Recensione: I legami sottili dell'anima, di Loriana Lucciarini

Recensione: I legami sottili dell'anima, di Loriana Lucciarini

Libri Recensione di Samantha Terrasi. I legami sottili dell'anima di Loriana Lucciarini (PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto). Una delicata e profonda trama di emozioni, per ricordarci che siamo tutti connessi e permeabili alle diverse sfumature della vita.

I fili creano relazioni. La loro durata dipende dalla qualità con cui si cuciono i sentimenti. Alcune volte si spezza. Altre rimane sospeso o si annoda. Siamo tutti così intimamente connessi? O come un’ostrica permeabili? E se non ci fossero solo due visioni delle cose?
Loriana Lucciarini vorrebbe arrivare al velo che c’è intorno alla sua anima. Annusa il ricordo del dolore nelle sue prime poesie, gli strappi che la vita ci dona come esperienza. Tramuta il ricordo in gocce, corpi estranei che l’ostrica leviga per proteggersi.
Diventeranno perle che l’autrice trasforma in parole ricoperte di madreperla. Loriana Lucciarini è diretta nella sua poesia, ma allo stesso tempo concentra dentro il suo velo, che va dipanato, tutto il dolore.

Sempre più convinta
che gli unici legami che non si spezzano
siano i legami d'anima.
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima
La morte è l’evento traumatico che ognuno di noi ha provato. Ogni assenza è uno strappo che Loriana Lucciarini non nasconde nella sua poesia e cerca di tessere comunque una trama. Una trama che ci appare sofferta e illuminante allo stesso tempo. Il ricordo, l’amore tendono a diluire questo immerso dolore.
Eppure il pensiero ti riconduce a me
al mio sorriso, alle mie mani, al mio amore...
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima

La mancanza è un frutto dell’età adulta quando vorresti tornare il bambino che, spensierato, giocava.

La mancanza può creare una trincea dove la poesia di Loriana Lucciarini tende a sprofondare per avvicinarsi al velo che protegge l’anima. Elemento imprescindibile per la poetessa perché lo difende dai rimpianti e dai rimorsi. Ma la mancanza è una morsa che quando prende il cuore lo stringe e i fili si annodano.
La forza che proviene dal sapere di poterci riuscire,
dall'aver vinto le proprie paure,
dal superare il momento più brutto
ed esserne uscito non solo nuovo,
ma rinato.
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima

La poesia come l’animo si fa carico anche delle emozioni altrui.

Quelle belle la illuminano. È come vedere il sorriso dell’autrice che si apre guardando un paesaggio infinito che si immerge lentamente nella bellezza di cui gli occhi sono una tenera testimonianza del rallegrarsi dell’anima.
Nel respiro della notte
il tuo odore mi accompagna
tra il cielo e i sogni.
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima

E la notte conserva i suoi sogni.

Stelle. Forse banale l’assonanza ormai comune che porta i sogni dentro la notte e in braccio alle stelle. Ma l’anima può percepirne la banalità? No, lei si nutre di bellezza. Respira la beltà di ogni luogo o condizione che però, ed è questo l’accento più forte nelle liriche di Loriana, si scontra con la sofferenza.
E su questa eterna lotta l’autrice ha creato i suoi fili di versi. Parole che si cuciono anche all’anima. Il legame di Loriana Lucciarini con suo padre che va oltre gli occhi, il sentire con mano. Una straziante assenza che la poetessa non accetta, ma coltiva nel suo personalissimo, intimo legame. Siamo tutti anime connesse perché l’amore ha generato fili che le tengono unite. È il suo credo, la sua poesia.
E immaginiamola adesso l’anima che sale su un’altalena.
Ondeggia tra una dilaniante mancanza e il tesoro più grande: l’aver trovato l’anima gemella. Un’oasi di colori pervade ora l’orizzonte, facendoci sognare. È il temporale d’estate che fa brillare il terreno dopo la pioggia. È l’incontro inaspettato con il destino che squarcia un piccolo velo. È un “approdo sicuro”. Loriana Lucciarini l’ha trovata e non la nasconde.

Ci si immerge nell’amore ed è delicato ed intenso al tempo spesso.

Un tempo che è uno spazio fisico.
È un filo tessuto e tramato con imprecisione, ma saldo verso il futuro. Un’invisibile sarta cuce dentro il cuore dell'autrice che non teme più il male. O se lo teme riesce a domare il dolore, non è più sola. E le liriche diventano parole che leniscono anche dove non arrivano. Tempo che converge in poche immagini verso la fine della sua raccolta, “fili dimenticati”, anime rattrappite, ma c’è una speranza: l’acchiappasogni.
L'acchiappasogni di giorno riposa
nel suo letto morbido posto agli angoli del buio,
mentre la notte rimbalza tra le nuvole
con il suo cestino intessuto di stelle.
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima

Tutti ne dovrebbero avere uno. Tutti dovrebbero avere tanti sogni fuori dal cassetto.
Egli tende la mano verso i tetti delle città
e, silenziosamente, cattura i sogni dei bambini
– che son i più colorati e belli –
per farne coriandoli.
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima

Al sogno non c’è destino, solo destinazione.

Sono i coriandoli di speranza
che l'acchiappasogni soffia sulle cupe teste degli uomini
per dar un po' di luce al loro riposo.
Loriana Lucciarini, I legami sottili dell'anima
Mutevole e leggero, corre. Inseguilo, io l’ho fatto, sembra dirci l’autrice. Amalo, curalo e cuci ogni sogno all’anima. Grazie Loriana Lucciarini per questa delicata e profonda trama di emozioni. Sì, siamo tutti connessi e permeabili a tutte le sfumature della vita. E continueremo ad esserlo anche se questi fili non riusciamo a vederli tutti come si presentano, ma continueremo a crederci.


I legami sottili dell'anima

di Loriana Lucciarini PubMe – Collana Gli Scrittori della Porta Accanto
Poesia
ISBN 978-8891047014
Cartaceo 9,50€
Ebook 2,99€

Sinossi 

«Mi piace immaginare i rapporti tra le anime come un grande albero con migliaia di foglie. Le foglie che si trovano sul tuo ramoscello ti sono intimamente vicine.» (Brian Weiss) Cosa accade quando due anime affini vengono separate? Cosa si prova quando ci si mette in collegamento con qualcun altro a noi caro, anche se lontano? Che emozioni scaturiscono quando si riesce a percepire l’energia dell’universo? Cosa avviene nel cuore di chi ritrova la propria anima gemella? Le poesie colgono proprio questi momenti, brevi attimi elevati d’illuminazione. Ecco ciò che provo a fare, un tentativo per arrivare al cuore di ogni piccola foglia, dentro a ogni anima in essa racchiusa, con il filo sottile che lega ognuno di noi all’altro.
samantha-terrasi

Samantha Terrasi
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità