è stata una presa di coscienza che l’odio di una donna sa essere potente, l’odio di una donna può uccidere.

In una società in cui le donne sono spesso vittime della misoginia e di violenza domestica, ricordiamoci che anche le donne sanno essere cattive, e molto. Le donne sanno odiare le altre donne visceralmente.

E il libro di Emma Fenu, benché intriso di magia, superstizione e riti antichi, è quanto mai attuale. Leggendolo ho pensato: è tutto vero. Le fiabe non mentono. Le spose della Luna è un viaggio nel lato oscuro delle donne. Anche la luna ha un lato oscuro, del resto.
Come sempre la scrittura di Emma Fenu, si fa apprezzare per la sua precisione, per il suo livello di dettaglio. Ci incanta, nel vero senso proprio del termine, perché la scelta accurata delle parole, piene di similitudini e di immagini efficaci, riesce a ricreare l’ambiente magico che è scenografia di tutta la vicenda.
Si ascolta la voce, in prima persona o in terza persona, di molti protagonisti, per la maggior parte donne, ma anche quella di Istevani, il fidanzato innamorato e devoto di Franzisca.
Il lamento funebre di Michela, dopo la morte della figlia Franzisca, mi ha ricordato quello di Andromaca per Ettore, e riprova che un romanzo del genere, che affonda le radici nella tradizione popolare, porta con sé qualcosa di epico.
E alla fine, se l’odio prevale sulla solidarietà, se le donne non riescono a essere sorelle, nessuno ne avrà guadagno.

Le spose della Luna

di Emma Fenu
Officina Milena
Narrativa
ISBN 978-8832101232
ebook 3,99€
cartaceo 8,50€

Sinossi

Le spose della Luna è un romanzo ambientato nel cuore della Sardegna nel 1911 e ispirato alla vicenda della bandita Paska Devaddis, di Orgosolo. Dopo essere stata falsamente accusata di omicidio, scappò sui monti per sfuggire alla giustizia. Fra faide, amore, odio, morte, misteriose apparizioni, magia bianca e nera, si snoda un'intensa storia di donne forti come pietre nuragiche e potenti come dee, mosse da sentimenti ancestrali.
Elena Genero Santoro

Elena Genero Santoro
Ama viaggiare e conoscere persone che vivono in altri Paesi. Lettrice feroce e onnivora, scrive da quando aveva quattordici anni.
Perché ne sono innamorata, Montag.
L’occasione di una vita, Lettere Animate.
Un errore di gioventù, 0111 Edizioni.
Gli Angeli del Bar di Fronte, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).
Il tesoro dentro, Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni (seconda edizione).
Immagina di aver sognato, PubGold.
Diventa realtà, PubGold.
Ovunque per te, PubMe.
Claire nella tempesta, Leucotea.

About Elena Genero Santoro

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page
Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com




Novità editoriali


br/>
Pubblicità
Approfitta della promozione Feltrinelli


#mammeinviaggio e #gliscrittoridellaportaaccanto su Instagram