Gli scrittori della porta accanto

Canzoni come poesie: «Coraline» dei Måneskin

Canzoni come poesie: «Coraline» dei Måneskin

Musica Di Stefania Bergo. Dai versi alle note, quando le canzoni sono poesie: Coraline, dei Måneskin, una ballad che parla dei mostri che ci portiamo dentro e delle mine che la vita dissemina sul nostro cammino.

I Måneskin sono orami conosciuti in tutto il mondo, orgoglio italiano che da Sanremo sono prima saliti sul tetto d'Europa, vincendo l'Eurovision Song Contest, e poi alla ribalta mondiale, vincendo anche gli MTV Europe Music Awards come miglior artista rock – e numerose nomination in tutti i contest musicali più importanti nel mondo – e aprendo il concerto dei Roling Stones a Las Vegas. Come ultima conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, saranno la prima band italiana a suonare ad aprile al Coachella 2022, il celebre Festival della musica alternativa che ha luogo da oltre 20 anni nel deserto della California.

Quattro ragazzi di talento «fuori di testa» ma coi piedi per terra.

I dischi d'oro e di platino ormai non si riescono nemmeno più a contare, cambiano di giorno in giorno man mano che il gruppo – Damiano David, Ethan Torchio, Thomas Raggi, Victoria De Angelis – conquista nuove vette. Ma il successo non ha dato loro la testa e mi auguro che resti così. Oltre ad essere un gruppo musicale con sonorità rock, funk e pop, sono quattro ragazzi giovanissimi, belli, sani – di cuore e di pensieri – e di talento, che alimentano costantemente con tanto studio e lavoro, come sempre afferma Damiano David, il frontman. A sottolineare che le vette si conquistano meritandosele, e che si deve lavorare sodo per avere risultati duraturi, che non passino in una manciata di anni.
E pensare che era proprio questo che molti dicevano di loro, quando nel 2017 da Via Del Corso a Roma sono arrivati sul palco di X-Factor: tempo qualche anno e resteranno solo l'ennesima meteora. E invece. La mia bimba ed io abbiamo tifato per loro da subito. Così come abbiamo amato la loro musica nei due album, Il Ballo della Vita e Teatro d'Ira Vol. I, da cui Coraline è tratta.

Coraline è una ballad coinvolgente, energica e straziante.

Solo recentemente Damiano David ha ammesso di essersi ispirato alla sua fidanzata, Giorgia Soleri, malata di endometriosi e vulvodinia, per il testo, nato su un giro di chitarra improvvisato di Thomas Raggi. Ma Coraline potrebbe benissimo parlare di depressione, anoressia, abusi sessuali. La protagonista è una ragazzina che affronta un male più grande di lei, «guerriera dal cuore zelante» in lotta contro le sue paure, le sue profonde ferite inferte dagli eventi e dalle parole degli altri. E finisce col chiudersi in se stessa, in un «castello con mura talmente potenti» da difenderla da ciò che sta fuori, ma lasciandola in balia del «fiume in piena» dentro di lei.

Teatro d'Ira Vol. I, il secondo album dei Måneskin

  1. Zitti e buoni
  2. Coraline
  3. Lividi sui gomiti
  4. I Wanna Be Your Slave
  5. In nome del padre
  6. For Your Love
  7. La paura del buio
  8. Vent'anni

Coraline dei Måneskin

Musiche: David Damiano, Ethan Torchio, Thomas Raggi, Victoria De Angelis
Testo: David Damiano, Ethan Torchio, Thomas Raggi, Victoria De Angelis | © Sony/ATV Music Publishing LLC
Ma dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline Coraline

Coraline bella come il sole
Guerriera dal cuore zelante
Capelli come rose rosse
Preziosi quei fili di rame amore portali da me
Se senti campane cantare
Vedrai Coraline che piange
Che prende il dolore degli altri
E poi lo porta dentro lei

Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline

Però lei sa la verità
Non è per tutti andare avanti
Con il cuore che è diviso in due metà
È freddo già
È una bambina però sente
Come un peso e prima o poi si spezzerà
La gente dirà: "Non vale niente"
Non riesce neanche a uscire da una misera porta
Ma un giorno, una volta lei ci riuscirà

E ho detto a Coraline che può crescere
Prendere le sue cose e poi partire
Ma sente un mostro che la tiene in gabbia
Che le ricopre la strada di mine

E ho detto a Coraline che può crescere
Prendere le sue cose e poi partire
Ma Coraline non vuole mangiare no
Sì Coraline vorrebbe sparire

E Coraline piange
Coraline ha l'ansia
Coraline vuole il mare ma ha paura dell'acqua
E forse il mare è dentro di lei
E ogni parola è un'ascia
Un taglio sulla schiena
Come una zattera che naviga
In un fiume in piena
E forse il fiume è dentro di lei, di lei

Sarò il fuoco ed il freddo
Riparo d'inverno
Sarò ciò che respiri
Capirò cosa hai dentro
E sarò l'acqua da bere
Il significato del bene
Sarò anche un soldato
O la luce di sera

E in cambio non chiedo niente
Soltanto un sorriso
Ogni tua piccola lacrima è oceano sopra al mio viso
E in cambio non chiedo niente
Solo un po' di tempo
Sarò vessillo, scudo
O la tua spada d'argento e

E Coraline piange
Coraline ha l'ansia
Coraline vuole il mare
Ma ha paura dell'acqua
E forse il mare è dentro di lei
E ogni parola è un'ascia
Un taglio sulla schiena
Come una zattera che naviga
In un fiume in piena
E forse il fiume è dentro di lei, di lei

E dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline, dimmi le tue verità
Coraline, Coraline

Coraline, bella come il sole
Ha perso il frutto del suo ventre
Non ha conosciuto l'amore
Ma un padre che di padre è niente
Le han detto in città c'è un castello
Con mura talmente potenti
Che se ci vai a vivere dentro
Non potrà colpirti più niente
Non potrà colpirti più niente

Måneskin, Coraline



Lyrics powered by LyricFind


Stefania Bergo
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, il tuo feedback è davvero importante per noi. Oppure potresti iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati. Oppure potresti offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità