Recensione: Grilli e Sangiovese, un giallo di Paola Casadei e Cinzia Tonelli

Recensione: Grilli e Sangiovese, un giallo di Paola Casadei e Cinzia Tonelli

Libri Recensione di Davide Dotto. Grilli e Sangiovese, di Paola Casadei e Cinzia Tonelli (Ciesse Edizioni). Un giallo in cui l'universo narrativo si apre come un ventaglio sfiorando dimensioni diverse e questioni rilevanti.

«Tutto è cominciato con una storia di entomofagia.»
Paola Casadei e Cinzia Tonelli, Grilli e Sangiovese
Grilli e Sangiovese  di Paola Casadei e Cinzia Tonelli è un giallo scritto a quattro mani, ambientato nella provincia romagnola nell'agosto di una calda estate. Qualche "ombra dietro una tapparella" osserva quel che avviene nel vicinato finché, a poco a poco, si scatenano eventi inquietanti, al di là di semplici pettegolezzi condominiali.

Non si sa bene cosa stia accadendo. Gli avvenimenti ruotano intorno al comportamento sospetto di un giornalista scientifico freelance, tale Carlo Alberto Ferreri.

Alla scomparsa di Rodolfo Michelacci, di professione parrucchiere; al brutale assassino di Elvira Caselli, «la tuttofare del quartiere»; all'allontanamento e la morte di Raul Gorini, «un magazziniere col piglio da primario».
Difficile capirci qualcosa tra affari loschi, debiti, frodi alimentari, personaggi che si ignora fino a che punto e a quale profondità sono coinvolti (come e in cosa?), dicono e non dicono, sanno e non sanno. Troppe teste ragionano su tutto mettendo in ombra connessioni, legami, certezze.
Se questo è il quadro, a scombinarlo ulteriormente contribuiscono la fretta, "attori" che non raccontano le cose come in realtà sono, fantasticandoci sopra o nascondendo qualcosa. Eppure non mancano le piste, né i sospetti che si insinuano – a torto e a ragione – un po' su ognuno, man mano che si delineano trame e oscuri disegni.
Ma così si rischia di dire troppo o troppo poco.

Sullo sfondo emergono temi che non lasciano indifferenti.

Tra cui l'entomofagia, ovvero l'alimentazione a base di insetti: grilli, cavallette, larve di bambù, mosche spagnole.
«In questo scenario, l’approccio verso nuove fonti per l’alimentazione animale – specie per quanto riguarda le proteine – può essere facilmente innovato e ottimizzato. Non si può continuare con le fonti tradizionali, o non ce ne saranno più a sufficienza per tutti.»
Paola Casadei e Cinzia Tonelli, Grilli e Sangiovese

L'universo narrativo di Grilli e Sangiovese si apre e si chiude come un ventaglio.

Sfiora dimensioni diverse e questioni enormi, dove l'immaginazione e le competenze investigative di un commissario di polizia non possono molto.
Oltre la piccola dimensione condominiale, il romanzo accenna a emergenze planetarie, disputa di soluzioni miracolose che provocano ed esasperano tantissimi altri problemi.
Rimane, a caso risolto, la consapevolezza che il contributo decisivo non possano darlo le cellule grigie di un Poirot esperto. Né bastano le mosse di un giocatore di scacchi tra pedine che avanzano, arretrano, bluffano, pensando di giocare una partita diversa o, cosa interessante, ritenendo di non giocarne nessuna.

Grilli e Sangiovese

di Paola Casadei, Cinzia Tonelli
Ciesse Edizioni
ISBN 978-8866603474
Cartaceo 15,20€
Ebook: 1,99€

Sinossi 

Estate 2017. In una provincia romagnola, a fine agosto tutto sembra scorrere monotono. Cristina, divorziata e single, consuma annoiata le sue ferie in città. Al pari di Luisa e Zaira, le anziane impiccione vicine di casa, osserva i movimenti di Agata, la bella badante polacca di un anziano vedovo, e di Livia, detta “l'Africana”. A curare la regia del chiacchiericcio pare essere Rodolfo, il parrucchiere del quartiere. Saranno la sua improvvisa scomparsa e una serie di omicidi a favorire l’incontro tra Livia e Cristina che, sino ad allora, si erano studiate a distanza. Con le due donne dovrà fare i conti anche il commissario Ronchi contenendo il loro desiderio di collaborare. In un susseguirsi di eventi, compreso un originale invito a una cena esclusiva a base di grilli e Sangiovese, traffici illeciti di cantaridi e angiomi sulle natiche, il commissario Ronchi, con l'aiuto e, a volte, l'intralcio di Livia e Cristina, forse troverà la casella per ogni tassello.
Davide-Dotto

Davide Dotto
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità