Petrolio bollente, il romanzo d'esordio di Katia Manfredi

Petrolio bollente, il romano d'esordio di Katia Manfredi

Libri Comunicato stampa. Petrolio bollente (PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto), il romanzo d'esordio di Katia Manfredi. Quasi una sceneggiatura per una serie TV, uno spaccato del mondo lavorativo del settore industriale, troppo spesso spinto al profitto e discriminante.

«Gabriella, dove sei?»
«Sono in corridoio, sono appena arrivata.»
«Sbrigati, ti devo parlare, abbiamo un problema c’è da andare subito in Congo.»
«Subito? Ma come?»
«Sbrigati» le urlò e poi riattaccò il telefono.
Senza più guardare a destra e sinistra, quasi correndo, ancora con la borsa a tracolla, Gabriella si precipitò nell’ufficio di Caruso. Tiziana vedendola arrivare le lanciò uno sguardo smarrito e lei capì che quel giorno il tempo era nuvoloso.
Così, cercando di mantenere un’espressione serena sul volto, entrò nell’ufficio e disse a Caruso: «Eccomi. Buongiorno».
«Finalmente. Dove cazzo sei stata fino a ora?» Si alzò in piedi e, guardandola, poggiò le mani sui fianchi. Sembrava Mussolini in una foto a colori.
«Veramente sono le otto e un quarto, ero al bar.»
«Al bar! Io sono qui dalle sette e aspettavo te per il caffè.»
«Non riuscivi a dormire?» chiese Gabriella sollevando un sopracciglio e mettendo anche lei, audacemente, le mani sui fianchi.
La guardò contrariato e disse: «Non fare la spiritosa, adesso te la faccio passare io la voglia di scherzare: devi andare subito in Congo. Depropanizer di Zuata. La colonna non è stabile e stiamo perdendo produzione. Quelli hanno deciso di fermare per ispezionare il ribollitore, ma dobbiamo essere sicuri prima di bloccare la produzione. Mi sono spiegato?»
«Sì, certo» disse Gabriella pensando, in verità: “Ma di che sta parlando?”
Katia Manfredi, Petrolio bollente

Petrolio bollente

di Katia Manfredi
PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Narrativa
ISBN 978-8833666044
cartaceo 12,50€
ebook 2,99€
audiolibro 5,49€

Sinossi

Gabriella, giovane e brillante ingegnere, lavora presso il dipartimento di ricerca di una multinazionale petrolifera. Caruso è il suo capo, un siciliano aggressivo e autoritario, molto potente. È lui che decide quando e dove Gabriella deve recarsi per risolvere le questioni tecniche più disparate.
L’ambiente di lavoro è maschilista e spregiudicatamente rivolto al profitto; Gabriella è costretta a interagire in contesti operativi e decisionali che la mettono a dura prova. Come primo importante incarico, viene mandata a Pointe Noire, in Congo, per risolvere alcune criticità operative che rischiano di bloccare l’attività di un impianto.
Forse per la giovane età o per il fatto di essere donna, nonostante individui e denunci seri malfunzionamenti viene sistematicamente ignorata, sia dalla dirigenza italiana sia dai tecnici africani. Fino a quando accade l’irreparabile: divampa un incendio e qualcuno rimane gravemente ferito.
Gabriella sarà chiamata a rispondere del suo operato, alla ricerca di un capro espiatorio per salvare il buon nome dell’azienda.
Una storia attuale, che s’ispira ad alcuni eventi realmente accaduti. Scritta quasi come una sceneggiatura per una serie TV, fornisce numerosi spunti di riflessione sul mondo lavorativo del settore industriale, troppo spesso spinto al profitto e discriminante.



Katia Manfredi

Katia Manfredi

Katia Manfredi è nata a Palermo nel 1973 ed è per davvero la "scrittrice della porta accanto": forse una collega di lavoro? Un’amica? La donna che incroci per strada? Chi è in realtà?
Aspirerebbe a essere all'altezza della protagonista del romanzo, in verità Katia non crede di essere così affascinante né così in-telligente! E infatti – nonostante alcune analogie con la sua eroina – Petrolio Bollente non è un’autobiografia, ma il frutto di una fervida immaginazione.
Adora molto viaggiare, conversare e sogna di diventare una scrittrice famosa…

La colonna sonora del romanzo



Rassegna stampa




Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Stefania Bergo

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
1 commenti
  1. Katia Manfredi l’autrice, scrive bene e offre approfondimento psicologico degli attori della scena e delle situazioni in cui essi si muovo no. L’autrice ha una scrittura è fluida che mi ha fatto immediatamente entrare nelle scene, per immaginarle svolgersi davanti ai miei occhi, in modo vivido, concreto, reale. Quasi come dentro un film.
    I dialoghi sono convincenti e utili alla, trama, accattivanti, plausibili, donano leggerezza e inquadrano bene la scena.
    Interessanti sono i contesti narrati, anche gli approfondimenti sulle tecnologie industriali del comparto ricerca in cui Gabriella si muove da ingegnere competente qual è.
    Insomma, “Petrolio Bollente” è una storia che fa riflettere e che si fa leggere bene.

    Lory

    RispondiElimina

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità