Canzoni come poesie: «Io non sono lì» di Claudio Baglioni

Canzoni come poesie: «Io non sono lì» di Claudio Baglioni

Musica Di Tamara Marcelli. Dai versi alle note, quando le canzoni sono poesie: «Io non sono lì» dall'ultimo album In questa storia che è la mia di Claudio Baglioni in uscita oggi, 4 dicembre.

Claudio Baglioni nato a Roma il 16 maggio 1951, cresciuto tra il quartiere di Montesacro e di Centocelle, figlio unico di Riccardo Baglioni, maresciallo dei Carabinieri, e di Silvia Saleppico, sarta. Ha vissuto anche in Umbria e nella provincia di Rieti.
Non ha bisogno di altre presentazioni, basta la sua musica, le sue parole a raccontare la sua Arte. Milioni di persone, da oltre 40 anni, ascoltano le sue canzoni. Milioni di persone in tutto il mondo si emozionano ascoltando le sue note. Perché la Musica non ha età, la Musica non ha limiti né barriere. Nessun pregiudizio.

Basta un attimo, fermarsi e ascoltare, lasciarsi andare, farsi cullare da una melodia che ha il potere di portarci lontano, di superare muri che spesso noi stessi ci costruiamo intorno. Per paura, chissà.

E allora, fermiamoci e proviamo ad ascoltare una musica diversa, almeno per una volta. Ci scopriremo a ballare una danza che ha radici profonde. L'abitudine ci uccide, ci costringe a fare sempre gli stessi passi, a percorrere solo strade conosciute, a guardare sempre dallo stesso punto di vista, ad ascoltare sempre gli stessi suoni. Che inesorabilmente ci porteranno ad un punto che forse non è il punto di partenza, l'origine, ad escluderci da quel che forse nascondiamo a noi stessi. Gli abiti che indossiamo non sempre siamo noi.

Il Tempo ci trasporta, ci proietta avanti, ma bisognerebbe avere il coraggio di darsi altre possibilità, di guardarsi dal di fuori e immaginarsi anche diversi.

Forse ci scopriremo a respirare un'aria diversa, a scoprire sfumature diverse della nostra anima. Perché non si è mai uguali a se stessi, in fondo.
Proviamo a ricordare, a vivere un ricordo. Ad immergerci in un tempo diverso. Un tono o un mezzo tono possono fare la differenza. Poniamoci qualche domanda, ogni tanto.
Può il tempo che passa inesorabile, fermarsi per un istante e lasciarti cadere nel ricordo di un amore che fu? Può il tempo fermarsi e avvolgersi su se stesso riportandoti indietro, anni luce, ad una gioventù mai dimenticata, ma forse solo assopita?
I ricordi sono sempre lì, anche se noi non siamo più...
Un Amore in senso assoluto, un legame forte e indissolubile, un'amicizia profonda: il sentimento vince il tempo perché "esserci e non esserci" ci rende in ogni caso vivi nel ricordo.
E allora, ogni tanto, perdiamoci in un tempo lontano...

«Io non sono lì», nuovo singolo dall'ultimo attesissimo album in uscita oggi, 4 dicembre 2020, In questa storia che è la mia.

  1. altrove e qui
  2. non so com’è cominciata (interludio)
  3. gli anni più belli
  4. quello che sarà di noi
  5. in un mondo nuovo
  6. al pianoforte ogni giorno (interludio)
  7. come ti dirò
  8. uno e due
  9. mentre il fiume va
  10. e firmo in fede un contratto (interludio)
  11. pioggia blu
  12. mal d’amore
  13. reo confesso
  14. adesso è strano pensare (interludio)
  15. io non sono lì
  16. lei lei lei lei
  17. dodici note
  18. uomo di varie età

Chi lo sa se ti alzi ancora mezza addormentata
Se ti scaldi il petto con la tazza tra le dita
Se ti fai la doccia sulle punte a schiena un po’ inarcata
Se ti provi tutti gli abiti e non c’è mai un sì

Chi lo sa se cerchi dove l’auto è parcheggiata
Se là in mezzo al traffico ti metti la matita
Se ti volti verso me con la tua faccia stralunata
Io mi vedo e chiedo perché invece resto qui
Se è meglio esserci o non esserci

Io non sono lì, lì dov’eri tu
Quando un’aurora ci stupì
In quel temporale che un’estate ci ammattì
Dentro un bacio eterno che il cuore ci stordì
Tra i desideri e i giuramenti
Che il mondo non udì
Che sento come fossi lì

Chi lo sa se arrivi sempre all’ultimo affannata
Se tu mangi poco e non ti trovi dimagrita
Se ti alleni con la stessa maglia logora e bagnata
Se ti vedi con le amiche a ridere di chi

Chi lo sa se a cena ti sei solo un po’ ubriacata
Se rientri tardi e ti abbandoni giù sfinita
Se ti appoggi al mio cuscino con la testa già assonnata
Io ti penso e ha un senso pure viverti così
Che è come esserci e non esserci

Io non sono lì dove fosti tu
Mentre una stella ci smarrì lungo il falsopiano
Che un inverno ci tradì sotto quella neve
Che i passi ci sbiadì
Nelle carezze e negli abbracci
Che il gelo intirizzì
Che stringo come se io fossi li

Io non sono li dove sarai tu
È il nostro amore che appassì
Con le parole e con le note che poi il tempo ammutolì
Che canto come se io fossi lì

Lyrics powered by www.doremifasol.org


Tamara-Marcelli

Tamara Marcelli

About Isola TM

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità
Promozione laFeltrinelli