Gli scrittori della porta accanto

Raccontami di quel giorno d'autunno, un romanzo storico di Arianna Andreoni

Raccontami di quel giorno d'autunno, un romanzo storico di Arianna Andreoni

Libri Comunicato stampa. Raccontami di quel giorno d'autunno (Porto Seguro Editore), un romanzo storico di Arianna Andreoni. Nel pieno della Seconda guerra mondiale, una ragazza lotta con determinazione per realizzare il sogno di laurearsi e diventare giornalista.

Quando Angelica iniziò il suo ultimo anno di liceo classico, parlò con i suoi genitori di ciò che avrebbe voluto fare del suo futuro.
«Papà, lo sai che sogno da sempre di fare la giornalista, una volta presa la maturità classica vorrei frequentare la facoltà di lettere moderne» disse una sera mentre era a cena con i genitori e i fratelli minori.
«Non se ne parla neanche, una donna della tua età dovrà pensare a metter su famiglia dopo gli studi superiori.»
«Ma papà, che male c’è se una ragazza prima di costruirsi la sua famiglia si laurea?»
«C’è che perde tempo» le rispose suo padre sbuffando dopo aver ingoiato un cucchiaio di brodo caldo.
«Pierluigi, cerca di capire! Nostra figlia è la più brava della classe, fa dei temi bellissimi! Ha iniziato a leggere e scrivere prima di frequentare le scuole elementari, sarebbe un peccato farle interrompere gli studi» intervenne sua madre Sabina con il suo tipico accento sorrentino, guardando dritto negli occhi il marito.
«Ne riparleremo più in là, va bene? Ricordati Angelica, le donne di questi tempi non sono considerate nello stesso modo degli uomini, nella società odierna devono essere prima di tutto brave massaie. Lo so che è un concetto sbagliato, ma quando viviamo in un tale regime ci dobbiamo adeguare» disse Pierluigi mettendo una mano sulla spalla della figlia.
Arianna Andreoni, Raccontami di quel giorno d'autunno

Raccontami di quel giorno d'autunno

Raccontami di quel giorno d'autunno

di Arianna Andreoni
Porto Seguro Editore
Narrativa | Romanzo storico
ISBN 9788855465168
Cartaceo 15,90€

Sinossi

Nel pieno della Seconda guerra mondiale, Angelica lotta con determinazione per realizzare i propri sogni: laurearsi e diventare giornalista. Con fatica riesce a convincere i suoi genitori a farla iscrivere all'università, ma non potrà impedire che la spingano tra le braccia di un uomo che non la ama. Da questo matrimonio di convenienza otterrà solo sofferenza, fino a quando l'incontro con un ragazzo ebreo, che la sua famiglia ha deciso di nascondere, darà una svolta positiva alla sua vita. Le recrudescenze della guerra li allontaneranno, in attesa di un avvenire più roseo che porti al coronamento dei loro obiettivi, personali e professionali.


Arianna Andreoni


Arianna Andreoni è una studentessa universitaria di 22 anni, vive a Vecchiano, un paese di 12 mila abitanti in provincia di Pisa, e studia Giurisprudenza. Il suo sogno è fare l’avvocato, ma la sua passione sono i libri. Da leggere e da scrivere. Così viaggia con un taccuino in tasca, su cui appunta le cose che la sorprendono o la colpiscono, con l’idea che da questi spunti possano nascere storie.
L’amore per la scrittura tuttavia è più recente ed è nato circa quattro anni fa, quando ha scritto il suo primo racconto, mai pubblicato, successivamente nel 2020 ha pubblicato il suo primo romanzo Stella, e in luglio del 2021 il secondo romanzo Raccontami di quel giorno d'autunno pubblicati entrambi da Porto Seguro Editore.
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di farti un giro sul nostro blog? Potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati, oppure potresti offrirci un caffè per sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*. Il vostro feedback è davvero importante per noi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità